-3°

Arte-Cultura

Padova, l'ultima traccia del reale

Padova, l'ultima traccia del reale
Ricevi gratis le news
0

di Stefania Provinciali
Cinque opere del grande «cantore della natura» Goliardo Padova sono in mostra a Cremona, negli spazi della Fondazione Città di Cremona, in una rassegna a cura di Tiziana Cordani, che, attraverso cinque opere di cinque artisti cremonesi del Novecento, intende offrire offre un sunto dell’«altra pittura» ovvero «l'ultima traccia del reale».
I dipinti di Padova, in particolare, sono più che significativi del percorso affrontato e offrono una chiara lettura degli anni successivi al 1960, quando l’artista nativo di Casalmaggiore, che a Parma compì i primi studi e visse lungamente, e che si può considerare un nome di rilievo, seppur non ancora del tutto riconosciuto, dell’arte del secolo appena trascorso, riprende con foga la pittura, trasformata in materia e segno, una pittura «sanguigna» e sofferta, in grado di delineare il mutare dei tempi e soprattutto dello spirito dell’autore.
Padova, reduce da un lungo silenzio avviato nel 1947 e causato dal conflitto bellico mondiale, era tornato a dipingere nel 1955 grazie all’amicizia disinteressata di famose personalità del mondo culturale, da Francesco Arcangeli ad Attilio Bertolucci a Roberto Tassi, Pietrino Bianchi, Arturo Carlo Quintavalle, Giorgio Cusatelli ed altri che gli furono vicini e che amarono la sua pittura e  la sua serietà professionale.
Totalmente cambiato nell’animo, dopo la prigionia, e nel corpo, causa gravi problemi di salute che seguirono gli anni del suo ritorno dal lager, torna a dipingere solo a tempera. L’olio verrà ripreso più tardi, nel '57, e la sua arte, erede dei maestri del post - impressionismo, «racconterà» altre storie, segnate da una materia che pare nascere da un magma primigenio ma che trova nello spazio della tela una ben precisa architettura d’immagine, dove il segno dà forma al racconto e la visione d’insieme si sviluppa partendo da una unità e sviscerando, poi, le suggestioni più intime.
La prima delle opere esposte «La fossa di San Francesco» è del 1961, anno in cui Padova si trasferisce a Parma dalla vicina Casalmaggiore, un salto di qua dal Po che lo guiderà verso le montagne dell’Appennino, prima di ritrovare le tensioni cromatiche di un naturalismo lombardo che si portava dentro, combinato a ben altre emozioni ed espressioni materiche.
Il verde smagliante, intriso di trame, di «I cardi a Monte Caio» delinea una pittura completa, che riassume in sé l’ultima traccia di un reale con riferimenti allo svanire della visione concreta, espressione di un magma interiore, materico, struggente ed insieme contestuale al proprio tempo.
Così «Al macello» e «Nella lanca di Agoiolo», fino a «Natura morta» del 1972, là dove, quelle radici padane e lombarde, dense di umori, sfociano nel racconto della natura.
Accanto a Padova sono in mostra le opere di Tino Aroldi, che operò nella scia del Naturalismo lombardo, Gianetto Biondini, la cui pittura di derivazione ottocentesca va dipanandosi verso una meditata non figurazione, Sereno Cordani, la cui ampia sperimentazione tocca negli anni Sessanta il bisogno di rinnovarsi attraverso l’unione di aspetti pittorici e plastici nel quadro, avviando così un’esperienza unica fra materia e materiali. Infine Raffaele Ghidelli che va perdendo nelle proprie opere la trama oggettuale per attingere a rarefatte atmosfere. La mostra cremonese è visibile fino al 22 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Arresti carabinieri

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

APPENNINO

Il divano prende fuoco: muore un'anziana a Villa Minozzo

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento