16°

intervistas

Bentornato, Piccolo principe

Leopoldo Carra, curatore della nuova edizione Mondadori della celebre fiaba. «Saint Exupery? Uno scrittore di spessore filosofico che si è formato soprattutto su Pascal». «Fortemente spiritualista, indicò nell'intuito e non nella ragione lo strumento per capire la realtà»

Bentornato, Piccolo principe
0

Dopo Pirandello e D’Annunzio, tra i grandi classici del Novecento è il turno di Antoine de Saint Exupery di diventare terreno di conquista editoriale poiché fuori diritti. Infatti quest’anno chi lo voglia può pubblicare il suo Piccolo principe – certo l’opera più conosciuta dello scrittore-aviatore – perché 70 anni dalla morte lo rendono libero sul mercato. Ma la Mondadori ha fatto decisamente qualcosa di diverso rispetto altri editori, con un’offerta interessante che va da «Il piccolo principe» in versione Meridiano Paperback, contenente una nuova traduzione, introduzione, foto e biografia della vita avventurosa del francese volante e la «Lettera a un ostaggio», alla riproposizione per gli Oscar dei romanzi: «Volo di notte», «Corriere del Sud» insieme al racconto «L’aviatore» e un commento del critico Roger Caillois, «Terra degli uomini» accompagnato dal racconto «Il pilota e le potenze naturali» e da uno scritto di Anne Morrow Lindbergh, moglie del trasvolatore atlantico, «Pilota di guerra» sommato al saggio breve «La morale dell’inclinazione».
Un bell’insieme di proposte sotto la firma di Leopoldo Carra, francesista di vaglia, noto critico e scrittore parmigiano, che ha sovrinteso all’edizione e alle traduzioni di questo Saint Exupery esattamente come Raboni fece a suo tempo per la «Recherche» di Proust.
L’abbiamo incontrato e alcune curiosità nate dalla lettura abbiamo provato a farcele spiegare direttamente da lui, partendo dal senso complessivo dell’operazione: «Restituire la centralità avuta dall’autore nella letteratura francese, ma non solo, tra le due guerre e la centralità del suo pensiero».
Già, perché al grande pubblico la sua figura resta legata al «Piccolo principe» e alle sue avventure aeree, durante l’ultima delle quali perse la vita.
«Sia la strana fiaba capolavoro del Piccolo principe, che può esser letta con suggestioni sempre rinnovate ed emozioni nuove, che le sue imprese aeree sono dati di fatto veri – precisa Carra – ma un po’ tutti i suoi libri, a partire dai primi romanzi ''Corriere del Sud'' e poi ''Volo di notte'' e i saggi, ''Terra degli uomini'' e ''Pilota di guerra'', sono centrali nella letteratura francese, ancor più per la profonda riflessione sull’Essere che contengono».
Detto così sembrerebbe di poter ricorrere a un espressione forte: esiste un Saint Exupery filosofo, casomai da valorizzare e riscoprire proprio a partire da questa edizione appena rinnovata.
Se pensavo potesse essere un’esagerazione, Leopoldo Carra invece sfuma questa idea ma soldificando lo spessore dell’autore: «Direi che c’è una stretta attualità nel pensiero di Exupery ed è il suo rifiuto di aderire a una ideologia specifica. In questi anni post ideologici, o quasi, il messaggio di Saint Exupery è decisamente innovativo e importante, fermo sempre restando un indiscutibile antinazismo che lo accompagna» tanto per fugare ogni dubbio a riguardo.
Un pensiero che, come sottolinea il curatore, sembra avere radici profonde soprattutto negli studi e nelle letture fatte dall’autore nel periodo di studi presso un collegio svizzero di gesuiti: «Conosceva bene Pascal, negli anni formativi l’aveva letto. Più volte nei suoi scritti compaiono accenni a riguardo. E c’è la poesia, Baudelaire in particolare, e nella prosa di Saint Exupery la poesia avrà un peso. C’è Nietzsche e il positivismo ma per l’appunto in particolare c’è Pascal, dal quale riprende la straordinaria capacità di sintetizzare in una frase iconica un pensiero complesso, con espressioni poi molto diffuse» spesso da Baci Perugina, si può dire.
Sorride Leopoldo Carra e ribadisce: «No, semplicemente la sua capacità icastica è stata estrapolata dai contesti dei romanzi con efficace impatto, ma anche con un deciso straniamento filologico. Considerando poi il forte spiritualismo, anche questo da Pascal, che lo contraddistingue, Saint Exupery arriva a indicare nell’intuito lo strumento privilegiato per la comprensione della realtà, e non la ragione».
Eccolo: un colpo formidabile a tre quarti del pensiero novecentesco, quello marxista e quello capitalista compresi. Si legga allora «Terra degli uomini» dove l’autore descrive come, proprio grazie all’intuito, salvò la pellaccia durante la Guerra civile spagnola.
Si potrebbe conversare a lungo con Leopoldo Carra, e l’ho fatto per più di mezz’ora senza che tutto potesse prender corpo in questa pagina, ricavandone felici intuizioni, mo’ ci vuole, e analisi sull’opera del letterato francese, «che partecipa del disimpegno dell’epoca, ma dribbla quell’esotismo facile dei tempi perché lui vuole vedere l’uomo attraverso il volo, così come può leggersi in ''Corriere del sud'' (una sorta di Dhl aereo ante litteram, nda) con la metafora della comunicazione tra gli uomini plasmata sulla distribuzione della posta aerea». Insomma, il Saint Exupery che non ti attendi quello che si ritrova nell’intero corpus mondadoriano curato da Leopoldo Carra con quell’acume acuto e brillante dei migliori figli di Parma.

Il piccolo principe
   di Antoine de Saint-Exupéry
   Mondadori, pag. 151, €12,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Parma, Frattali out: arriva Davide Bassi in porta

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

1commento

fotografia

Il "Mercante" secondo il fotografo Fabrizio Ferrari Gallery

comune

Casa: "Positivo il 2016, ma ci mancano 40 agenti" Tutti i numeri

L'assessore ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

1commento

GAZZAREPORTER

Ancora rifiuti selvaggi a San Leonardo Fotogallery

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia