10°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Una fragile, trasparente signora

0

Marta Silvi Bergamaschi

Ecco che cosa succede quando arriva lo scricciolo nella bella casa di campagna della signora Augusta: la poltrona in cui è adagiata, una grande, comoda poltrona da giardino scricchiola, perché la signora Augusta si addormenta e nel sonno si muove e borbotta e il suo bel vestito di seta pesante brilla ai raggi tenui che filtrano tra le piante ormai colorate dalle abili dita dell’autunno. Ma lo scricciolo non è arrivato troppo presto quest’anno? Se lo chiede, la badante, una romena robusta sui cinquant’anni che vive con la signora Augusta. Ci vive bene: la signora Augusta è fragile, delicata, un qualcosa di etereo, che si muove da una stanza all’altra senza mai combinare nulla: pilucca uva, mangia una noce, parla della sua «città bene» con nostalgici ricordi.

La badante non capisce che cosa sia in realtà questa «città bene»: esiste forse anche una «città male?». E dove esattamente? Si è svegliata, la signora Augusta. Ora che si è messa in piedi si nota la sua offuscata bellezza (quanti anni avrà?): è dritta, delineata, sullo sfondo di un cielo fatto di bambagia, soffice e bianco; è rosea come una mela, capelli biondo cenere appena mossi, gli occhi scuri che sembrano svagati, ma forse annotano tutto. Forse … - Oggi, cara Anna, vorrei per colazione (era proibito pronunciare la parola pranzo) due sottili scaloppe di pollo. – Senza primo? – Senza primo. Siamo in recessione: è inutile dicano che la recessione sta squagliandosi come neve al sole: esiste e occorre sopravvivere. E pensare a chi sta peggio di noi – Ci pensa davvero la signora Augusta? Se lo chiede Anna, la quale lavora senza sosta perché al suo paese le cose vanno male (altro che recessione…) e ogni mese spedisce ai figli e al marito muratore denaro e non solo. - Non essere pessimista, le raccomanda la signora Augusta, qui voi badanti avete trovato l’America. Avete una casa, pasti sicuri, un letto comodo. Siete accolte con grande benevolenza. – Anna non risponde. Ode la voce morbida e bassa, gentile e a volte imperiosa, sempre comunque compiaciuta, e prova un senso di ammirato stupore: le pare che quella voce faccia danzare con levità gli oggetti posati sui mobili, le belle sedie imbottite: gli avi dai loro ritratti appesi alle vaste pareti aprono le labbra e occhieggiano.

Suggestioni. Certo suggestioni . E’ autunno, ormai le ombre invadono le stanze, un merlo entra dal giardino (per scaldarsi?). Il camino è spento. Una noiosa umidità s’appiccica ai vestiti e agli oggetti. La signora Augusta non bada a questi piccoli inconvenienti. Ora è impegnata a scrivere. Scrive spesso su un quaderno dalla copertina gialla, con una splendida penna d’argento. Scrive poesie? Poesie d’amore? Augusta è sola. Non si è mai sposata. Ha smarrito i corteggiatori come fossero topi invadenti. Sono rimaste poche amicizie. Ripone il quaderno in un cassetto del canterano. Con leggerezza, amorevolmente. È tutto così spirituale ciò che fa la signora: anche il suo modo di camminare. Sembra che i suoi piedi non tocchino il pavimento: sono, i suoi, brevi voli che lasciano intorno l’ombra di un fiore. Così la vede Anna, quella donna robusta, che si muove in casa con soggezione, che spesso rompe un bicchiere (povera noi, un bicchiere? Dice la signora) che pensa al marito muratore che probabilmente la tradisce e ai figli che per telefono le chiedono: quando torni? Sono poveri i pensieri di Anna, quindi anche le parole escono povere, arse come le ortiche che crescono selvagge lungo le strade di campagna. In verità la signora Augusta le chiede poche cose: esiste tra di loro un rapporto ben definito. Fin qui si può arrivare, altre no .

Eppure Aurora con le amiche parla così tanto di umanità: occorre umanità, occorre amore, perché il mondo si salvi. - Il mondo si salverebbe se tutti ti assomigliassero, vivessero come vivi tu, - le dice spesso un’amica, una bella elegante donna che si accarezza continuamente il lobo dell’orecchio destro. Chissà, pensa Anna, quanto è meravigliosa la vita di queste signore. Un giorno la badante spolvera il canterano. Il quaderno giallo è appoggiato sul ripiano del mobile, certo per disattenzione. le poesie, pensa Anna. È più forte di lei. Legge con fatica, ma legge. Luglio 08: prugne euro 9 (quasi £ 18.000) pane euro 8 (quasi £ 16.000) pollo euro 5 (quasi £ 10.000) ecc. Si spende troppo. I fogli sono ricolmi di numeri. Conti. Per la prima volta Anna ride, ride sommessamente, pensando alla sua fragile, trasparente signora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini

NATALE

Musica sotto l'albero: arrivano Ferro, Liga, Vasco, Biondi e Pausini Foto

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

polfer

Teneva 17 dosi di cocaina nel reggiseno: arrestata

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

3commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

calendario

Scorci, tradizioni e personaggi. Dodici mesi di Parma illustrata

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti