19°

30°

Arte-Cultura

Una risata per riflettere

0

 di Christian Stocchi                                                                                              

C'era una volta (non tanto tempo fa) una satira che riusciva a incidere sulla vita politica. Del resto, i bersagli non mancavano: si pensi solo al Craxi folgorante in solio degli anni Ottanta: un sansebastiano decisamente sui generis, non proprio un campione di umiltà, spesso martirizzato dai dardi dei vignettisti. Ma oggi lo scenario sembra cambiato: dal Bagaglino a Luttazzi, buona parte della satira si è spenta (o è stata spenta) per difetto o per eccesso (graziosi eufemismi) di incisività. E siamo arrivati al punto che il potere da un lato pare poco incline a concedere spazio alla satira o a disinnescarla con un sorriso (Andreotti docet); mentre, dall’altro, ne sfrutta i meccanismi. Il Maestro - ovvio - è sempre lui, Silvio Berlusconi, che l’11 giugno, davanti all’assemblea di Confartigianato, in piena tempesta mediatica, è arrivato a dire: «Scappo perché sto combinando un matrimonio tra Noemi e l’avvocato inglese Mills... porterò come dono un viaggio sui voli di stato, naturalmente gratis». Un genio, insomma. Ma se la satira è stata ormai superata dalla realtà, che cosa dobbiamo attenderci? E ancora: che cosa significa fare satira oggi? Queste sono solo alcune delle domande a cui risponde «Satyricon. La satira politica in Italia», almanacco Guanda curato da Ranieri Polese, con disegni, saggi e interventi di Altan, Barenghi, Ellekappa, Fo, Forattini, Giannelli, Serra, Vauro, Vincino e tanti altri autori di spessore. E’ un viaggio non privo di sorprese in un mondo che non manca mai di riservare nuovi punti di vista sulla realtà.
SATIRA E POLITICA
 Ha senso parlare di satira di destra e satira di sinistra? Secondo Michele Serra sì: la prima ha come bersaglio la «smisuratezza delle illusioni»; l’altra «la smisuratezza del potere e della ricchezza». 
Ma la satira, secondo Serra, è satira sull'uomo: legarla solo alla politica è una forzatura. Comunque la pensiate, oggi siamo di fronte a un’autentica rivoluzione. Come spiega Ranieri Polese, riprendendo il Times, «il clown non è più l’insolente buffone che ride del sovrano, oggi [...] il clown ha preso il potere». 
E - badate - la questione non ha a che fare solo con qualche posto di lavoro, ma con lo stato di salute di una democrazia. Perché se è vero, come rilevano Francesco Bonami e Luca Mastrantonio, che ormai «in Italia i politici fanno i comici e i comici fanno politica»; se è vero poi che «i politici, spesso, si arrogano il diritto unico di stabilire cosa è satirico, comico, e cosa no», allora forse c'è da preoccuparsi. 
Peraltro, il paradosso è evidente: nel nostro Paese il bersaglio prediletto è sempre lui, il Cavaliere, che però, come si è notato, sa come ribaltare l’arma a proprio favore. E così complica la vita agli autori satirici. Anche se talvolta gli capita di esagerare. Ed ecco allora la «satira involontaria»: ricordate quest’estate la copertina di «Chi» con Berlusconi ritratto insieme al suo nipotino Alessandro? Fiction ben costruita. Il bravo nonno, dedito alla famiglia, allontana le ombre degli scandali. Ma «qui - spiega Marco Belpoliti - scatta il livello di autosatira, una satira su se stessi involontaria».  
UN PO' DI STORIA 
L’almanacco ci offre anche un po' di storia della satira. Dario Fo conduce il lettore in un viaggio attraverso la cultura occidentale: dalla commedia greca (in particolare dagli «Uccelli» di Aristofane) fino ad Arlecchino. Ma non mancano nemmeno riflessioni che ripercorrono alcune tappe importanti della recente storia della satira nel nostro Paese: tra gli altri, ecco i brevi saggi «Dal «Marc'Aurelio» al «Bertoldo»: ridendo all’ombra del duce» (Claudio Carabba) e «Via col vento del '68. E la politica entrò a Linus» (Oreste Del Buono). Spazio, inoltre, agli esperimenti degli ultimi anni.  
LO STATO  DELLE COSE
All’orizzonte non splende il sole. Come osserva Polese «i comici vedono progressivamente ridursi gli spazi loro concessi». E in effetti, scorrendo il catalogo proposto da Luisa Pronzato, se ne scoprono diversi finiti in salamoia. Qualcuno si è inventato un ruolo nuovo, altri si arrangiano come possono. 
Prendete Luttazzi: naviga tra internet e i teatri. La tv? Solo un bel ricordo. L’almanacco, che è diviso in varie sezioni («laboratori di scrittura» compresi) e offre un ampio approfondimento sullo stato delle cose, regala anche diverse vignette graffianti. Che, al netto delle polemiche, spesso sanno illuminarti. Come un flash. Perché «chi ha coraggio di ridere è padrone del mondo»: parola di Giacomo Leopardi. Sì, proprio lui, il poeta del pessimismo cosmico: l’avreste detto? 
Satyricon. La satira politica in Italia
Guanda, pag. 197,  23
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Casaltone, un paese diviso in due

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

Poggio di Sant'Ilario

Da fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Asessuali

Vivere in astinenza: il documentario della parmigiana Soresini

PARMA

Upi, oggi l'assemblea annuale al Regio con il ministro Delrio

Fidenza

Piazza Grandi, operazione recupero archeologico

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Integrazione

Fine del Ramadan, una festa condivisa

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

BALLOTTAGGIO

"Effetto Parma" festeggia. Pizzarotti: "Altri cinque anni entusiasmanti" Video

L'intervista di TvParma: "Penso che per questa vittoria abbiano pesato la nostra concretezza e i nostri contenuti"

2commenti

elezioni 2017

Lavagetto (Pd): "Ora riflessione ma possiamo imparare dalle cose fatte bene" Video

LE ALTRE CITTA'

Piacenza, Patrizia Barbieri (centrodestra) sindaco

Dem sconfitti praticamente ovunque. Spezia, vittoria di Peracchini. Genova, vince Bucci

elezioni 2017

Ballottaggio, affluenza al 45,17%

Calo in tutti i Comuni dell'Emilia-Romagna 

5commenti

sanità

Caso di chikungunya: disinfestazione in due vie Video - I consigli

Felino

Tenta una strage in famiglia: la figlia è gravemente ustionata. Arrestato

Nella notte a Poggio di Sant'Ilario Baganza

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

2commenti

ITALIA/MONDO

Boretto

La villetta va a fuoco, famiglia salvata dal gatto

MALTEMPO

Frane, smottamenti e vento forte: danni al Nord-Est Foto

SOCIETA'

elezioni 2017

Genova: elettore al seggio con cane al seguito Foto

Elezioni 2017

Votare turandosi il naso? A Piacenza qualcuno lo ha fatto davvero... Video

SPORT

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

SERIE A

Donnarumma inneggia a Raiola, poi si scusa con i tifosi. Dopo l'Europeo incontro con il Milan

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande