-2°

Arte-Cultura

Una risata per riflettere

0

 di Christian Stocchi                                                                                              

C'era una volta (non tanto tempo fa) una satira che riusciva a incidere sulla vita politica. Del resto, i bersagli non mancavano: si pensi solo al Craxi folgorante in solio degli anni Ottanta: un sansebastiano decisamente sui generis, non proprio un campione di umiltà, spesso martirizzato dai dardi dei vignettisti. Ma oggi lo scenario sembra cambiato: dal Bagaglino a Luttazzi, buona parte della satira si è spenta (o è stata spenta) per difetto o per eccesso (graziosi eufemismi) di incisività. E siamo arrivati al punto che il potere da un lato pare poco incline a concedere spazio alla satira o a disinnescarla con un sorriso (Andreotti docet); mentre, dall’altro, ne sfrutta i meccanismi. Il Maestro - ovvio - è sempre lui, Silvio Berlusconi, che l’11 giugno, davanti all’assemblea di Confartigianato, in piena tempesta mediatica, è arrivato a dire: «Scappo perché sto combinando un matrimonio tra Noemi e l’avvocato inglese Mills... porterò come dono un viaggio sui voli di stato, naturalmente gratis». Un genio, insomma. Ma se la satira è stata ormai superata dalla realtà, che cosa dobbiamo attenderci? E ancora: che cosa significa fare satira oggi? Queste sono solo alcune delle domande a cui risponde «Satyricon. La satira politica in Italia», almanacco Guanda curato da Ranieri Polese, con disegni, saggi e interventi di Altan, Barenghi, Ellekappa, Fo, Forattini, Giannelli, Serra, Vauro, Vincino e tanti altri autori di spessore. E’ un viaggio non privo di sorprese in un mondo che non manca mai di riservare nuovi punti di vista sulla realtà.
SATIRA E POLITICA
 Ha senso parlare di satira di destra e satira di sinistra? Secondo Michele Serra sì: la prima ha come bersaglio la «smisuratezza delle illusioni»; l’altra «la smisuratezza del potere e della ricchezza». 
Ma la satira, secondo Serra, è satira sull'uomo: legarla solo alla politica è una forzatura. Comunque la pensiate, oggi siamo di fronte a un’autentica rivoluzione. Come spiega Ranieri Polese, riprendendo il Times, «il clown non è più l’insolente buffone che ride del sovrano, oggi [...] il clown ha preso il potere». 
E - badate - la questione non ha a che fare solo con qualche posto di lavoro, ma con lo stato di salute di una democrazia. Perché se è vero, come rilevano Francesco Bonami e Luca Mastrantonio, che ormai «in Italia i politici fanno i comici e i comici fanno politica»; se è vero poi che «i politici, spesso, si arrogano il diritto unico di stabilire cosa è satirico, comico, e cosa no», allora forse c'è da preoccuparsi. 
Peraltro, il paradosso è evidente: nel nostro Paese il bersaglio prediletto è sempre lui, il Cavaliere, che però, come si è notato, sa come ribaltare l’arma a proprio favore. E così complica la vita agli autori satirici. Anche se talvolta gli capita di esagerare. Ed ecco allora la «satira involontaria»: ricordate quest’estate la copertina di «Chi» con Berlusconi ritratto insieme al suo nipotino Alessandro? Fiction ben costruita. Il bravo nonno, dedito alla famiglia, allontana le ombre degli scandali. Ma «qui - spiega Marco Belpoliti - scatta il livello di autosatira, una satira su se stessi involontaria».  
UN PO' DI STORIA 
L’almanacco ci offre anche un po' di storia della satira. Dario Fo conduce il lettore in un viaggio attraverso la cultura occidentale: dalla commedia greca (in particolare dagli «Uccelli» di Aristofane) fino ad Arlecchino. Ma non mancano nemmeno riflessioni che ripercorrono alcune tappe importanti della recente storia della satira nel nostro Paese: tra gli altri, ecco i brevi saggi «Dal «Marc'Aurelio» al «Bertoldo»: ridendo all’ombra del duce» (Claudio Carabba) e «Via col vento del '68. E la politica entrò a Linus» (Oreste Del Buono). Spazio, inoltre, agli esperimenti degli ultimi anni.  
LO STATO  DELLE COSE
All’orizzonte non splende il sole. Come osserva Polese «i comici vedono progressivamente ridursi gli spazi loro concessi». E in effetti, scorrendo il catalogo proposto da Luisa Pronzato, se ne scoprono diversi finiti in salamoia. Qualcuno si è inventato un ruolo nuovo, altri si arrangiano come possono. 
Prendete Luttazzi: naviga tra internet e i teatri. La tv? Solo un bel ricordo. L’almanacco, che è diviso in varie sezioni («laboratori di scrittura» compresi) e offre un ampio approfondimento sullo stato delle cose, regala anche diverse vignette graffianti. Che, al netto delle polemiche, spesso sanno illuminarti. Come un flash. Perché «chi ha coraggio di ridere è padrone del mondo»: parola di Giacomo Leopardi. Sì, proprio lui, il poeta del pessimismo cosmico: l’avreste detto? 
Satyricon. La satira politica in Italia
Guanda, pag. 197,  23
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto