-2°

Arte-Cultura

L'argonauta visionario

L'argonauta visionario
0

di Gianni Cavazzini

A lberto Savinio, pseudonimo di Andrea de Chirico (Atene 1891-Roma 1952), è uno dei grandi protagonisti della ricerca artistica italiana del '900. «Poeta delle verità che nascono sul paradosso, indagatore dei significati nascosti delle cose, conoscitore degli uomini, fabbricatore di miti nascosti», ebbe a scrivere Roberto Tassi in una pagina del volume «Pittura e scultura del XX secolo», primo anello della collana diretta da Igino Consigli e dedicata alle collezioni private parmensi.
Al grande artista e alla sua «centrale creativa» - come la definiva lo stesso autore - il Museo Amedeo Bocchi dedica la mostra che s'inaugurerà domani, alle ore 18 in palazzo Sanvitale con il titolo: «Alberto Savinio. I disegni, sogno per sogno» (aperta sino al 15 novembre, orario 10,30-13, lunedì chiuso). L'apertura dell'esposizione sarà preceduta dalla presentazione del volume «Giacomo Debenedetti. Savinio e le figure dell'invisibile», edito dalla Facoltà di Architettura dell'Università di Parma. Una pittura, dunque, quella di Savinio, che nasce dalla letteratura e dalla musica: «Forme di versatilità come la mia ispirano diffidenza», concludeva lui, il grande artista. E si capisce così come la sua opera abbia incontrato difficoltà di accettazione in un mondo che, quando apparve, era dominato, in Italia, dalla retorica novecentista.
«Argonauta», si definiva Savinio. La sua vita, infatti, è stata un lungo viaggio: nel mondo visibile e nei continenti dell'inconscio. E poi, come unica certezza, non c'è la verità, ma «le verità». E così lui, fratello di Giorgio de Chirico, studiò in Grecia e quindi a Monaco di Baviera. Nel 1910 si recò a Parigi, dove frequentò l'avanguardia di quegli anni: Breton, Picasso, Apollinaire, Cendrars, Cocteau. Nel 1916, a Ferrara, fu in contatto con gli artisti metafisici: il «grande fratello», Giorgio de Chirico, Carlo Carrà, Giorgio Morandi. Nel 1927 tenne a Parigi la prima mostra di pittura: da allora svolse, con l'intensa attività letteraria, una «prudente vicenda pittorica». Agli occhi dei più attenti «conoscitori» Savinio appare così non uno scrittore che a volte dipinge, ma un grande artista che si esprime sui due versanti opposti della parola e del segno. La mostra allestita nella sala delle esposizioni temporanee del museo Amedeo Bocchi in collaborazione con la galleria «La Scaletta», come rileva Luigi Cavallo, nel testo che accompagna la sequenza iconografica delle carte disegnate da Savinio nell'arco di tempo che va dal 1926 al 1951, «rappresenta il documento originale per addentrarsi nel pensiero e quindi nel linguaggio di uno degli artisti europei che più hanno arricchito le doti di fantasia e di invenzione del ventesimo secolo». Artista complicato dalla sua completezza che rivendica (l'abbiamo già visto) come «centrale creativa», in cui musica e teatro, letteratura e pittura prendono forma nei modi di un'arte che non si può non chiamare fantastica. E' un'attività pittorica - quella di Savinio - certamente riferibile al Surrealismo, ma al tempo stesso, intesa a dare figura ai principi fondamentali della poetica metafisica, già assimilata negli anni dell'esperienza ferrarese. Perciò la visione figurale di Savinio, quale si declina nelle pagine allineate in mostra, appare sempre controllata, in ogni suo segno, dall'intelligenza e dalla ragione. Non c'è posto, in questi fogli, per la scrittura automatica dei surrealisti più ortodossi. Savinio inventa e al tempo controlla il senso e la forma di ogni immagine da lui disegnata. «A Savinio piace, si compiace anzi - annota ancora Cavallo - di fare interagire diversi caratteri, le varie fonti, in un meccanismo poetico che diventa stile».
E' il motivo, questo, per cui i dipinti, e anche i disegni di Savinio, sono inconfondibile, tali che nemmeno si prestano agli inganni, sia pure sapienti, dei falsari. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti