10°

20°

Intervista

Ragazzi che non hanno paura di essere speciali

Mario Calabresi e il suo nuovo libro «Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa»

Ragazzi che non hanno  paura di essere  speciali

Mario Calabresi

0

Ci sono libri che sono un pugno nello stomaco. Altri hanno il calore di un abbraccio. Come «Non temete per noi la nostra vita sarà meravigliosa». Ancora il direttore de «La Stampa» si intrufola nelle storie, nell’intimità di una famiglia grande e speciale per parlare di «eroi» che ci vivono accanto.
Una raccolta di vite che camminano con la schiena dritta su strade non battute. Un libro che vuole rispondere all’interrogativo dei giovani: siamo nati in un tempo sbagliato?
Il girotondo prende il titolo dalle parole di una lettera, arrivata da Karamoja, Uganda negli anni ’70. La firma è dei due zii di Calabresi: Gigi, pediatra, e Mirella, ginecologa. Due ragazzi con un sogno, che, poco più che ventenni, freschi di laurea e con la fede al dito, partono per un puntino sulla carta geografica dell’Africa. Faranno nascere lì un ospedale e la loro prima figlia. Con loro atterrano 22 letti per adulti, 9 lettini per bambini, culle per neonati, lenzuola, elettrocardiografo, microscopio, lettino operatorio, lampada operatoria, attrezzi per la chirurgia: quello che avevano chiesto nella loro lista nozze. Uno spazio deserto di savana, sferzato dalle tempeste di sabbia, dove i pazienti per diffidenza e superstizione tardano ad arrivare. Lavoro in sala operatoria, ma anche escursioni in bicicletta e in jeep per andarli a cercare. Col tempo al Saint Kizito Hospital si devono inventare due piani: piano terra e piano letto.

Per poter realizzare i propri ideali bisogna ancora andare in Africa?
«Ho fatto un libro volutamente con una storia africana (il ricavato del libro sarà destinato a formare ostetriche per piccoli centri dell’Uganda), poi, ho scelto storie di ragazzi italiani di oggi. Storie semplici che parlano con il linguaggio della passione e ci raccontano possibilità di realizzazione di sogni normali. Italiani che non hanno compiuto imprese eclatanti: c’è chi ha rimesso in moto un antico mulino e punta sul biologico o chi ha rinnovato la tradizione di pesca alle acciughe del Tirreno e arriva a fondali più profondi o un’ex giornalista toscana che vende vino italiano in Cina. In tutti loro c’è la voglia di contrastare la convinzione che non ci sia più spazio per fare nulla. Il mio messaggio è quello ci alzare lo sguardo oltre la cantilena che dice che non c’è più niente da fare».

Nel sottotitolo del suo libro c’è appunto questo richiamo al non aver paura. Cosa ci vuole dire diventare grandi?
«Per me significa prendersi la responsabilità del proprio destino. Prendersi anche la colpa del proprio destino. Non si è abbastanza cresciuti quando si crede tutto non funziona per quello che sta fuori, per ciò che è oltre noi».

Un atteggiamento che si impara in famiglia? I suoi libri hanno sempre un sentimento contagioso di fiducia che sembra ispirato da maestri molto vicini.
«Soprattutto c’è la voglia di cercare. Le cose che ho raccontato di mia nonna sono comunissime per uomini e donne della sua generazione. Ho raccontato storie minime. La loro generazione era una generazione con molta energia e molto coraggio. Oggi si dice non ci siano più maestri, non ci siano più esempi. Io credo, piuttosto, che siamo talmente concentrati sull’istante e sul presente che non li andiamo a cercare. Dei ventuno nipoti, di questa signora, la cui lezione di vita nei suoi 94 anni è stata “non mollare mai”, io sono l’unico che ha avuto la voglia di ricostruire, che l’ha stimolata a raccontare».

Nel suo libro si legge “Il mondo ha ancora fame dello stile italiano”. E’ lo stile che ci salverà da questa brutta crisi?
«Solo se ci crediamo. Quello che succede adesso è che della bellezza, delle potenzialità di questo stile se ne accorgono molto più all’estero che da noi».

Non temete per noi la nostra vita sarà meravigliosa
di Mario Calabresi
Mondadori, pag. 132, euro 17,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Bocconi killer, un nuovo caso

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera. Bilancio comunale: avanzo di 54 milioni

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Parma

Coppini, sì del Consiglio all'iter per l'ampliamento della sede di strada Vallazza

La minoranza si divide fra astenuti e favorevoli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

Primarie Pd

Renzi, Emiliano e Orlando: divisi su tutto nel dibattito tv

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport