15°

Arte-Cultura

La ragione e l'impegno

0

 di Giuseppe Marchetti

Ricordo d'aver tenuto per molto tempo sulla scrivania nel '97, l'«Autobiografia» di Norberto Bobbio (di cui domani ricorrerà il centesimo anniversario della nascita) che Laterza aveva pubblicato a cura di Alberto Pepuzzi. Non riuscivo a staccarmi da quelle pagine che mi portavano la voce autorevole e sincera di un vecchio Maestro di cultura e di vita. Era la voce di un uomo che, riconoscendo anche i propri errori (alcuni diventarono pubblici con ovvie e sconsiderate polemiche) li sapeva mettere al loro posto accanto a quelle specie di riconosciuta saggezza che la durezza dei rapporti umani gli aveva insegnato e che la storia poi aveva filtrato nelle «lezioni» che tutti dicono di conoscere pur non imparandone mai le regole. Diceva Bobbio: «Per la maggior parte della mia vita ho avuto due compiti difficilissimi da svolgere: insegnare e scrivere. E confesso di essere sempre stato perseguitato dal dubbio di non essere all'altezza di questi due ardui impegni». E dunque già in quelle pagine composte vicino ai novant'anni - si spegnerà nel 2004 - il filosofo sembrava raccogliere il senso della propria lunga e operosa esistenza, che ora al compimento del centenario viene illustrata dal Meridiano Mondadori «Etica e politica», curato da Marco Revelli, e che comprende cinque ampie sezioni di scritti, dopo il saggio del curatore, la Cronologia e la Nota all'edizione: Autobiografia intellettuale, Compagni e Maestri, Valori politici e dilemmi etici, le Forme della politica e Congedo. Le Notizie sui testi, la Bibliografia e gli indici completano il volume.
Non  v'è dubbio che questo contributo così bene personalizzato e costruito criticamente, costituisca una lettura di gran pregio negli anni presenti sui quali s'abbattono le più avvelenate ideologie delle religioni, dei contrasti politici ridotti a teatrini di case di tolleranza e d'intolleranza, le passioni degli utili idioti e gli slogan gridati da individui senza ideali, ignoranti e presuntuosi dentro e fuori le scuole, le cellule e le parrocchie. Questa voce della Ragione  ci appare alta, solenne, un poco rassegnata ma soprattutto sola.
Risentiamola nella sua estrema e consapevole fermezza: «Desidero funerali civili in comune accordo con mia moglie e i miei figli. In un appunto del 10 maggio 1968 (più di trenta anni fa) trovo scritto: Vorrei funerali civili. Credo di non essermi mai allontanato dalla religione dei padri, ma dalla Chiesa. Me ne sono allontanato ormai da troppo tempo per tornarvi di soppiatto all'ultima ora. Come uomo di ragione e non di fede, so di essere immerso nel mistero che la ragione non riesce a penetrare sino in fondo, e le varie religioni interpretano in vari modi».
Aveva anche scritto che la nostra ragione non è un lume, ma un lumicino, e che tuttavia non abbiamo altro per procedere in mezzo alle tenebre. Gli scritti d'impegno civile che il Meridiano contiene non sono dunque solo gli esiti di una pur determinata e coscienziosa interpretazione del vissuto, bensì l'esito di un rapporto con la storia che lo studioso interpreta dentro e attorno a se stesso, nel pubblico che lo circonda e nell'intimo delle interrogazioni interiori. Così, allora, come non mancano i ricordi e i trepidi profili dei compagni di strada e dei Maestri, si evidenziano anche i termini dei problemi che nutrono o feriscono la società italiana ed europea del Novecento. Sfilano tra le pagine tanti nomi che ci sono cari, Piero Gobetti, Carlo Cattaneo, Umberto Cosmo, Augusto Monti, Benedetto Croce, Massimo Mila, Franco Venturi, Primo Levi, Leone Ginzburg: nomi che rifanno la storia di un secolo di «Italia civile», come scrive Bobbio, di quell'Italia che si pone tra politica e cultura alla ricerca di una «difficile democrazia» ma anche di un comportamento sociale che non si esaurisca in se stesso ma sappia proiettarsi nel futuro per il quale comunque Bobbio formula una domanda fondamentale e a suo modo drammatica: «E' incredibile quanto grande si sia dimostrata l'incapacità della nostra classe politica di fare le riforme che contano. Se non è capace di riformare la scuola, possiamo avere fiducia che sia in grado di riformare la Costituzione?». Ha quindi ragione Revelli quando afferma che Bobbio «aveva, nettissima, la consapevolezza della fine di un ciclo» tra «dimensione politica» e «riflessione esistenziale» in nome dello «Stato come regno della ragione». 
Questi richiami così  semplici e così netti ci sembrano tanto lontani: ecco perché siamo abituati a perdonarci tutti gli errori e gli svisamenti, ecco perché tanti oggi credono che la vita sia solo un affare, un commercio tra furbi e un sistema di interessi e di favori. Il mite Bobbio scuote la testa e ci insegna a ragionare: non possiamo e non dobbiamo dimenticarlo.
Etica e politica,  
Mondadori, pp 1715, euro 55,00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

Gazzareporter

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Chi ha votato con sms sarà rimborsato

mamma esce dalla stanza

20 milioni di like

La mamma che striscia batte Belen & co a colpi di clic

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Enogastronomia: domani un inserto di sei pagine

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

Lealtrenotizie

Scippava donne anziane a bordo del suo scooter: la polizia di stato arresta il responsabile

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

Elezioni amministrative

Manno si candida: "Con falce e martello vogliamo far tornare la speranza in città"

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

Traffico

Pericolo nebbia sulle strade: visibilità ridotta a 80 metri in A1 Foto

Incidente nella notte a Vicomero

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

Ci sono nuove date per semifinali e finali

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

12commenti

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

VIA VENEZIA

Investe una donna e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

6commenti

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Sindacato

Cgil Parma, gli iscritti superano quota 76.000

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

10commenti

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

1commento

LA SPEZIA

Rubava Epo all'ospedale per venderlo ai ciclisti

SOCIETA'

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

SPORT

parma calcio

Parma, manca l'insostituibile Baraye: Scaglia in attacco? Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv