-1°

Arte-Cultura

Ipotesi mute di una casalinga

0
di Anna Maria Dadomo 
Adesso poteva con serena bontà dedicarsi alle cose, piegarsi sollecita su loro, risentirle buone, adesso che il sonno  l’aveva restituita a se stessa  e le aveva regalato un’indistinta felicità, poteva prestare ascolto alla loro presenza, non sentirsi ferita dai loro muti rimproveri. Con «cose» intendeva  la miriade di lavori, incombenze domestiche che, se non si interveniva  energicamente subito, si accumulavano nel corso della giornata divenendo assillanti, fastidiose,  nella loro muta riprovevole attesa, persino nella loro ottusa immobilità. A volte, per non sentirle, andava in un’altra stanza, più defilata rispetto alla normale economia quotidiana,  o nascondeva la testa in un libro, in un giornale o, addirittura, usciva di casa - quasi una fuga - anche se, presto o tardi, sarebbe tornata e avrebbe dovuto  occuparsene. Ogni giorno c’era da  lavare stirare cucinare rifare i letti ed era  questa ripetizione continua sorda insonne, che assomigliava a una tortura e che giorno dopo giorno si ripeteva uguale, a sfiancarla, a  innervosirla. Come resistere? Soprattutto come continuare? Da anni  le cose le si ponevano di fronte  immutabili e stupide e lei doveva farsene carico. Ma  c’erano momenti in cui  avrebbe desiderato schiacciare quella rumorosa stupida lucidatrice, quell’insetto metallico ronzante e fastidioso, o spegnere la cappa e non cucinare più nessuna minestra, non friggere più nessuna bistecca, niente di niente. E questa furia che riusciva a controllare, che affiorava a volte con la rottura di un bicchiere, di un piatto, nei casi più manifesti  con il lancio di cibo pronto fuori dalla finestra  ai gatti che accorrevano, le sembrava bellissima. Nell’immaginata metodica  distruzione del nido familiare, e quindi del suo ruolo di casalinga, si figurava una festa colorata di calzini mutande camicie indumenti asciugamani riversarsi  dal balcone, gonfiarsi come improbabili paracadute, afflosciarsi a terra inermi e inoffensivi. E qui le era naturale  passare dalla cucina all’armadio. Che cosa  terribile gli armadi! Aprirli e desiderare immediatamente di  avere  un solo abito (uguale a quello di ricambio) da portare con un paio di sandali. Come San Francesco. Aprirli e accorgersi che le tarme hanno banchettato malgrado la naftalina e la canfora, le foglie  di lauro, che sono ingrassate con l’abito da sposa e il cappotto, che non hanno disdegnato neppure la pelliccia  ecologica e l’impermeabile foderato di morbido tartan inglese! Certo, era una plateale cinematografica vendetta quella che sognava ad occhi aperti, ma c’erano, per dirla con un luogo comune,  conti aperti  da sistemare, conti di anni e anni ancora da liquidare.  Ma alla sera era finita, per quel giorno era finita. E coricandosi provava gratitudine  per il letto che l’accoglieva. Le piaceva  il fruscio delle lenzuola, il buon odore di pulito che emanavano, persino la pallida fosforescenza del bianco la seduceva. Sentiva il suo corpo disarticolarsi come se la forza che fino a quel momento l’aveva  tenuto insieme e  alimentato,  venisse meno  e  ogni parte di lei, gambe braccia testa mani, uscisse dagli incastri divenendo una parte a se stante, autonoma. E lì, al buio, provava tenerezza per se stessa quando si accorgeva, nel primo  immediato torpore, che  la sua bocca era leggermente dischiusa. Qualcuno che l’avesse sorpresa in quell’abbandono, poteva  trovarla  vecchia e senza sogni. Invece lei si affidava, si abbandonava alla notte, al sonno, fiduciosa che sarebbero venuti sogni meravigliosi e che proprio loro, i sogni, come una tiepida corrente marina, l’avrebbero cullata e  portata lontano, chissà dove , e  restituita l’indomani a se stessa  di nuovo integra.    

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Patti Smith - A Hard Rain's Gonna Fall - Bob Dylan Nobelprize in literature 10 dec 2016

emozione

La Smith al Nobel (per Dylan) si ferma e riprende a cantare

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

fisco

Imu e Tasi: entro venerdì il saldo Come si calcola

Sconti per casa a figli e canoni concordati (Vademecum: video) - Le città più "care (Video)

Traffico

Ancora nebbia: visibilità ridotta a 100 metri in autostrada Tempo reale

lega pro

Parma: missione punti e continuità

Crociati in campo al Tardini, oggi, alle 14.30 contro il Teramo (Diretta sul sito)

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

inserto

L'Oroscopo 2017 domani con la Gazzetta di Parma

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba e kamikaze vicino allo stadio del Besiktas: 38 morti Foto Video

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti