21°

Arte-Cultura

Delitti e misteri: un giallo "sociale" nutrito di cronaca

Delitti e misteri: un giallo "sociale" nutrito di cronaca
Ricevi gratis le news
0

Il cadavere dell'assassinato arriva in pieno centro della città, sotto il ponte più antico: «Quel morto sembrava un proiettile sparato nel cuore di Parma». Il segno che Valerio Varesi lascia ben visibile in molte pagine del suo nuovo romanzo «Il commissario Soneri e la mano di Dio» (Frassinelli editore) è ben chiaro, è un segno di abile scrittura e narrazione, ma è anche un segno politico. Dunque, la sua capacità di scrittore affronta una nuova via di contenuti e di personaggi messi a teatro. Contenuti, personaggi, azioni, suggestioni, cronache e allusioni ad una certa storia dei nostri giorni, ci sono tutti. Varesi ha creato così un vero e proprio romanzo giallo storico, o, forse, storico perchè giallo. Ma non è tanto la vicenda che interessa il narratore, quanto piuttosto l'arte del trascinamento oggettivo che essa esercita, cioè il ruolo di motore per un'altra realtà che qui si nasconde, ma poi nemmeno tanto.
E non è un caso che il romanzo si tenga così, avvinghiato ai fatti dell'oggi con alcuni riferimenti ben precisi che nel corso delle indagini s 'arrampicano ora sull'Appennino abitato dai Fauni, ora tra i palazzi del potere in città.
Un tale reticolo di riferimenti offre a Varesi l'opportunità di creare quel romanzo che si nutre di cronaca, appunto, e che da essa trae linfa e suggestioni per alludere ad altro. Soneri resta comunque il punto di riferimento principale.
Ma al lettore accorto non sfuggiranno i sensi e i soprasensi di un'atmosfera sociale e antropologica che Varesi ha accanitamente studiata e descritta con quel suo svagato e solo apparentemente  occasionale piacere di citazioni e di accenni. Resta, ovviamente il fatto narrativo in quanto tale; e qui ancora una volta lo scrittore evidenzia bene le proprie doti descrittive e quel suo spiegarsi per dialoghi che riflettono bene il suo pensiero. «Il commissari Soneri e la mano di Dio» registra tuttavia una variante di gran pregio alla narrativa del genere oggi pullulante da ogni angolo della letteratura. La variante è annidata nella concezione del racconto medesimo che, pur vincolato alle  regole del «giallo», non le sopporta e non le subisce. Varesi dimostra di sapersi muovere fra droga, malversazioni, labili indizi, strade piene di neve in montagna, luoghi abbandonati dagli uomini - ma no da Dio - preti, poliziotti, trafficanti d'ogni genere, tavernieri ed extracomunitari, con mirabile scioltezza sino all'esito finale che sorprenderà non pochi lettori. Esito che vien dichiarato sino dal titolo, come se l'ultima vendetta fosse la punizione stessa di Dio inflitta a suo nome da don Pino novello profeta di una giustizia assoluta. 
Se in qualche momento il romanzo richiama d'istinto i torbidi inganni e i loschi affari del bevilacquiano «Giallo Parma» che tanto fece discutere la città circa quindici anni fa, complessivamente le vicende di Malpeli e soci  colpiscono di più per la semplicità e la schiettezza con le quali Varesi ha disposto l'arco della storia che, da vicenda individuale e personale, s'allarga ai fattori dell'ordine pubblico, ai vari malesseri  della società ricca e al degrado morale delle istituzioni. Il prete vendicatore don Pino è la mano di Dio che s'abbatte sui reprobi, ma è anche il simbolo di un novo moralismo che può colpire dovunque e comunque una volta azzerati il dovere e la cristiana pietà del perdono. Questa è la novità importante del romanzo, il suo vero nucleo risentito e severo che Varesi ha descritto con un'emozione teatralmente molto efficace, quasi barbara, ma tuttavia invocante l'ira dei giusti.G. M.
Il commissario Soneri e la mano di Dio - Frassinelli, pag. 279, 18
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY SERIE B LA VITTORIA CONTRO IL FLORENTIA FUNESTATA DA UN GRAVISSIMO EPISODIO

Amatori, Belli colpito da un pugno:

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

14commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

39commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

1commento

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

SOCIAL NETWORK

Motocross: impressionanti acrobazie Video

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro