21°

31°

MOSTRE

Leonardo genio assoluto

Milano, opere a Palazzo Reale fino al 19 luglio

Leonardo, «San Giovanni Battista»

Leonardo, «San Giovanni Battista»

0

Un genio universale per un’esposizione universale: Leonardo da Vinci, l’uomo simbolo del Rinascimento che ha sempre ricercato l’unità della conoscenza attraverso lo studio della geometria e delle scienze naturali con le loro leggi sintetizzandole mirabilmente nelle opere pittoriche, viene festeggiato a Milano – la città che l’ha ospitato per una ventina d’anni (1483-89, 1508-11) – con una memorabile mostra destinata a rimanere nella storia per la quantità e la qualità delle opere esposte e per il modo intelligente e approfondito con cui affronta le molteplici sfaccettature di questo poliedrico personaggio, che è partito come apprendista nella bottega fiorentina di Andrea del Verrocchio e che il brillante ingegno e la incessante curiosità hanno portato ad indagare in tantissimi campi della scienza dall’anatomia alla botanica, all’architettura, all’ingegneria, alla meccanica, all’ottica cogliendone singolari analogie.
Per approfondire e spiegare questo vulcano di idee sconfinate i due curatori della rassegna «Leonardo da Vinci 1452 – 1519. Il disegno del mondo» in corso a Palazzo Reale (fino al 19 luglio) Pietro Marani e Maria Teresa Florio hanno iniziato a lavorare cinque anni fa su incarico del Comune e dell’editrice Skira (cui si deve pure l’imponente catalogo) e sono riusciti a raccogliere oltre duecento opere – tra cui 49 dipinti, 20 sculture, 108 disegni di Leonardo – assicurate per due miliardi e mezzo e prestate dai più famosi musei come il Louvre, la Royal Collection e la Pinacoteca Ambrosiana. Alcuni sommi capolavori leonardeschi si trovano a fianco di altri di Botticelli, Antonello, Bellini, Ghirlandaio, Perugino, ma è soprattutto attraverso i disegni che si coglie pienamente il modo in cui si è espressa la multiforme genialità di Leonardo che viene evidenziata con la suddivisione della mostra in sezioni tematiche che consentono straordinari raffronti diretti. Ed è proprio «il disegno come fondamento» ad aprire il percorso: disegno che era alla base dell’istruzione nelle botteghe fiorentine e che l’artista ha ampiamente praticato e studiato. Disegna meccanismi, macchine, proiezioni prospettiche, ornamenti, panneggi; lo stupendo Volto femminile degli Uffizi col capo leggermene piegato e gli occhi socchiusi lo ritroviamo nella piccola «Annunciazione» (1476-80). Immersa in una luminosa tenerezza di sentimenti è la «Madonna della melograna» mentre Lorenzo di Credi scolpisce la sua con lucida cromia e Botticelli scandisce con miniaturistici raffinati particolari la «Fortezza». Ma il disegno più sorprendente è lo scenario architettonico in cui Leonardo colloca una rissa di cavalieri con una quantità di forme, gesti, azioni che non ci si stanca di «scoprire». E’ meraviglioso addentrarsi nei tanti fogli fitti di schizzi, individuando profili di giovani donne con occhi e nasi diversi, vecchi arcigni dalle gote pieghettate, bimbi che giocano, donne-madonne che allattano, fiere che si affrontano, profili abbinati. Nei paesaggi giovanili le rocce assomigliano a quelle di Perugino e Filippino Lippi. Dal Verrocchio, Leonardo ha imparato ad applicare alla pittura alcuni principi dinamici della scultura e si resta folgorati dall’incompiuto San Girolamo (il cui viso ricorda quello del busto del maestro) prosciugato e scavato da penitenze e digiuni, con lo sguardo affranto di doloroso misticismo, il quale ha il braccio destro teso con una pietra nella mano, pronto a colpirsi il petto. Sembra guardarlo da lontano un altro intrigante capolavoro, la «Belle Ferronière» (o Lucrezia Crivelli) seducente nell’intensità della sguardo. Altra fonte cui ha guardato Leonardo è stato l’antico come testimonia il famosissimo disegno dell’«Uomo vitruviano» inscritto in un cerchio e in un quadrato «ormai assurto a simbolo della civiltà occidentale».
Leonardo ha riportato le misure vitruviane ma le ha anche rifatte dopo verifiche anatomiche, rilevando «tanto apre l’homo ne’ le braccia, quanto è la sua altezza» e trovando che il piede è la settima parte dell’altezza di una persona. Ispirati alla classicità sono pure i profili dei condottieri così come lo studio dei cavalli si rifà alla statuaria antica: lo documentano i progetti per i monumenti equestri a Francesco Sforza e a Gian Giacomo Trivulzio che però non vennero mai realizzati. Tra i soggetti mitologici la «Leda», di cui resta una copia, e il potente, dinamico disegno di Nettuno con la quadriga di cavalli marini. Dall’antico al moderno, ai «moti dell’anima» che si rivelano non solo nel viso ma attraverso i gesti come vediamo nei coinvolgenti disegni a penna della «Madonna col Bambino e un gatto» e della «Madonna col Bambino, Sant’Anna e un agnello» avvolti in un affettuoso movimento fisico e spirituale. Poi l’eccezionale, indimenticabile incontro col «Musico» dell’Ambrosiana mirabilmente concentrato nei suoi pensieri, col notabile siciliano dal sorriso beffardo di Antonello da Messina e col poeta laureato rappresentato all’antica da Giovanni Bellini. E subito dopo l’incantevole «Scapiliata» eterea e sognante della Galleria Nazionale di Parma, che però resterà poco più di un mese per ragioni conservative.
Tante le macchine progettate: scavatrici, argani, carri da guerra, mortai, maglio battiloro; e quelle sognate, per respirare sott’acqua, per volare. Nel finale da un inquietante tenebroso fondale emerge, luminosa e sfumata, la stupenda, ambigua, conturbante, figura di San Giovanni Battista – supremo capolavoro - che col dito alzato ci indica il mistero del Cielo, universo oscuro, mentre i suoi capelli ondulati ci ricordano i frenetici, travolgenti e sconvolgenti gorghi dei disegni del Diluvio: la forza irrazionale, distruttrice di quella natura che Leonardo per decenni ha cercato di spiegare e rappresentare razionalmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Registrato un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso

sanità

Un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso in due vie Video

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

3commenti

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

2commenti

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

1commento

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

1commento

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

1commento

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Moto

Valentino Rossi da leggenda ad Assen, battuto Petrucci

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse