-2°

cultura

2 giugno 1946: Parma scelse la Repubblica

La Gazzetta diede la notizia con un'edizione straordinaria lanciando un monito: costruire un'Italia nuova. In 160.284 per la nuova forma di governo. La monarchia ebbe invece 63.335 voti

2 giugno 1946: Parma scelse la Repubblica
Ricevi gratis le news
0

S otto la testata campeggia la scritta «organo provinciale del C. L. N.». E certo quell’«edizione straordinaria» della Gazzetta di Parma è rimasta come un documento storico straordinariamente prezioso per la memoria del nostro territorio, inserito nell’incessante fluire dei grandi eventi della storia. Era mercoledì 5 giugno 1946 quando il giornale annunciò a caratteri cubitali: «La Repubblica ha vinto».
Netti i risultati nella nostra provincia: 160.284 persone votarono per la soluzione repubblicana, 63.335 per quella monarchica.«Esser degni dell’ora»: così titolava l’editoriale, aggiungendo tra l’altro nel pezzo: «Una grande ora, di giubilo e di speranza, batte sull’Italia.
Anni e anni di inquietudini impotenti, l’angoscia di una guerra dilaniatrice ed ingiusta, l’avvilimento di armate straniere accampate sul nostro suolo, tutto questo è cancellato da un grande volo di speranze».
Ma che cosa significava essere degni della situazione? «Trasfigurare la scelta repubblicana in un alacre impegno di moralità e di vita nuova; proiettare il verdetto delle urne nella dimensione della storia; riempire le bianche pagine di quest’ultima che ci stanno davanti con un linguaggio, un nerbo, una serietà che per l’addietro non c’erano e che ora, se l’esultanza non c’inganna, ci pare di poter districare, come loro succo e significato più alti, dai milioni di schede che hanno evocato domenica il fantasma di una nuova Italia».
Già, ma quel 2 giugno fu importante anche per stabilire i rapporti di forza all’interno dell’Assemblea Costituente. E gli elettori parmigiani si espressero in questo modo: ai comunisti andarono oltre 67mila voti, ai democristiani quasi 73mila, ai socialisti – prima forza politica uscita dalle urne – 73.426 preferenze, mentre veleggiavano appena sopra i 4mila voti Qualunquisti, Unione Democratica e Repubblicani; la Concentrazione Repubblicana ottenne infine 1677 preferenze. Osservando questi dati e comparandoli con quelli di Reggio Emilia e Modena, si rileva una tendenza poi confermata nei decenni successivi: là, a differenza di Parma e Piacenza, il primato indiscusso spettava al Partito comunista, d’altra parte, aveva trionfato nettamente la Repubblica, con 179.374 voti a Reggio (rispetto ai 44.972 della monarchia), 204.049 a Modena (rispetto a 67.038), 96.991 a Piacenza (rispetto a 65.456). Ma la prima pagina della «Gazzetta» di quel giorno non era riservata soltanto ai grandi eventi politici che impressero una svolta decisiva alla storia dell’Italia: era ben presente anche la politica internazionale con un interessante intervento sull’Inghilterra «al bivio» in campo economico: «Necessità di esportare il doppio dell’anteguerra» sottolineava il titolo. E ancora: riflettori puntati sulla ripartizione dei seggi per la Costituente francese, sui «beni tedeschi in Svezia», sulle «dichiarazioni di Bevin per le frontiere italo-jugoslave».
Insomma, con queste scelte giornalistiche, la «Gazzetta» sembrava lanciare un monito: occorreva ricostruire un’Italia aperta, consapevole e su basi nuove, in un contesto internazionale che era in rapidissima evoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260