22°

32°

cultura

2 giugno 1946: Parma scelse la Repubblica

La Gazzetta diede la notizia con un'edizione straordinaria lanciando un monito: costruire un'Italia nuova. In 160.284 per la nuova forma di governo. La monarchia ebbe invece 63.335 voti

2 giugno 1946: Parma scelse la Repubblica
Ricevi gratis le news
0

S otto la testata campeggia la scritta «organo provinciale del C. L. N.». E certo quell’«edizione straordinaria» della Gazzetta di Parma è rimasta come un documento storico straordinariamente prezioso per la memoria del nostro territorio, inserito nell’incessante fluire dei grandi eventi della storia. Era mercoledì 5 giugno 1946 quando il giornale annunciò a caratteri cubitali: «La Repubblica ha vinto».
Netti i risultati nella nostra provincia: 160.284 persone votarono per la soluzione repubblicana, 63.335 per quella monarchica.«Esser degni dell’ora»: così titolava l’editoriale, aggiungendo tra l’altro nel pezzo: «Una grande ora, di giubilo e di speranza, batte sull’Italia.
Anni e anni di inquietudini impotenti, l’angoscia di una guerra dilaniatrice ed ingiusta, l’avvilimento di armate straniere accampate sul nostro suolo, tutto questo è cancellato da un grande volo di speranze».
Ma che cosa significava essere degni della situazione? «Trasfigurare la scelta repubblicana in un alacre impegno di moralità e di vita nuova; proiettare il verdetto delle urne nella dimensione della storia; riempire le bianche pagine di quest’ultima che ci stanno davanti con un linguaggio, un nerbo, una serietà che per l’addietro non c’erano e che ora, se l’esultanza non c’inganna, ci pare di poter districare, come loro succo e significato più alti, dai milioni di schede che hanno evocato domenica il fantasma di una nuova Italia».
Già, ma quel 2 giugno fu importante anche per stabilire i rapporti di forza all’interno dell’Assemblea Costituente. E gli elettori parmigiani si espressero in questo modo: ai comunisti andarono oltre 67mila voti, ai democristiani quasi 73mila, ai socialisti – prima forza politica uscita dalle urne – 73.426 preferenze, mentre veleggiavano appena sopra i 4mila voti Qualunquisti, Unione Democratica e Repubblicani; la Concentrazione Repubblicana ottenne infine 1677 preferenze. Osservando questi dati e comparandoli con quelli di Reggio Emilia e Modena, si rileva una tendenza poi confermata nei decenni successivi: là, a differenza di Parma e Piacenza, il primato indiscusso spettava al Partito comunista, d’altra parte, aveva trionfato nettamente la Repubblica, con 179.374 voti a Reggio (rispetto ai 44.972 della monarchia), 204.049 a Modena (rispetto a 67.038), 96.991 a Piacenza (rispetto a 65.456). Ma la prima pagina della «Gazzetta» di quel giorno non era riservata soltanto ai grandi eventi politici che impressero una svolta decisiva alla storia dell’Italia: era ben presente anche la politica internazionale con un interessante intervento sull’Inghilterra «al bivio» in campo economico: «Necessità di esportare il doppio dell’anteguerra» sottolineava il titolo. E ancora: riflettori puntati sulla ripartizione dei seggi per la Costituente francese, sui «beni tedeschi in Svezia», sulle «dichiarazioni di Bevin per le frontiere italo-jugoslave».
Insomma, con queste scelte giornalistiche, la «Gazzetta» sembrava lanciare un monito: occorreva ricostruire un’Italia aperta, consapevole e su basi nuove, in un contesto internazionale che era in rapidissima evoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti