13°

30°

Arte-Cultura

Armando, libri e umanità

Armando, libri e umanità
0
Giuseppe Marchetti
Compiendosi un anno dalla morte di Armando Marchi, gli amici lo ricorderanno domani nella Biblioteca Palatina alle 16 assieme ai suoi familiari con una serie d'interventi che ha per titolo «Ricordare Armando. Percorsi di una vita fra libri e ricordi».

Saranno presenti Davide Barilli, Antonio Mascolo, Giulio Sapelli,  chi scrive queste note e  altri amici di Armando. Un profilo di Armando deve per forza partire  dall'affetto che ci legò. Noi, provenienti da generazioni, studi e impegni diversi avevamo in comune uno scopo: quello di formare un gruppo che fosse in grado di ripetere, sia pure attraverso esperienze condizioni di lavoro e umane differenti, la suggestiva immagine di una cultura parmigiana degna dei momenti migliori dell'aurea Parma settecentesca e dei vivaci interessi che l'indimenticabile civiltà dei caffè aveva creato negli anni Trenta e Quaranta del Novecento. Marchi, che proveniva da una profonda conoscenza del XVIII secolo in Francia e in Italia, collegava, a nostro giudizio, molto bene i nostri intendimenti. Aveva lavorato nella casa editrice Pratiche. Sarebbe transitato successivamente  alla Guanda e poi verso un'altra casa editrice di prestigio come la Boringhieri dopo aver dato il proprio contributo anche agli Editori Riuniti. Ma Marchi non poteva dimenticare il lavoro che si era espresso per lui in quel volume «Dovuto all'abate Chiari. Appunti sul romanzo del Settecento italiano» e nei successivi lavori dedicati a Castione della Torre di Rezzonico altro non minore testimone della nostra cultura e delle sue aperture europee. A questi lavori si aggiunse l'impegno del cosiddetto «secondo Raccoglitore» negli anni Ottanta che Baldassarre Molossi volle mettere alla prova per rinverdire le ottime esperienze del primo degli anni Cinquanta. L'esperimento ripartiva ancora una volta dalle pagine della vecchia ma sempre nobile «Gazzetta». Fu pensata una nuova grafica, fu disegnata una nuova impaginazione e Armando si circondò di nuovi collaboratori tra i quali spiccava Marzio Pieri. Il  «Nuovo Raccoglitore» però era destinato a perdere, via via che il tempo passava, i suoi pezzi migliori.  Anche Marchi si accorse di questa lenta rinuncia che era nello stato delle cose, non nell'incapacità dei collaboratori di realizzarle. Quando il supplemento si chiuse diventò responsabile della Guanda, tornata dopo molti anni a Parma nella sede di via Repubblica. Dopo le esperienze nell'editoria trovò in un ambito molto particolare della Barilla la sua nuova attività lavorativa.  Ma i suoi progetti non si spensero, anzi tornavano più e più volte sotto il segno acuto e stimolante di contributi critici di notevole impegno e livello letterario dove avvertivi facilmente sia la nostalgia per gli studi passati, sia il bisogno di proiettarne nel presente l'importanza e la necessità, con lucida ironia e piena consentaneita di vita e di convinzioni.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Incidente a Werhlein, resta "appeso" nella Sauber

Monaco

Incidente in pista: Werhlein si ribalta, ecco il video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Code in A1

Autostrada

Incidente: 3 chilometri di coda in A1. Problemi anche in Autocisa

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

berceto

Scontro tra moto sulla strada del Cento Croci: cadono in tre

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

3commenti

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere: c'è chi parla di scelta azzardata

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

traffico

Autovelox: i controlli fra il 29 maggio e il 1° giugno

1commento

salso

Terme, via libera alla liquidazione

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

PARMA

Gag, solidarietà e... abbracci gratis: i clown di corsia in piazza Garibaldi Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ravenna

Blue Whale: la Polizia "salva" una studentessa di 14 anni

gran bretagna

Computer in tilt, aerei della British Airways ancora a terra

WEEKEND

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover