12°

Arte-Cultura

Armando, libri e umanità

Armando, libri e umanità
Ricevi gratis le news
0
Giuseppe Marchetti
Compiendosi un anno dalla morte di Armando Marchi, gli amici lo ricorderanno domani nella Biblioteca Palatina alle 16 assieme ai suoi familiari con una serie d'interventi che ha per titolo «Ricordare Armando. Percorsi di una vita fra libri e ricordi».

Saranno presenti Davide Barilli, Antonio Mascolo, Giulio Sapelli,  chi scrive queste note e  altri amici di Armando. Un profilo di Armando deve per forza partire  dall'affetto che ci legò. Noi, provenienti da generazioni, studi e impegni diversi avevamo in comune uno scopo: quello di formare un gruppo che fosse in grado di ripetere, sia pure attraverso esperienze condizioni di lavoro e umane differenti, la suggestiva immagine di una cultura parmigiana degna dei momenti migliori dell'aurea Parma settecentesca e dei vivaci interessi che l'indimenticabile civiltà dei caffè aveva creato negli anni Trenta e Quaranta del Novecento. Marchi, che proveniva da una profonda conoscenza del XVIII secolo in Francia e in Italia, collegava, a nostro giudizio, molto bene i nostri intendimenti. Aveva lavorato nella casa editrice Pratiche. Sarebbe transitato successivamente  alla Guanda e poi verso un'altra casa editrice di prestigio come la Boringhieri dopo aver dato il proprio contributo anche agli Editori Riuniti. Ma Marchi non poteva dimenticare il lavoro che si era espresso per lui in quel volume «Dovuto all'abate Chiari. Appunti sul romanzo del Settecento italiano» e nei successivi lavori dedicati a Castione della Torre di Rezzonico altro non minore testimone della nostra cultura e delle sue aperture europee. A questi lavori si aggiunse l'impegno del cosiddetto «secondo Raccoglitore» negli anni Ottanta che Baldassarre Molossi volle mettere alla prova per rinverdire le ottime esperienze del primo degli anni Cinquanta. L'esperimento ripartiva ancora una volta dalle pagine della vecchia ma sempre nobile «Gazzetta». Fu pensata una nuova grafica, fu disegnata una nuova impaginazione e Armando si circondò di nuovi collaboratori tra i quali spiccava Marzio Pieri. Il  «Nuovo Raccoglitore» però era destinato a perdere, via via che il tempo passava, i suoi pezzi migliori.  Anche Marchi si accorse di questa lenta rinuncia che era nello stato delle cose, non nell'incapacità dei collaboratori di realizzarle. Quando il supplemento si chiuse diventò responsabile della Guanda, tornata dopo molti anni a Parma nella sede di via Repubblica. Dopo le esperienze nell'editoria trovò in un ambito molto particolare della Barilla la sua nuova attività lavorativa.  Ma i suoi progetti non si spensero, anzi tornavano più e più volte sotto il segno acuto e stimolante di contributi critici di notevole impegno e livello letterario dove avvertivi facilmente sia la nostalgia per gli studi passati, sia il bisogno di proiettarne nel presente l'importanza e la necessità, con lucida ironia e piena consentaneita di vita e di convinzioni.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

Un fotogramma che mostra il lancio di una bottiglia contro la troupe.

striscia

Brumotti aggredito dai pusher anche a Padova

5commenti

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

GAZZAFUN

Quiz, lo sapete come si affrontano le piste ciclabili?

Fausto Leali sui social, "io derubato da 4 slavi"

MONZA BRIANZA

Fausto Leali sui social: "Derubato da quattro slavi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Operaio e ladro: avrebbe rubato 4500 euro di merce dalla ditta

PARMA

Rubava materiali idraulici nella sua ditta e li rivendeva: arrestato operaio 40enne Video

Denunciato uno zio, residente a Maranello

1commento

METEO

Nel weekend arrivano piogge in Emilia e neve in Appennino

Allerta gialla per l'Emilia occidentale

PARMA

Lei non lo ama, lui la minaccia e dà coltellate al portone per entrare

Serata di follia in via Pedretti: denunciato un 31enne

via Bixio

Imbrattato il linguistico del Marconi Gallery

Carpi-parma

D'Aversa: "Attacco? Aspettiamo domani" Video - I convocati

La testimonianza

«Plagiata e poi schiavizzata: vi racconto il mio incubo»

Il Giardino

Il Parco Ducale «occupato» da spacciatori e alcolizzati

41commenti

PARMA

I ladri si arrampicano sui tubi: quattro furti in poche ore

PARMENSE

Terremoto: lieve scossa tra Fornovo e Varano

VERSIONE DIGITALE

Black Friday: la Gazzetta a 0,50€ al giorno

tg parma

Coin di via Mazzini: si fa strada l'ipotesi di un cambio con Ovs Video

Black Friday: è il giorno della caccia allo sconto nei negozi

Traversetolo

Tre anni di carcere al bullo che rapinava i coetanei

2commenti

Tribunale

Pusher tentò di uccidere un carabiniere: condannato a 7 anni

3commenti

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

4commenti

SEMBRA IERI

Tutti pazzi per la tombola! (1996)

Borgotaro

Tre furti in tre abitazioni lo stesso giorno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'autonomia regionale e quel ponte chiuso

di Stefano Pileri

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

REGGIOLO

Omicidio nel Reggiano: 31enne cutrese ucciso a colpi di pistola

BRESCIA

Lascia in auto le figlie per giocare alle slot machine: denunciato. Verso l'adozione

SPORT

Formula 1

Abu Dhabi, Hamilton davanti a Vettel

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Chi vuole adottare Willy?

FIORENZUOLA

Prostituta legata, imbavagliata e gettata fuori dall'auto: arrestato 52enne

MOTORI

motori

Confronto tra KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery