-2°

Arte-Cultura

Razzismo, vergogna infinita

Razzismo, vergogna infinita
0

Il negazionismo («Macché gas, Auschwitz aveva la piscina»); l’onda malata dei partiti etnici, le loro milizie e i loro giustizieri («Dagli all’immigrato», dal Tamigi al Don); i musi gialli e, soprattutto, quelli neri («Fratelli sì, ma con le catene»); i gay, gli zingari, il disprezzo antico e nuovissimo per i disabili.
Tutto il peggio di noi che emerge e riemerge, oggi come ieri, nei secoli dei secoli. Noi e gli «altri».
Rapporto difficile, quasi impossibile, spesso feroce. E lo è sempre stato. Come dimostra Gian Antonio Stella in «Negri, froci, giudei & Co. L'eterna guerra contro l'altro», l’ultimo dei suoi affreschi su quanto di orribile l’Italia e il mondo hanno saputo e ancora sanno offrire. La vita sociale in tutte le epoche non ha mai risparmiato sofferenze, ma oggi, proprio quando un afroamericano diventa presidente degli Stati Uniti, la piega presa è paradossale.
Se ieri l’ignoranza poteva (in piccola parte) giustificare gli eccessi, in questa età supertecnologizzata tutto appare ancora più osceno: l’odio inonda il web; negli stadi i cori più crudeli sono riservati ai giocatori di colore (non importa se fanno gol a raffica, sono neri); gli omosessuali sono le prede da massacrare nelle sempre più numerose e organizzate spedizioni squadristiche; il rimpianto per Hitler e i suoi è intensissimo, la xenofobia fa le fortune elettorali; dei disabili si filmano i pestaggi e poi le immagini vengono con fiero vanto diffuse on line; ai barboni si dà fuoco (e quando poi sono morti nei titoli di giornali e tg li si chiama clochard), i rom si cacciano, in tutti e due i sensi. Seguono tragici eccetera. Il libro è una miniera di informazioni e rimandi, una documentatissima disamina dai dettagli miniati con impietosa certosinità, un dizionario di ogni insopportabile nefandezza: così possiamo vergognarci molto o anche solo un po', dipende dalla quantità e profondità dei nostri pregiudizi, dovuti a quello che non ci hanno insegnato o a quello che non abbiamo voluto imparare e comprendere. Dalla peste alla crisi di Wall Street «è sempre stata colpa degli ebrei». C'entrano perfino con l’affondamento del Titanic («voluto per fare morire gli ebrei ricchissimi che erano a bordo e fondare la Federal Reserve Bank attraverso la mediazione dei cavalieri di Malta»).  Sui siti Internet l’avversione violenta per gli israeliti si gonfia in tutti i modi. E non schiacciano il pedale a fondo solo i neonazisti, ma anche certi paranoici ipercattolici. Uno, per esempio, che non ha digerito la richiesta di perdono fatta da Giovanni Paolo II al popolo di Israele, dà a questa svolta la seguente spiegazione: Wojtyla era un giudeo. Da dove può nascere un’idea simile? «Dagli scritti di Yaakov Wise, studioso di genealogie ebraiche che abita a Manchester e che sostiene di avere accesso a informazioni vietate ad altri storici. Secondo lui, il Papa sarebbe stato un infiltrato ai vertici della chiesa per stravolgerne l’anima». Poi ci sono i rom, la cui disgraziata impopolarità deriverebbe dal quarto chiodo della croce, quello rubato da uno zingaro al centurione che doveva conficcarlo nel cuore di Gesù. Il quale, riconoscente, avrebbe dato a quella stirpe la licenza divina di derubare i gagiò, cioè tutti coloro che zingari non sono. Una leggenda. Ma di lì trarrebbe origine una persecuzione mai finita, lager inclusi. Inutile ricordare che anche gli italiani sono stati oggetto di ostracismi spietati in Occidente. Proprio quegli italiani che oggi non lesinano niente in tema di razzismo. Il libro si conclude con un indice ragionato dello stupidario dei fanatici, un’appendice dedicata agli ideologi più nefasti, di cui vengono elencati gli spropositi delirio per delirio e dai quali si può apprendere che «la mamma dei negri resta incinta per anni», «i tedeschi fanno la pipì coi piedi», «la donna bianca si accoppiò con le bestie», «i pederasti sono spie comuniste», «gli israeliti sono tutti stonati» (dunque anche la Streisand, Art Garfunkel, Bob Dylan, Michael Bolton e il Trio Lescano). E c'è anche il manuale per invertire gli invertiti.
Negri, froci, giudei & Co. L'eterna guerra contro l'altro Rizzoli, pag. 331,  19,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto