-2°

Mostra

Bacco, anima dei pennelli

Opere a Verona nel Palazzo della Gran Guardia fino al 16 agosto. In esposizione anche sculture e oggetti di oreficeria e porcellana. Il rapporto tra arte e vino nella storia della pittura: capolavori di Tiziano, Carracci, Ribera, Morandi e molti altri maestri che si sono espressi sia nei soggetti religiosi sia nelle scene di carattere profano

Bacco, anima dei pennelli

L'

0

 

 

Non poteva svolgersi che a Verona, sede del Vinitaly, in concomitanza con l’Expo una mostra su «Arte e vino» (Palazzo della Gran Guardia fino al 16 agosto) curata da Annalisa Scarpa e Nicola Spinosa – come il catalogo edito da Skira – che con circa duecento opere tra dipinti, sculture, oggetti d’oreficeria, di porcellana, di vetro racconta tutto il vastissimo mondo che gira intorno al vino e che va dalla materia prima (l’uva) alla bevanda, alle sue implicazioni di carattere religioso, mitologico, allegorico, ai recipienti contenitori, oggetti d’uso oggi diventati da collezione e che sottolineano l’importanza delle cosiddette arti applicate. Un campo amplissimo con tante sfaccettature, che coinvolge i più grandi artisti dal Rinascimento ad oggi, da Tiziano, Lotto, Carracci fino a Picasso e Modigliani, i quali rendono questa rassegna uno spettacolo unico e di altissima qualità. L’uso del vino per feste e banchetti è testimoniato fin dal periodo paleobabilonese (2000 – 1500 a. C.) da fonti documentarie che ne descrivono anche le diverse tipologie: doveva essere dolce «principalmente rosso e diluito, veniva paragonato al sangue della vite o della terra». In Italia la cultura della vite l’hanno portata i coloni greci e si è diffusa in tutto il paese; di terreni pregiati con vigne parla la «Tabula Cortonensis» in bronzo del II secolo a. C. esposta all’inizio del percorso insieme a «oinochoe» e calici in bucchero usati dagli etruschi nei banchetti. L’uva compare in tanti fregi medievali e nel Rinascimento col vino sono i protagonisti di scene bibliche e mitologiche. Uno dei momenti fondamentali della religione cristiana è l’Ultima cena quando Cristo dice «Questo è il calice del mio sangue…. Sarà sparso in remissione dei peccati». Tanti artisti hanno raccontato questo episodio che Tiziano scandisce con partecipe commozione nel momento più significativo. Ed è sorprendente l’allegoria di un pittore nordico della fine del ‘500 che pone Cristo con la croce sulle spalle mentre pigia l’uva in una tinozza in cui versa anche il suo sangue che si mescola al succo che esce, raccolto in un calice da due angeli. Le «Nozze di Cana» offrono il pretesto a Leandro Bassano e a Luca Giordano di descrivere con ricchezza di particolari i banchetti nuziali in un ambiente contadino, il veneto, con dolcetti, frutta e vino bianco e in un salone signorile, il napoletano, con dame ingioiellate e piatti golosi. Lorenzo Lotto col solenne «Sacrificio di Melchisedech» ci conduce nella narrazione biblica dove talvolta si abusa del vino con conseguenze boccaccesche per Noè addormentato per le troppe libagioni e deriso dai figli (così per De Ferrari, Giacinto Brandi, Giordano). Più scabrosa la piccante vicenda di «Lot e le figlie» rappresentata qui da undici artisti con sfumature diverse. I napoletani Stanzione, Cavallino, Caracciolo accentuano l’atmosfera greve con un realismo cupo e complici sciabolate luminose; il ligure Fiasella ne fa un racconto più d’affetto che di sensi a differenza dell’Assereto che punta con rubensiana corposità materica sull’intensità emotiva; Pietro Ricchi coinvolge lo spettatore con torbide sfumature di luce; Bartolomeo Guidobono è particolarmente attento alla sfarzosità delle stoffe e alla rigogliosità della natura. Legata al sacro è la produzione dei calici con una coppa d’agata del I secolo, un calice d’onice del X secolo e poi calici in argento dorato sempre più complessi con incisioni, cesellature, statuette. L’altro grande filone legato al vino e soprattutto all’uva è la mitologia dove impera Bacco-Dioniso il dio più rappresentato dai greci. Annibale Carracci l’ha dipinto grande «al naturale» con robustezza scultorea. Il classicheggiante Guido Reni ha preferito rappresentarlo bambino, sorridente col capo ornato di pampini e grappoli d’uva mentre regge una coppa colma di vino bianco. Giovanetto seducente con grazia barocca lo mostra il romano Salini mentre il caravaggesco Manfredi gli dà tratti contadineschi. Nei diversi atteggiamenti di Bacco e di Sileno si notano «le differenze e le similarità tra varie scuole, tra varie espressioni territoriali in un rimbalzo di stili e percezioni». Bacco e Arianna offrono altri esempi. Poussin li dipinge festosi in un poetico paesaggio silvestre e Luca Giordano sottolinea armonicamente il dolce momento dell’innamoramento. Nel Settecento Sebastiano Conca racconta il loro incontro con leggerezza arcadica. «Sileno ebbro» è uno dei sommi capolavori di Ribera per l’espressione carica di realismo dei protagonisti nel godimento della libagione: gioiosità del bere che nell’ambito di Rubens viene interpretata nella trionfante opulenza carnale. Negli anni successivi del rococò Sebastiano Ricci e Francesco Zuccarelli trasformano il baccanale in danze leggiadre tra boschetti con testimonianze antiquarie. Nell’Ottocento l’Ebe di Gaspare Landi e quella di Locatelli sono due giovani di casta nudità e i paesaggi di Nomellini e Tito brillano di sole e di grappoli maturi. Il realismo nel Novecento cede ad altri linguaggi ma gli oggetti non scompaiono. Nel «Vaso bicchiere e libro» Picasso mostra le prime sintesi cubiste, Depero serrati «Riti d’osteria», Sironi solide bottiglie, più fragili in De Pisis, poetiche in Morandi mentre Guttuso preferisce i fiaschi. Parata finale con oggetti di squisita fattura: settecentesche fiasche di rame; cinquecentesche maioliche di Deruta, Castelli, Urbino; porcellane di Meissen, Capodimonte, Sévres; calici di Murano per il brindisi conclusivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto