14°

Arte-Cultura

Milena, un'anima allo specchio

Milena, un'anima allo specchio
0

 Edda Lavezzini Stagno

Aveva tutto per entrare nel mito questa donna giovane, bella, ed elegante. E’ una storia curiosa, un po’ fiabesca, un poco avvolta nel mistero, quella di Milena Pavlovic Barilli, che comincia con le due differenti date di nascita, avvenuta nella casa del nonno materno Pavlovic a Pozarevac: 23 ottobre per il calendario giuliano e 5 novembre 1909 per il calendario gregoriano. Che diventasse una grande artista era scritto nel suo destino. Quei Barilli, da parte del padre Bruno, compositore e critico musicale, sono a Parma una vera e propria dinastia artistica. Tutta la loro storia si dipana tra pittura, letteratura e musica. Milena Pavlovic Barilli mostra presto il suo talento, dimostra in fretta di essere una donna che cerca di volare libera sopra le convenzioni del tempo. E’ una poetessa che diventa pittrice, una diva armata di pennello. Oggi, a onorare l’artista di origine italiana, la più importante rappresentante del surrealismo nella pittura serba, per ricordare i cento anni dalla nascita, si muovono molte città serbe oltre alla capitale, e molte altre città europee. Roma non vuole essere da meno e, con la Soprintendenza alla Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, ospita fino al 30 gennaio, al Museo Andersen una mostra curata da Jelica Milojkovic della Galleria Milena Pavlovic di Požarevac e Žana Gvozdenovic del Museo di Belgrado. Il materiale esposto è una parte dell’opus di Milena che raccoglie 894 opere. Qui, nel piccolo museo di Via Stanislao Mancini, un tempo residenza e atelier dello scultore Andersen, ammiriamo 41 tra oli su tela, tempere, pubblicazioni, fotografie d’epoca  e oggetti personali. Di particolare interesse sono i suoi disegni di moda fatti in America, quando collabora con le più prestigiose riviste del settore (da Vogue a Harper’s Bazaar), quando disegna abiti e scarpe da donna o si dedica a soluzioni grafiche per la pubblicità di cosmetici e  gioielli. Le sue illustrazioni sono molto richieste e Milena è considerata tra quelli che più hanno contribuito a dare alle riviste di moda americane la loro tipica veste grafica. Guardando attentamente l’insieme dell’opera di  Milena Pavlovic Barilli, si leggono diversi generi stilistici: quello «lineare-magico» e quello «metafisico-rinascimentale» rappresentati da diverse opere tra le quali «Autoritratto con velo» nel quale l’artista ha uno sguardo stupito e curioso, un naso aristocratico, un po’ somigliante a quello di Greta Garbo, e «Ritratto con guanto nero». Attraverso i dipinti dell’enigmatica, affascinante signora si può occhieggiare nella sua suggestiva vita, ricca di amicizie, di amicizie internazionali per la facilità con la quale Milena si sposta da una metropoli all’altra. Già a due mesi fa il primo viaggio in Italia col papà e la bellissima mamma Danica che vediamo in un ritratto del 1931. Dopo la Scuola Reale d'Arte a Belgrado comincia per lei una vita movimentata, caratterizzata da continui spostamenti e soggiorni, a Nizza, Monaco di Baviera, Madrid, Londra, Parigi. Tutte città che la travolgono in un lavoro spasmodico, in continui studi, in contatti che la fanno crescere fino a raggiungere una maturità e un’eccellente personalità artistica. Da ultimo Roma, dove mostra i suoi lavori insieme ai rappresentanti dell'avanguardia artistica contemporanea come De Chirico, Savinio, Lhote. Poi, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, nell'agosto del 1939, Milena parte per New York. Vi rimane fino alla morte, avvenuta nel 1945 in circostanze  ancora misteriose (forse per le conseguenze di una caduta da cavallo). Attraverso i dipinti esposti a Roma si può leggere una certa inquietudine. L'intera opera dell'artista serbo-italiana è permeata da sensibilità e spirito irrequieto, che nascondono ansie, nostalgie e…presentimento. Soprattutto nell'ultima fase della sua creazione, sia la pittura sia la poesia cedono a accenni metafisici e di sogno, nelle quali molti vedono l'influsso anche di Giorgio de Chirico. La mostra è accompagnata da un catalogo che riporta poesie, lettere affettuose, una in cui Milena annuncia al padre il matrimonio con Tomaso Gosselin, documenti significativi che testimoniano la stima verso Milena da parte di personaggi come Giancarlo Menotti  (Milena realizzò i costumi del balletto «Sebastian») con il quale nacque una affettuosa collaborazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

pacciani commenta

"Parma poco brillante: ma contano i tre punti" Video

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

9commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

8commenti

ITALIA/MONDO

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia