-5°

Cultura

Aurea Parma, la Storia come linfa del presente

Nel primo fascicolo del 2015 la redazione parla di provvedimento "umiliante, ingiusto e immotivato". Dura presa di posizione contro il declassamento della Palatina e della Galleria Nazionale

Aurea Parma, la Storia come linfa del presente
0
 

Il primo fascicolo del 2015 di Aurea Parma (157 pagine, 6 saggi), edito da Diabasis, è disponibile nelle principali librerie. La rivista di storia, arte e letteratura, fondata nel 1912 da Glauco Lombardi e Giuseppe Melli, vanta centotré anni anagrafici, ma novantanove editoriali, poiché non è uscita nel 1914 e tra il 1916 e 1919, gli anni della grande guerra, mentre durante la seconda guerra ha continuato le pubblicazioni, con un solo numero nel 1944. In apertura la redazione giudica «umiliante, ingiusto e immotivato» il declassamento della Galleria Nazionale e della Biblioteca Palatina, private del loro direttore. Sono istituzioni importanti e secolari per l’altissimo patrimonio storico-culturale. Il provvedimento ministeriale è definito «quarta spoliazione di beni culturali». Parma nel corso degli ultimi trecento anni ha subito «tre devastanti attentati al suo patrimonio artistico», definiti «spoliazioni» dall’autorevole storico Ferdinando Bernini, da Carlo di Borbone, Napoleone e Vittorio Emanuele di Savoia. Per chiedere la revoca del provvedimento governativo sono state raccolte oltre seimila firme di cittadini indignati. Il documentato saggio di Giuseppe Bertini, già presentato al convegno di Amsterdam del 2008, ricostruisce le confische dei quadri e delle opere d’arte attuate da Napoleone nel ducato di Parma e Piacenza con quattro requisizioni e il loro parziale recupero dopo la sua caduta.

La consistente documentazione rintracciata presenta elementi di notevole interesse per la qualità delle opere requisite, ma anche per conoscere i criteri di scelta dei dipinti da esporre nel Musée Central des Arts, poi Napoléon, di Parigi e quelli che ispirarono coloro che li fecero rientrare in parte in Italia.

Elvio Guagnini, direttore del comitato editoriale di Diabasis, commentando le opere, in particolare il recente romanzo «Il commissario Soneri e la strategia della lucertola» del giornalista e scrittore Valerio Varesi, sottolinea che il romanzo «poliziesco non è opera d’intrattenimento», ma presenta «potenzialità positive e possibili qualità». Il romanzo di Varesi, «inquietante e amaro» propone «una sorta di radiografia complessiva del presente e un’indagine di ordine psicologico» sulla connessione tra politica e affari, sul peso dell’economia nelle scelte di potere, sul disprezzo dei valori della correttezza e dell’onestà, sui ‘poteri forti’, sul rapporto tra malavita e potere, e sul valore dell’immagine e dell’apparire.

L’esauriente saggio di Cristina Lucchini ricostruisce le trasformazioni di due piazze minori del centro storico: piazzale S. Francesco e piazza Salvo D’Acquisto. L’area, da sempre polo religioso di straordinaria importanza, negli ultimi dieci anni ha subito le maggiori trasformazioni, diventando polo culturale riservato allo studio e alla divulgazione musicale, grazie a due importanti istituzioni la Casa della Musica (2002) e la Casa del Suono (2008). Piazzale San Francesco è il sagrato dell’omonima chiesa gotica, mentre piazza salvo d’Acquisto è un «finto vuoto urbano» occupato fino al 1970 dai resti del monastero francescano di Santa Elisabetta d’Ungheria, di cui rimane soltanto la chiesa sconsacrata, sede della Casa del Suono. Giovanni Ballarini ricorda il bicentenario della nascita di Pietro Del Prato (1815 -1880) e Francesco Lombardi (1815 -1887), due scienziati parmigiani tra i primi artefici del cambiamento nella «cura degli animali». Nel secolo dei Lumi cade la barriera tra medicina umana e veterinaria: la cura degli animali da arte empirica diventa Medicina Veterinaria e scienza Veterinaria. L’innovazione culminò nel 1845 con Maria Luigia, che ha elevato a scuola veterinaria al grado di scuola universitaria, all’interno della Facoltà di Medicina, Chirurgia e Farmaceutica.

Federica Dall’Asta si occupa dell’arresto a Parma del pittore modenese Bartolomeo Schedoni (Formigine 1578 – Parma 1615), imprigionato per 45 giorni con l’accusa di aver ferito un uomo in un ginocchio il 9 marzo del 1600, una notte di carnevale, in Borgo del Vescovo (attuale Via XX settembre). In appendice riporta l’atto originale del processo, che fornisce «innumerevoli dettagli sulla vita del pittore».

Angela Leandri fornisce un quadro inedito sulla collegiata di San Bartolomeo a Busseto nel suo stato prima delle importanti modifiche attuate nel Settecento alla costruzione originaria, per rivolgersi poi al polittico, già dell’altare maggiore, realizzato nel Quattrocento da Giovanni Bembo, in seguito andato distrutto.

Elisabetta Bartoli anticipa la presentazione della mostra che il Louvre dedicherà dal novembre 2015 a sessanta disegni di Parmigianino, conservati nel Cabinet des Dessins. Sarà la prima mostra monografica sul Parmigianino in Francia. Il saggio ricostruisce la storia del Cabinet des Dessins, la vita e l’opera del Parmigianino. Completano il fascicolo le tradizionali rubriche «Biblioteca» con recensioni librarie di Giuseppe Marchetti, Pier Paolo Mendogni e Ubaldo Delsante e le rassegne «Segnalazioni bibliografiche» e «Cronaca» di Adelisa Prandi Gambarelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

2commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

5commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: Frattali debutta nella porta crociata

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

23commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto