14°

25°

Storia

Afghanistan, trappola per tutti

Il libro di Darlymple e il ritorno di un «re fantoccio»: iniziò nel 1842 l'infinita partita a scacchi dell'Occidente con Kabul

Afghanistan, trappola per tutti
0
 

Nel 1842, un’armata di ventimila uomini inviata dallo Stato coloniale allora più potente del mondo viene sterminata da un gruppo di agguerriti ribelli nascosti fra le montagne e pochissimo coordinati tra di loro. E’ il tragico epilogo della spedizione voluta dalla Compagnia britannica delle Indie Orientali per mettere le mani sull'Afghanistan, in una delle prime mosse di quello che passerà alla storia come il «Grande Gioco»: il conflitto diplomatico e militare fra Londra e San Pietroburgo per il controllo di Medio Oriente e Asia centrale. La manciata di anni fra l’inizio dell’invasione, nel 1839, e la disastrosa ritirata è raccontata con dovizia di particolari e notevole talento narrativo nell’ultima opera dello storico scozzese William Darlymple, «Il ritorno di un re». Così, infatti, venne giustificata la spedizione: con la volontà di rimettere sul trono Shah Shuja, sovrano del clan dei Sadozai detronizzato da Dost Mohammad, appartenente al clan rivale dei Barakzai. Ben presto fu chiaro a tutti che Shuja altro non era che un fantoccio - anzi un «muli», un ravanello, dicono le fonti locali - e che erano gli inglesi i veri padroni della politica afghana.

Eppure, incapaci di destreggiarsi in un paese tormentato dalle rivalità tribali, mal guidati da comandanti inetti e miopi e sempre più osteggiati dalla popolazione musulmana, i conquistatori commisero un errore strategico dopo l'altro, con il risultato di fare la fine del topo fra le gole rocciose dell’Hindu Kush. La resistenza delle tribù locali, la fame e il freddo (quasi la metà del territorio afghano si trova a un’altitudine superiore ai 2 mila metri) inflissero ai soldati di Sua Maestà una delle batoste più solenni della loro storia.

Per descrivere la parabola inglese in Afghanistan, Darlymple - formatosi a Cambridge e oggi residente in India - ha consultato per tre anni un’enorme quantità di fonti e viaggiato da Londra a Dehli, da Lahore a Kabul. Soprattutto, ha tradotto e usato per la prima volta i poemi epico-eroici dedicati alla resistenza anticolonialista, una sorta, spiega lui, di «versione afghana della Chanson de Roland». Sono testi preziosi, che ci raccontano il conflitto con gli occhi dell’altra fazione coinvolta, danno un nome e un volto ai capi dei rivoltosi e ci fanno capire perchè Dost Mohammad sia tuttora celebrato come un eroe dell’Afghanistan moderno, mentre a Shah Shuja sia toccato il disprezzo che si riserva ai collaborazionisti.

L’autore ha trasformato questo lavoro scrupoloso sui documenti in una narrazione avvincente come un romanzo, pur senza alcuna concessione ad abbellimenti fantasiosi, corredata da oltre cento pagine di immagini, indici, glossari e bibliografia. Sebbene gli antichi credessero che la storia sia maestra di vita, Dalrymple dimostra che non sempre è così, visto che sia i sovietici nel 1979, sia gli americani nel 2001 ripeteranno, invadendo l’Afghanistan, gli stessi errori strategici dell’armata inglese. Si affideranno infatti a un intelligence propensa ad ingigantire le minacce provenienti dalla regione, entrandoci senza sapere come uscirne e finendo per rimanere invischiati in un conflitto molto più ampio di quanto preventivato.

Eppure, se la recente notizia della morte del leader dei talebani, il Mullah Omar, dovesse aprire scenari per ora imprevedibili per le truppe statunitensi tuttora in Afghanistan, forse non è troppo tardi per fare tesoro di quella prima, disastrosa esperienza britannica. Ricordando l'ammonimento di Mirza Ata, fra i più brillanti storici dell’epoca: «Non è cosa facile invadere o governare il regno del Khorasan».

Il ritorno di un re

di William Darlymple

Adelphi, pag. 664, euro 34,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

POLITICA

Il senatore Pagliari: "Dal 5 giugno arriveranno nuovi 15 vigili del fuoco a Parma"

play-off

Parma qualificato ai quarti: alle 15,30 il sorteggio della prossima avversaria dei crociati

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

CARABINIERI

Tre falsi Morandi scoperti a Bologna. Furti d'arte: Parma fra le città più colpite

TRAVERSETOLO

I ragazzini fanno i vandali. E il sindaco li «denuncia» sui social

PARMA

Scontro auto-moto in via Colorno: un ferito

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

1commento

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti 

Gazzareporter

Le foto di una lettrice: "Neviano de Rossi, una strada praticamente abbandonata..."

1commento

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

Viabilità

Cominciati i lavori sulla provinciale Monchio-Corniglio

PGN

Cinque nuovi dischi delle band di Parma

Torna Parmagiornoenotte: eventi, appuntamenti, concerti, aperitivi, teatro e feste

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

3commenti

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Caccia ai complici di Manchester Video

LA SPEZIA

Due ragazzi trovati morti in una cava dismessa: hanno fatto un volo di 40 metri

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

CALCIO

Due a zero all'Ajax: il Manchester United vince l'Europa League

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare