12°

Arte-Cultura

Il Battistero senza segreti

Il Battistero senza segreti
0

Entrando nel Battistero di Parma si resta folgorati dallo straordinario fascino dei dipinti che lo decorano in tutta la sua amplissima estensione, facendone un eccezionale monumento di fede e di arte in cui nell’immensa volta il dotto discorso teologico sulla storia della salvezza è stato mirabilmente tradotto in immagini dalle maestranze romaniche, con conoscenze bizantine, del XIII secolo mentre nei nicchioni artisti trecenteschi hanno interpretato lo slancio di fede di quei parmigiani che hanno voluto lasciarvi il segno votivo della loro commossa devozione.  «Il Battistero di Parma - ha scritto Jacques Le Goff - è il prodotto di una ricerca di globalità armoniosa. Globalità dottrinale, globalità estetica».
Una globalità che lega strettamente l’interno con l’esterno, la decorazione pittorica con quella scultorea e con l’innovativa architettura, progettata da Benedetto Antelami, geniale artefice del passaggio tra il classicismo del romanico e il nuovo spirito gotico, il quale è riuscito a imprimere all’edificio una delicata leggerezza: geometrico fiore di pietra, mutevole nel rosa che brilla seducente alla carezza dei raggi solari o si stempera castamente nella luce perlacea delle brume autunnali. Un «unicum» impareggiabile in cui l’elevatissima abilità dell’Antelami è riuscita a legare anche l’architettura e la scultura al raffinato programma iconografico di base, dettato da qualche canonico dello «studium» vescovile, aggiornato sugli studi parigini dei Vittorini. Una edificante enciclopedia di pietra e di colore che stordisce per la sua grandiosità e complessità e che è difficilissimo potere osservare in tutti i suoi preziosi particolari.
A chi è interessato a conoscere più a fondo le singolari caratteristiche del Battistero viene ora offerta una eccezionale opportunità, quella della visione ravvicinata di tutte le immagini pittoriche e plastiche dell’interno così da poterne cogliere sfumature e peculiarità: una visita virtuale che si realizza mediante una sofisticata tecnologia consistente in una apposita «macchina» che su uno schermo rende consultabili tutte le immagini attuali e del passato, ossia prima degli interventi eseguiti negli ultimi due decenni del secolo scorso, sponsorizzati dalla Cassa di Risparmio di Parma, che hanno consentito il recupero alla piena visibilità di tutto l’apparato decorativo e lapideo.
 Il Battistero, iniziato da Benedetto Antelami nel 1196 e consacrato solennemente nel 1270, ha subito l’inevitabile degrado dovuto alle aggressioni atmosferiche e acuitosi nel Novecento con l’aumento dello smog; la pellicola pittorica inoltre presentava evidenti e pericolosissimi distacchi che rischiavano di lacerare il delicatissimo tessuto cromatico. E’ partita così una globale azione di recupero affiancata da una parallela campagna fotografica che ha fissato la situazione del monumento nelle sue varie parti prima, durante e dopo la pulitura e i restauri: 2900 fotografie che sono state digitalizzate e consentono di ripercorrere tutto il paziente e faticoso lavoro dei restauratori; le immagini ad altissima definizione si possono vedere nitidamente attraverso questa straordinaria apparecchiatura tecnologica, voluta dalla Diocesi e dalla Fondazione Cariparma, che l’ha finanziata. La postazione informatica - che sarà collocata nel Museo Diocesano ed è gestita con la fattiva collaborazione della Fabbriceria della Cattedrale - verrà presentata domani alle 11 in Battistero dal vescovo di Parma Enrico Solmi e dal presidente della Fondazione Cariparma Carlo Gabbi.
L'uso della postazione informatica - dotata di un grande schermo e di un software appositamente creato dalla Fotoscientifica, autrice delle foto - è piuttosto semplice e consente di vedere le incantevoli immagini sia nella loro successione orizzontale che in quella verticale così da agevolare le diverse possibili chiavi di lettura, nonché di osservarle tutte singolarmente e frontalmente per un approfondito studio tecnico, storico e iconografico.
Il Battistero, infatti, per la sua complessità può essere letto da molteplici angolazioni: religiosa, storica, artistica, simbolica, tecnica, urbanistica, economica. Si può esaminare, ad esempio, la produzione scultorea di Benedetto Antelami e del suo cantiere, che ha abbandonato improvvisamente Parma per motivi ancora ignoti, forse dopo il primo Battesimo avvenuto nel 1216, lasciando le statue dei mesi non finite né collocate.
Oppure «visitare» la vastissima superficie della volta (515 metri quadrati) dove è proclamato il trionfo di Cristo, signore del mondo e della storia, con immagini del Vecchio e Nuovo Testamento dipinte verso il 1230-35 con un contrasto tra le azioni sceniche di una dinamicità romanica e la ieraticità bizantina delle figure singole. Oppure si può ripercorrere l’articolato messaggio globale in positivo (e non per la paura del castigo) della salvezza tramite le opere buone, la misericordia di Dio e il sacrificio di Cristo la cui figura è dominante in tutto l’edificio. Oppure anche soddisfare semplici curiosità di stupendi incontri ravvicinati con santi e patriarchi, cogliendone fascino ed emozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Mattinata di incidenti: diversi feriti in città e in provincia

Parma

Mattinata di incidenti: diversi feriti in città e in provincia Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

Il fenomeno dilaga

Bocconi al veleno, allarme anche a San Leonardo

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery