-2°

arte

Quintavalla e Ferrarini a Praga

Inaugurazione il 3 settembre negli storici spazi della Cappella Barocca. Mostra dal titolo "Terre verdiane" dei due pittori parmigiani all'istituto italiano di cultura

 Quintavalla e Ferrarini a Praga
0

Approdano a Praga , all’Istituto Italiano di Cultura, le «Terre verdiane» di Vittorio Ferrarini e Ferdinando Quintavalla, pittori di diversa impostazione ma entrambi votati ad una pittura in grado di narrare il vero interpretato, fatto di storie, di terra, di sapori padani e di immaginario.
La mostra verrà inaugurata giovedì, 3 settembre, alle ore 18, negli storici spazi della Cappella Barocca dell’Istituto consacrata nel 1617 alla Vergine Maria e San Carlo Borromeo ed oggi sede espositiva, alla presenza dell’ Ambasciatore Italiano, Aldo Amati e del Direttore dello stesso Istituto, Giovanni Sciola.
Sono venticinque, quasi tutte di grandi dimensioni, le opere presentate da Ferrarini che ha rinnovato la propria produzione con occhio alla terra e all’uomo ma aprendosi all’immaginario.
Esposti i dipinti a tecnica mista che da sempre ne caratterizzano la vicenda creativa, impostati su decisi cromatismi materici, dove i piani scandiscono lo spazio, intesi a narrare una realtà di paesaggio e di vita.
Un approccio tuttora concreto ma che è andato aprendosi pian piano al sogno, nelle opere più recenti, acquistando i connotati della memoria di una vita passata, in un paesaggio che travalica i confini del luogo per diventare esso stesso terra. In questo contesto la stesura materica si è fatta più pittorica seppur sempre condensata in colori decisi secondo le. trame del filo narrativo, espressione della vita contadina e dell’uomo. Sono nati così gli Spaventapasseri, i Trasporti di Nonno Guido e le altre immagini di una terra votata al lavoro.
«Le nuove opere sono maturate da un’idea che mi è venuta guardando, come al solito, i campi e la natura circostante. I contadini al lavoro sono anche questi una conseguenza delle attenzioni precedenti, delle mie origini, soprattutto, e di ciò che mi è rimasto dentro» spiega Ferrarini che per questa nuova esposizione accosta le proprie opere a quelle dell’amico Ferdinando Quintavalla: insieme hanno iniziato a dipingere ed ora insieme hanno deciso di proporre opere che con sguardi diversi sono memoria della terra d’origine.
Ventisette i dipinti che verranno presentati da Quintavalla, ventiquattro libere interpretazioni di altrettante opere di Verdi, e tre nature morte, «un genere che fa parte della mio repertorio pittorico, degli ultimi anni » dice.
Ma è Verdi, in questo specifico contesto, a «far da padrone», con pagine di teatro rappresentative di una vicenda fatta di specifici brani, momenti e scenari d’opera ma pur sempre espressione di una voce contemporanea, quella dell’autore che guarda, ascolta, interpreta il Maestro per restituirci la propria visione, figurativa, quasi iperrealista.
Ecco, allora, che queste pagine di teatro diventano rappresentazione dell’uomo, dei suoi sentimenti e delle sue azioni, racchiuse dal pittore, fra segno e colore.
La mostra sarà visitabile fino al 20 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

9commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

3commenti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

12commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria