15°

Arte-Cultura

Rapinosa meraviglia

0

di Giuseppe Marchetti

Nel secondo mistero gaudioso dei Meridiani Mondadori dedicati ad Alberto Arbasino, si contempla la presenza de «La narcisata», di «Super-Eliogabalo», de «La bella di Lodi», de «Il principe costante», di «Specchio delle mie brame», del capitolo d'ampiamento di «Fratelli d'Italia» intitolato «Condizione del dolore», di una Appendice comprendente «Amate sponde», «Matinée» e «La caduta dei tiranni», di un dossier «Arbasino su Arbasino» (un testo da leggere prima d'intraprendere qualsiasi lettura delle sue pagine) delle Notizie sui testi  e della Bibliografia che, contrariamente a quanto accade purtroppo per tanti volumi di questa collana, ci sembra particolarmente  aggiornata e precisa. 
L'Arbasino del Meridiano secondo è di una varietà caotica e affascinante, è un trascinatore di meraviglie che si aprono, si chiudono, si perdono e si ritrovano lungo un cammino straordinariamente intenso di suggestioni, perplessità, sfide, contrordini, frantumi di miti e altrettanto rapide ricostruzioni, improvvise corse in avanti e affabili contrizioni. E' lui, insomma, in quel modulo di «leggerezza» che un po' s'accontenta del quotidiano e un po' ne sbeffeggia le molecole, un po' macina riti e un po'  vi si affida per celia e per sincero pentimento. Un guardare la vita  dalle sponde di «Matinée. Un concerto di poesia», che della poesia possiede la rapinosa efficienza ma anche la palazzeschiana diffidenza (insomma: «La fontana malata» per intenderci!) e cura la malattia del presente dissestando il modo di scrivere alla maniera  del «Laboryntus» sanguinetiano, ma con più sorridente ironia e un dissacramento più teatrale. 
Ma poi tutto questo materiale va confrontato con gli anni  del suo concepimento senza avere troppi riguardi per i calcoli storico-sociali e per quelli assai più intimidatori degli stili e dei comportamenti. Ed ecco, allora Arbasino accostarsi fino a identificarsi col suo trionfante gioco delle mescolanze dove i frammenti dei più diversi  orizzonti si confrontano in una studiatissima percezione del brusio  della vita. E smettiamola di ripetere la  vecchia immagine dell'enfant gaté che per distinguersi dagli altri (e gli altri, a quel tempo, sono Malerba, Manganelli, Calcino, Roversi,  Celati, Spatola, Pizzuto) è costretto a inventare qualcosa di nuovo  ad ogni costo. 
D'altra parte, è vero anche che «Le mille bolle  blu» di Arbasino sono la sua letteratura, la sua inesauribile e necessaria  avanguardia, una maniera elegante per porsi a cavallo di una situazione in movimento, incontrollabile e sovrana per quel tanto che se ne può capire tra la suggestione dei sensi e l'umana condizione dell'ascolto e del cosiddetto «Kitsch» che ci circonda  e ci assedia da tutti gli estremi del mondo. Giocare, dunque, con la letteratura, ma giocare seriamente, come  ci suggeriva di fare Raffaele Manica nel suo rigoroso saggio introduttivo al primo  Meridiano. E, del resto, cos'è «Fratelli d'Italia»  se non una storia delle patria e della matria insieme? La dove  in «Super-Eliogabalo» il latino di fiat diventa Fiat  automobili e le vecchie serve di casa suggeriscono «Due cucchiaiate di Dura Lex e poi a nanna». 
Intanto, tra un concerto, una mostra, una sfilata,  un racconto e un resoconto, Arbasino cercava di crearsi una «coscienza sempre più netta» contro tutti gli intellettualismi  e le chiusure piccolo-borghesi della nostra letteratura. Però,  anche a questo proposito restano molti dubbi, e Arbasino vuole  che restino, anzi che sol passar  del tempo s'ingigantiscano sino a scoppiare, sino alla «Caduta dei tiranni» che è un'opera  di svolta, un progetto nuovo che ci ricorda persino certi atteggiamenti del Malaparte di «Mamma marcia», ma anche il rischio più volte sfiorato della vecchia domanda: «Ma io che ci faccio qui?» alla quale non v'è risposta se non in un sorriso di giusto orgoglio: che Arbasino denuncia ormai come l'estrema delle proprie abitudini. 
Il passar del tempo, però, gli ha dato ragione, e ora a ottant'anni suonati e ben portati la sua «poetica della svalutazione» della quale parlava Angelo Guglielmi, si è trasformata in una spregiudicatezza intellettuale che lo salva, assieme a pochi altri nostri  scrittori, dall'eterna lamentela del tramonto, senza costringerlo tuttavia a sacrificare il proprio estro e la tensione  autobiografica che è davvero il suo mestiere di vivere. 
Romanzi e racconti
Mondadori, pp 1757, euro 55.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Accanto alle palme anche i banani in piazza Duomo

milano

Accanto alle palme anche i banani in piazza Duomo Foto

L'Ambarabà compie un anno

Pgn

L'Ambarabà compie un anno Foto

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

6commenti

PARMA

Si fa prestare lo scooter e scippa tre anziane: arrestato giovane indiano

Una delle vittime, cadendo, è finita al Maggiore con il bacino fratturato e oltre un mese di prognosi

4commenti

tg parma

Pesticidi nel Po: dati preoccupanti, trovate anche sostanze proibite

Pubblicato un dossier Ispra

Bassa

Furti a Mezzano Superiore: nel mirino anche l'asilo e il circolo Anspi Video

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

il caso

Legionella, nuovo incontro pubblico alla Don Milani

La trasmissione di TvParma "Lettere al direttore" seguirà l'evento

1commento

VIA VENEZIA

Investe una donna e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

8commenti

amministrative

Manno si candida: "Con falce e martello vogliamo far tornare la speranza in città" Video

3commenti

Calcio

I play-off di Lega Pro: ecco come funzionano

Ci sono nuove date per semifinali e finali

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

6commenti

Sindacato

Cgil Parma, gli iscritti superano quota 76.000

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

2commenti

LA SPEZIA

Rubava Epo all'ospedale per venderlo ai ciclisti

SOCIETA'

ALIMENTAZIONE

Frutta e verdura: 10 porzioni al giorno per salvare 7,8 mln di vite l'anno

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Formula Uno

La Ferrari svelerà la vettura del Mondiale 2017 in diretta web

parma calcio

Parma, manca l'insostituibile Baraye: Scaglia in attacco? Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv