Arte-Cultura

Titina Maselli e i suoi boxeur "pop"

Titina Maselli e i suoi boxeur "pop"
0

di Gianni Cavazzini

Titina Maselli (1924-2005) è una delle personalità più spiccate della pittura italiana della seconda metà del '900. La presenta a Parma la galleria «Il Sipario», strada Cairoli 11, con una mostra ben scelta «Titina Maselli. Annullare la facilità», a cura di Roberto Bertorelli (aperta sino al 3 aprile nei seguenti giorni e orari: martedì, mercoledì, giovedì 10-12,30; venerdì e sabato 10-12,30 e 16-19,30).

Compiuti gli studi classici Titina si dedica sin dagli anni giovani alla pittura e nel 1948 si presenta per la prima volta in pubblico alla Galleria dell'Obelisco di Roma con una mostra personale introdotta al catalogo dallo scrittore Corrado Alvaro.

La sua uscita viene rilevata con vivo interesse dalla critica più accreditata della capitale che vede nelle sue pitture uno stile originale e diverso da quello della «scuola romana».

La giovane artista è affascinata dagli aspetti collettivi della realtà che si svolge dinnanzi ai suoi occhi negli anni che vede la trasformazione tumultuosa della città, Roma, e la nascita dei grandi riti sociali: le luci della notte, ad esempio, e le gomme gigantesche dei camion.

Quanto ai riti, ecco comparire nei quadri della Maselli i temi, nuovi a quel tempo, dei «calciatori».

Sono le opere degli «anni cinquanta», che aprono la mostra. «Calciatore fiori», del 1949, inizia la sequenza: Titina è una pittrice giovanissima che vuole «arrivare a rendere nella sua forza dinamica la durata di espressione del fenomeno: il tempo, cioè, che esso impiega a svolgersi».

E' l'ossessione che accompagna l'artista negli anni che seguono i tramandi della sua carriera: nel 1950 la prima partecipazione alla Biennale di Venezia (a cui sarà in seguito presente nel '54, nel '56, nel '64 e nell'84); nel 1952 c'è il trasferimento a New York, dove risiederà sino al 1955, l'anno in cui si sposta in Austria per un periodo di totale isolamento per consentirle, in tutta la sua profondità, lo studio del colore.

Il soggiorno negli Stati Uniti le ha permesso di accostare, in maniera diretta, il fenomeno della Pop Art. E sono proprio gli incontri con gli artisti americani a portarla verso la grande dimensione.

Ed è, per lei, il riscontro con la misura dilatata di una spazialità non più realistica, ma aperta verso la iperboli mediatiche della modernità.

Nel 1970 la Maselli si trasferisce («sola», come dice in una sua memoria) a Parigi. Si apre così il periodo delle esperienze più significative: nel campo della pittura (del '72 è l'esposizione alla Fondazione Maeght di Saint Paul de Vence) e nel settore del teatro (scenografie di spettacoli con opere di Strawinsky, Milhaud, Pirandello, Brecht, Schiller, Shakespeare).

E Titina Maselli torna ai suoi «calciatori»: in ampio formato. Ecco, in mostra, «Calciatori in corsa», del 2002, su cui scrive così, Gianni Brera: «Le chiazze rosse obbediscono a una geometria implacabile come la sua astrazione: sono rosse anche le sagome inquiete, mosse travagliate di un gruppo di atleti colti in azione: l'artista li ha necessariamente fermati sullo sfondo oltremare, di per sé misterioso e drammatico».

Rosso al cadmio, oltremare, violetto: sono i colori sui quali l'artista lancia la sua sfida pittorica. Non solo i «calciatori», ma anche i «boxeur», profilati sulla carta rosea della «Gazzetta dello sport», come vuole la memoria della Pop.

Il viaggio della pittrice prosegue sui luoghi deputati della presenza umana: «New York», 1955, ma anche «Fermata Etna», 1981, a testimoniare un intreccio di cultura figurativa che segue le tracce lasciate, nel tempo, da Manet, Balla, Lichtenstein: in uno spazio abitato di presenze che racchiudono, nell'unità dello stile, lo scorrere dei linguaggi pittorici nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)