11°

arte e storia

Fondazione Cariparma: un patrimonio per la comunità

Il presidente Andrei: «Al centro mettiamo le persone. La cultura ci sta molto a cuore L’obiettivo è fare crescere l’intero territorio»

Fondazione Cariparma: un patrimonio per la comunità
Ricevi gratis le news
0

Quante perle sono custodite a Palazzo Bossi Bocchi è possibile scoprirlo soltanto andandoci di persona. Ogni singolo oggetto è trattato con il rispetto che si deve alle opere d'arte. Che si tratti di un piattino medievale, di una medaglia borbonica, di un ritratto farnesiano o di un raro e meraviglioso disegno a penna e inchiostro bruno di Parmigianino non importa. Ogni pezzo ha una storia, un valore e una dignità. E come tale viene trattato. Ogni pezzo racconta un frammento di storia di Parma.

Le opere
La Fondazione Cariparma da anni lavora per raccogliere, custodire, valorizzare e condividere con la città il suo patrimonio di inestimabile valore. Oggi la collezione è costituita da oltre 3.000 opere di particolare interesse storico, documentario e artistico. Ci sono quadri, sculture, arredi, ceramiche, fondi fotografici, cartografici e numismatici (al piano seminterrato una collezione unica dedicata alla lira dall'Unità d'Italia all'entrata in vigore dell'euro, comprese le monete italiane «esportate» nei Paesi colonizzati).

Un patrimonio per tutti
Un tesoro di raro valore culturale, storico, artistico che la Fondazione Cariparma mette a disposizione della città, non solo aprendo tre giorni alla settimana le sue porte gratuitamente, ma anche promuovendo attività divulgative rivolte a bambini e adulti (realizzate con il supporto della cooperativa Artificio). Ai piccoli spettatori e ai ragazzi sono rivolti i laboratori didattici domenicali (interessanti anche per i genitori). Pensati su misura per gli adulti «I martedì dell'arte», sempre seguitissimi, e, altrettanto coinvolgenti, gli interventi del ciclo «Primo piano su...» e le conferenze della serie «Reincontrare Verdi». Il focus è su un singolo argomento o su una singola opera della collezione, ma l'approfondimento proposto permette ai partecipanti di viaggiare in epoche lontane e di ascoltarne il racconto da tanti punti di vista. Francesca Magri, responsabile delle attività culturali di Palazzo Bossi Bocchi, è la regista dietro la macchina da presa del museo: «Siamo interessati a tutto quello che riguarda Parma. Acquistiamo e accogliamo opere da donazioni private. L'ultima arrivata è la collezione Renato Bruson, una donazione di raro valore artistico che contempla tele di macchiaioli, vedutisti veneti e 14 tele di Boldini. Il filo rosso comune deve essere il legame con Parma. Nella nostra collezione ci sono opere di artisti parmigiani e di artisti che hanno dipinto Parma. Ci sono anche ceramiche di collezionisti parmigiani o reperti antichi trovati in città. Senza contare gli oggetti e gli arredi. Tutti con una storia da scoprire e da raccontare».

La cultura, la «mission»
L'attività culturale è una delle «mission» di Fondazione Cariparma. Con un obiettivo unico: migliorare la qualità della vita delle persone. Quando la Fondazione Cariparma sostiene l'intervento di restauro di un bene storico-artistico, la preoccupazione è rivolta alla sua fruibilità, oltre che alla sua conservazione. Il concetto di fondo è: investire in cultura significa promuovere l'istruzione quindi la crescita sociale. In quest’ottica si inserisce il progetto “A Scuola nei Musei” che Fondazione Cariparma sostiene e realizza in collaborazione con il Polo Museale dell’Emilia Romagna, la Biblioteca Palatina e la Fondazione Museo Bodoni. L’attività didattica, che coinvolge, ogni anno, oltre dodicimila alunni delle scuole di Parma e provincia, si svolge all’interno dei principali musei della città (Galleria Nazionale, museo Bodoni, museo Archeologico, Biblioteca Palatina) e a Palazzo Bossi Bocchi. «L'ambito in cui ci muoviamo - spiega il presidente Paolo Andrei - si manifesta secondo varie modalità. Siamo al fianco di varie istituzioni, favoriamo e sosteniamo eventi di vario tipo. Poi promuoviamo attività nostre. Ogni anno organizziamo iniziative per rendere fruibile il nostro patrimonio ad un pubblico ampio che va dal coinvolgimento dei bambini a quello degli adulti. La Fondazione Cariparma, da sempre, ha scelto di dedicare attenzione particolare ai servizi alle persone. Attenzione di cui c'è più bisogno nei periodi di crisi. Il nostro obiettivo è essere al servizio della comunità, affinché questa cresca e migliori. Non a caso abbiamo promosso proprio quest'anno un bando sulle reti d'arte. Questo ci permette di incentivare l'unione delle forze e la commistione dei soggetti coinvolti. Insieme tutti sono più forti».


   I MARTEDì DELL'ARTE   

(tutte le conferenze hanno inizio alle ore 17)

6 ottobre
«Natura morta: la lunga storia di una rappresentazione»
a cura di Serena Nespolo

20 ottobre
«Il volto della realtà - Il ritratto nella pittura fiamminga»
a cura di Serena Nespolo

27 ottobre
«Novecento 2 - Forma, colore, materia»
a cura di Isotta Langiu

3 novembre
«Paesaggi d’acqua: la declinazione lirica della laguna veneta nelle opere della collezione Renato Bruson»
a cura di Deborah Ranalli

10 novembre
«Il soggetto sacro nelle ceramiche e nelle maioliche dipinte. Usi, simboli e significati»
a cura di Serena Nespolo

17 novembre
«Giovanni Lanfranco: “né difficoltà d’invenzione, né dubbio di pennello”»
a cura di Nicoletta Moretti

24 novembre
«Ogni dipintore dipinge sé: Parmigianino attraverso i suoi autoritratti»
a cura di Rossella Cattani

1 dicembre
«Il medagliere di Maria Luigia»
a cura di Francesca Campanini

   PRIMO PIANO SU…   

(interventi scientifici della domenica pomeriggio, con inizio alle ore 16)

27 settembre
«Alberto Pasini e l’Oriente»
a cura di Deborah Ranalli

4 ottobre
«La collezione di cartamoneta della Fondazione Cariparma»
a cura di Serena Nespolo;

25 ottobre
«Ceramiche da mille e una notte»
a cura di Paola Mazzieri

15 novembre
«L’Arte e la donna negli anni della Belle Époque»
a cura di Isotta Langiu

   A MISURA DI BAMBINO   

(laboratori didattici domenicali per bambini e famiglie, con inizio alle ore 16)

11 ottobre
«Expo junior: l’arte e… la natura»
a cura di Francesca Campanini

18 ottobre
«Quando i libri si scrivevano a mano»
a cura di Francesca Campanini

8 novembre
«Se le opere d’arte potessero parlare»
a cura di Rosanna Spadafora

29 novembre
«l mio nome è…: alla scoperta dei miti antichi»
a cura di Luciana Saviane

6 dicembre
«Se le opere d’arte potessero parlare»
a cura di Rosanna Spadafora

13 dicembre
«Una valigia piena di…”
a cura di Deborah Ranalli

   REINCONTRARE VERDI   

(tutte le conferenze hanno inizio alle ore 17)

Giovedì 5 novembre
«Verdi che brutto carattere!»
a cura di Corrado Mingardi”

Giovedì 12 novembre
«Se il Compianto dello scultore quattrocentesco Guido Mazzoni incontra le note del Requiem di Verdi»
video proiezione di Gianni Volpi introdotta da Corrado Mingardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

TERREMOTO

A Fornovo tra la gente: «Mi tremavano le gambe»

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

TUTTAPARMA

La storia dei carabinieri a Parma

QUARTIERI

Sport e solidarietà , i 50 anni del circolo «Frontiera '70»

Tornolo

Lisa, nonna coraggiosa. Ha detto addio a 101 anni

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

Gattatico

«Mi hanno derubato». Ma è una truffa

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto