12°

22°

lutto

Mankell, il papà del commissario che amava Verdi

Commissario ha venduto 40 mln copie. In uscita 'Sabbie mobilì

Scrittori: addio Henning Mankell, il papa' di Wallander
0

«Ho il cancro. Forse si sta diffondendo. Sono in grande ansia», scriveva su un quotidiano svedese a fine gennaio 2014 Henning Mankell, annunciando che avrebbe raccontato la sua battaglia contro il male «a intervalli regolari su questo giornale, da una prospettiva di vita, non di morte». Oggi quella battaglia ha avuto termine, lo scrittore e celebre creatore del commissario Wallander - che attraverso il suo personaggio, una volta impegnato a leggere una biografia di Verdi e  l'altra ad ascoltare una nuova versione del Rigoletto, mostrava il suo amore per il Cigno di Busseto  - è morto dando pubblica testimonianza del suo dramma privato, sperando di aiutare tanta gente a non considerare più una sorta di tabù questo male.
Nei tanti romanzi di cui è protagonista il commissario Kurt Wallander (in Italia pubblicati da Marsilio e che si dice abbiano venduto 40 milioni di copie nel mondo), la sua figura è andata sempre più definendosi e umanizzandosi, nel senso di mostrare debolezze e acciacchi come tutti. Pare avesse uno strano padre arrogante, pittore, cui la figlia Linda, che ha un bel caratterino, un tentativo di suicidio alle spalle e poi gli ha sfornato un nipotino, e fa anche lei il poliziotto, dice che va sempre più assomigliando. Lui, in risposta, l’accusa con insofferenza affettuosa di ricordargli la madre, la moglie alcolizzata e infedele da cui è divorziato e che, ogni tanto, cerca invano un riavvicinamento.
Non è un uomo felice, talvolta eccede un pò nel bere e ha un’esistenza problematica che il suo impegnativo e spesso sgradevole lavoro non gli facilita, anzi gli complica, usurandolo umanamente. Senza contare la sua insofferenza per ogni ufficialità e dovere burocratico come per le moderne esigenze di marketing che ormai arrivano a condizionare pure chi fa il mestiere di detective, facendone un uomo non molto amato dai suoi superiori, nonostante i suoi risultati sul campo, per questo suo anticonformismo e l’avere un’idea particolare e politicizzata del suo lavoro, che si svolge in Scania, al confine sud della Svezia, terra di confine che Mankell considera una sorta di «Texas del mar Baltico», dove la natura già comunica un forte senso di inquietudine.
Da quando il successo internazionale di Stieg Larsson ha portato all’attenzione del pubblico il noir scandinavo, questo ha avuto un boom editoriale durato a lungo e di cui Mankell è stato uno dei primi protagonisti, tra i tanti poi arrivati sull'onda della moda e anche di poca qualità: sì è trattato comunque di un fenomeno importante, risultando praticamente un pubblico esame di coscienza di un paese socialdemocratico considerato tra i più avanzati e progressisti al mondo, ma con molti scheletri nell’armadio, a cominciare da quello ingombrante del nazismo.
Mankell, che era nato il 3 febbraio del 1948 e, amante dell’Africa dove era impegnato anche in battaglie umanitarie, passava molto del suo tempo in Mozambico, ricorda che aveva deciso di scrivere una storia sul razzismo montante trovato tornando in patria, dopo una delle sue lunghe assenze all’estero, e, giudicando il razzismo un crimine, ebbe bisogno di creare il personaggio di un poliziotto: era il 1989 e il nome Wallander pare sia stato scelto sull'elenco del telefono. Iniziò con 'Assassino senza voltò, uscito in italiano nel 1991 e a tutt'oggi sono 13 i suoi romanzi tradotti da noi, sino a 'L'uomo inquietò e, nel 2013, 'La manò, mentre Marsilio annuncia l'uscita di 'Sabbie mobili - L’arte di sopravviverè, in cui è sempre presenta il suo impegno verso i più deboli, il suo sguardo lucido, razionale e sensibile, quello che l’ha portato a scrivere di sè con sincera ostinazione sino all’ultimo, come a comporre qualche anno fa un testo teatrale intitolato 'Lampedusà, dichiarando che la nostra piccola isola era ormai "la capitale d’Europa» e non capiva perchè non ce se ne rendesse conto a Bruxelles. Lascia l’amata moglie Eva, figlia di Ingmar Bergman, e sulla figura del grande regista Mankell ha lavorato a lungo realizzando una sceneggiatura per un film documentario che sperava avrebbe prima o poi realizzato la tv svedese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Scippo, anziana ferita in via Palestro

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

anteprima gazzetta

Anziana rapinata e aggredita all'uscita del cinema Astra Video

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

5commenti

pilotta

Planet Funk e Fast Animals and Slow Kids Chi c'era

FOTOGRAFIA

Bonassera e il "Brozzi" a Fotografia Europea 

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

BRESCELLO

Trasporta cavalli senza patente né permessi: maxi-multa per 25enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

E' morta la quercia più vecchia: aveva 600 anni

LIVORNO

Sale sul tetto di un treno: 18enne muore folgorato

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"