Arte-Cultura

"Bisogno di eroi": ciclo di conversazioni con Luca Fontana

2

Riscoprire tracce di bellezza attraverso gli eroi della nostra cultura. Esplorare l’umanità grazie anche a grandi autori e personaggi. Apprezzare risvolti non banali, suggestioni di opere fondamentali. Al di là di schematismi, impostazioni scolastiche, canoni e gerarchie storiche o estetiche. Sono questi gli obiettivi di "… bisogno di eroi…", un ciclo di incontri che si terrà nella Sala Concerti della Casa della Musica, dal 26 febbraio al 19 novembre, e vedrà protagonista Luca Fontana. Le conversazioni, che inizieranno alle 18, saranno arricchite da attori del Teatro Due, che leggeranno alcune pagine fondamentali, al centro del dibattito.
Sono anche previsti appuntamenti speciali, con ospiti d'eccezione: il 9 aprile interverrà il grande regista Mario Monicelli; nell’ambito dell’incontro conclusivo della rassegna, programmato il 19 novembre, sarà invece presente il soprano Mirella Freni.
La rassegna è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.
 “Dopo il successo di pubblico delle due iniziative che hanno visto protagonista l’anno scorso Luca Fontana, – tiene a sottolineare l’assessore Luca Sommi – abbiamo voluto realizzare questo ciclo di incontri  destinato a proseguire per tutto il 2010. La competenza e la creatività di Fontana, saggista e traduttore di raffinata cultura, rappresentano il modo più efficace per raggiungere uno dei tre obiettivi fondamentali della nostra proposta: la formazione del pubblico, che insieme al senso e alla qualità  dei progetti, è un elemento centrale per rendere le iniziative che realizziamo sempre più partecipate, fruibili e apprezzate”.
Il titolo completo dell’iniziativa è in realtà una provocatoria citazione:
 
EROI E LETTERATURA SECONDO LUCA FONTANA - Ma chi sono gli eroi secondo Luca Fontana? "Non certo – spiega il "regista" e protagonista di questo ciclo di incontri - gli eroi convinti che “Dulce est et decorum pro patria mori!” Non certo quelli che muoiono per una causa, degna o indegna che sia. Ma quelli che per creare un’opera, tracce durature di bellezza o  saggezza hanno vissuto. O personaggi,  così potentemente disegnati da assumere una vita propria oltre l’opera che li ha creati. Già, quali modelli, quali autori, quali personaggi, quali suggestione estetiche, quali esempi etici, quali aspirazioni e immagini morali su cui ragionare, modellarsi, verso cui dirigersi; o da criticare, rigettare, abbominare - se è il caso? Già, quali potenti emblemi si offrono oggi in Italia a ragazze e ragazzi che vogliano crescere e fiorire sino a diventare appieno quello che sono; che erano destinati a essere; e che il progetto non fallisca. Le grandi letture; gli incontri coi personaggi su cui per attrazione o ripulsa ci modelliamo, con esperienze di viaggio, artistiche, musicali, con riflessioni morali che poi ci segneranno per la vita, si fanno nell’adolescenza. Oggi però è forse il caso di dire “si facevano”; non sembra che la società attuale, almeno in Italia, favorisce questo tipo di pedagogia primaria. Le diciotto conversazioni qui elencate sono intese come brevi saggi parlati – un’ora e mezza circa – col sussidio di documenti visivi e sonori, e la partecipazione di attori. Nessuna di queste avrà la pretesa di dire “tutto quel che avreste voluto sapere su…”. Il tedio di un “Bignami” in forma di ponderosa conferenza sarà accuratamente evitato.  Di un autore, o un personaggio, si metteranno a fuoco uno o pochi aspetti centrali della sua opera, del senso che ha – dovrebbe avere – oggi per noi. Ci parlano ancora queste pallide ombre, o il senso della loro opera – della loro presenza fantastica, nel caso di personaggi – è sul punto di dissolversi nella distrazione di massa? La scelta dei 18 personaggi reali, o fantastici, è a puro arbitrio mio. Sono gli antenati che per mio talento mi sono scelto sulla base del mio gusto. La scuola italiana impartisce un’idea edificante e noiosissima della “cultura”, organizzata in ordine sequenziale – prima questo, poi quello, etc. Banditi assolutamente il gusto individuale, la scelta critica, sulla base della nostra comprensione dell’epoca attuale, degli uomini, delle opere, dei personaggi che sono di fatto nostri “veri contemporanei” perché a noi parlano ancora attraverso il tempo, e ci dicono cose di prima urgenza. Spero sia chiaro al pubblico che questo breve ciclo è anche un invito implicito a formarsi, per scelta personale, una propria sequenza di autori e opere che sono i nostri “veri contemporanei” – molto più degli imbecilli che ci attorniano, e a un tempo, i nostri veri antenati, coloro che ci aiutano ad avere una lucida visione del presente.   Due dei maggiori artisti del nostro tempo, che col loro lavoro hanno, più che segnato, fatto la cultura italiana del ‘900 saranno presenti. Forse sarà a loro sgradito apparire in funzione di esempi per le generazioni future, ma tali li rende la grandezza della loro opera".

IL CALENDARIO - Questo, dunque, il calendario degli appuntamenti con Luca Fontana, che spazierà da Gadda a Carmelo Bene, da Shakespeare a Oscar Wilde, passando attraverso Baudelaire, Dickens, Joyce e tanti altri autori che hanno segnato la cultura occidentale.
26-2    Carlo Emilio Gadda – La cognizione del linguaggio
Contro “lo schematismo cachettico delle idee seriose.”
 
12-3 Umberto Saba –Esser uomo tra gli umani / io non so più dolce cosa
Fuga a tre voci, interpretata da tre attori.
 
26-3  Carmelo Bene – Cos’era lui per Ecuba…
Il grande guitto o il supremo attore?
 
9-4  Mario Monicelli – L’umana commedia.
Uno specchio deformante, ma non troppo.
 
23-4   Falstaff – “Questa mia vecchia carne…”
Da Shakespeare a Verdi - Le ragioni del corpo.
 
30-4   Enrico Caruso – Santa Lucia luntan’e te
Emigrazione italiana e industria del disco
 
14-5    Maria Callas – E’ morta la Callas; l’ha uccisa Maria.
Verità dell’arte e stupida leggenda.
 
21-5  Sandro Penna – Una strana gioia di vivere
Purissima lingua del desiderio.
 
28-5   Lorenzo da Ponte –“Non ho veduto mai naturale più vasto e più benigno…”
 L’altra faccia di Mozart – 3 capolavori a 4 mani.
 
11-6  Oscar Wilde – “Un uomo deve pure avere un’occupazione…”
Un socialismo estetico -  commento a The Soul of Man Under Socialism.
 
25-6     Charles Dickens – “Fatti, nient’altro che fatti…”
La società utilitaria – Lettura di Tempi difficili.
 
10-9   Samuel Beckett – La parola: una macchia sul silenzio
Echi di un io dissolto – Lettura di L’ultimo nastro di Krapp.
 
17-9     James Joyce  - Ulysses in Italia
Breve storia di un fraintendimento
 
24-9   Lev Tolstoy – …come un cardo reciso alla base…
La conoscenza dell’Altro – Lettura di Chadzi-Murat
 
8-10    Charles Baudelaire - (la forme d'une ville
Change plus vite, hélas! que le coeur d'un mortel)
L’esilio urbano – Lettura di Le Cygne.
 
15-10     Otello – “Se fossi il Moro, non sarei Iago”
La negazione dell’Altro.
 
22-10     Woyzek – Wozzek – “Noi povera gente…”
Da Büchner a Berg – Perdita dell’individuo
 
5-11     Amleto – “Essere pronti è tutto.”
Un nostro antenato.
 
12-11   Carmen – “Le ciel ouvert, la vie errante… la liberté”.
Da Merimée a Bizet – Due universi di desiderio in conflitto.
 
19-11    Mirella Freni – “L’amour du métier”
Ossia: arte come studio e pazienza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • martina mariani

    22 Febbraio @ 10.34

    Mi associo al commento lasciato dalla professoressa. Iniziativa valida, ma pessima la scelta dell'orario.

    Rispondi

  • FRANCESCO

    17 Febbraio @ 22.01

    Insegno Lettere alle Superiori: complimenti per questa iniziativa. Ce ne vorrebbero!Peccato l'orario: per chi viene da fuori Parma, non è agevole portare gli studenti. Si potranno avere gli atti, o sunti dei vari incontri? Grazie e cordiali saluti

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": ecco come sarà via Mazzini Foto

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

2commenti

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

1commento

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

5commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

14commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery