Arte-Cultura

Lichtenstein, ricerca inquieta

Lichtenstein, ricerca inquieta
0

 Se digitiamo sul noto motore di ricerca Google il nome Roy Lichtenstein, oltre naturalmente alle pagine relative alla vita dell’artista, vediamo apparire esclusivamente immagini dove il mondo dei fumetti e le sue icone sono i protagonisti. L’artista statunitense infatti deve prevalentemente la sua notorietà presso il grande pubblico alle vignette tratteggianti giovani volti di donna, le cui voci vengono raffigurate per mezzo delle famose «nuvolette». Chi tuttavia non vuole uniformarsi a questa opinione, o meglio tenta di documentare come l’opera di Lichtestein non si esaurisca con i comics, è Gianni Mercurio, curatore della mostra «Meditations on Air», attualmente visibile presso la Triennale di Milano fino al 30 maggio (chiusa il lunedì). La rassegna realizzata in collaborazione con The Roy Lichtenstein Foundation di New York sottolinea come la formazione e soprattutto la ricerca del maestro americano scaturisca da una costante e attenta ricerca, che spazia all’interno della storia dell’arte. 

Il percorso espositivo include oltre cento opere, più numerosi disegni, collages e sculture, articolandosi in sezioni tematiche, partendo dai lavori degli anni '50, poco conosciuti e molti di essi qui esposti per la prima volta. È significativo come Lichtenstein precorra i tempi e coniughi i linguaggi modernisti provenienti dall’Europa con una rilettura dei temi appartenenti ai nativi americani e della cultura della grande frontiera. I primi lavori davanti ai quali il visitatore si trova al cospetto sono immagini realizzate prendendo come fonte d’ispirazione opere molto note di artisti degli anni '50, come nel caso del quadro Washington crossing the Delawere realizzato da Emanuel Leutze: un omaggio all’attraversata del fiume Delawere da parte di George Washington durante la prima guerra d’Indipendenza americana. Si prosegue con alcune opere attinenti alle conquiste terriere da parte dei pionieri, passando per la tela Untiteled, di chiaro rimando all’Espressionismo Astratto. Sono gli anni '60 quando Lichtenstein apporta all’interno dei suoi lavori la tecnica del Benday, il risultato di un processo di stampa che armonizza due o più piccoli punti colorati per ottenere un terzo colore. Il Benday, che Lichtenstein realizza con l’aiutato dello stencil, diviene un segno distintivo di tutta l’opera del maestro americano. Nascono anche da questo assiduo desiderio di sperimentazione le famose reinterpretazioni dei grandi maestri della storia dell’arte come: Mondrian Matisse, Monet e Picasso. L’indagine si dirige verso una destrutturazione a cui segue una personale e alternativa ricostruzione, anche grazie a mezzi di comunicazione come la stampa. Le fonti sono prevalentemente i testi di storia dell’arte o riviste dove sono riprodotte opere divenute icone, che Lichtenstein a sua volta copia, apportando alcune sostanziali modifiche, per poi proiettare tale disegno su tela. 
L’opera finale è quindi realizzata con una tecnica che ricorda i procedimenti tipici della stampa tipografica, che possiamo definire volutamente impersonale per la sua bidimensionalità e assenza di chiaroscuri. Gli anni '70 si aprono con l’interesse per le nature morte; il ciclo delle Still Life, ancora una volta stimolato dalla lezione di Matisse e Picasso. Eccoci giunti alle opere nate grazie all’osservazione degli artisti tedeschi appartenenti a quella grande «espressione emozionale» che è l’Espressionismo, per poi giungere a lasciarsi affascinare dallo studio sul movimento, che così intensamente contraddistingue il Futurismo.
 Il movimento produce spesso velocità, che a sua volta inevitabilmente traduce in astrazione tutto ciò che la circonda; il gesto si fa astratto e diviene protagonista nella serie Brushstroke, dove la pennellata si dilata nella dimensione, fino a divenire l’unico elemento ritratto sulla tela.A rriviamo infine agli ultimi anni '70 e agli anni '80 e '90, nei quali l’artista americano si lascia avvolgere dal fascino psichico del Surrealismo e dai paesaggi cinesi o quelli a pastello raccontati da Edgar Degas, spingendo poi la riflessione sulle armonie e le difformità esistenti tra l’arte concettuale e quella geometrica.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

ManìnBlù: "Questa canzone"

singolo prenatalizio

ManìnBlù, il nuovo singolo: "Questa canzone" Video

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Lealtrenotizie

D'Aversa, buona la prima:  1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano

17a giornata

D'Aversa, buona la prima: 1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano Guarda il gol - Fotogallery

Nocciolini: "Stesso Parma, ma con più grinta", Scavone: "Bene, ma la strada è lunga" (Video)Pacciani: "Vittoria sofferta ma meritata" (Videocommento) - D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi la squadra ha tenuto" (Video)Lega Pro, risultati e classifica (guarda)

3commenti

sudtirol-parma 0-1

D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi abbiamo tenuto bene" Video

incidente

Auto contro un palo a Soragna: 21enne ferito

WEEKEND

Natale nell'aria: dagli acrobati ai mercatini i 5 eventi imperdibili

feste

Si accende l'albero in piazza: suggestioni natalizie nella nebbia Video

Polizia municipale

Dalla Puglia a Collecchio in tre ore? No, tachigrafo truccato: maxi-multa

3commenti

Inchiesta

Emergenza truffe: come difendersi

2commenti

tg parma

Incidente a Brescello: quattro feriti, due bambini al Maggiore

musica parma

"Malaccetto", Cattabiani presenta il nuovo album

Venerdì sera all'App@Colombofili - "Così si sente il cantautore" (leggi l'intervista)

MONTICELLI

Addio a Tina Varani, una vita per la famiglia

Originaria di Fidenza, per più di 30 anni aveva gestito "Il Cantuccio" con il marito

Anteprima Gazzetta

Le anticipazioni del bilancio 2017 del Comune di Parma

L'austerity è finita: assessorato per assessorato tutti gli interventi previsti

Ospedale

Borghi: «Giusto razionalizzare i reparti»

6commenti

politica

Alfieri: "Richiedenti asilo, nel 2017 potrebbero essere 1700"

Parma

Atti vandalici al gattile

1commento

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

13commenti

Gazzareporter

Discarica abusiva a Parma Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

CONTI PUBBLICI

La manovra è legge: ecco cosa cambia

2commenti

Reggio Emilia

Si travestiva e pagava ragazzini per fare sesso: arrestato 40enne, più di 30 vittime

1commento

SOCIETA'

Londra

E' morto Greg Lake, la voce di Emerson, Lake and Palmer

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

SPORT

Storie di ex

Fiorentina avanti in Europa grazie a Chiesa jr.

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

MOTORI

Suzuki, il grande ritorno di Ignis