10°

22°

libri

Trincee ricolme di dolore e speranza

«Storie di guerra e d'amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso», volume postumo dell'avvocato Giulio Bazini

Trincee ricolme di dolore e speranza
Ricevi gratis le news
0

«La fantasia abbellisce gli oggetti cingendoli e quasi irraggiandoli d’immagini care» osservò Luigi Pirandello. Infatti, «nell’oggetto amiamo quel che vi mettiamo di noi». Dopo «Da Venezia a…Venezia», perla della memorialistica della Prima guerra mondiale, firmata dall’avvocato parmigiano Giulio Bazini (1897-1973), è uscita ora, per Gaspari, «Storie di guerra e d’amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso», opera postuma dello stesso autore, realizzata con il sostegno della Fondazione Cariparma e di alcune associazioni e realtà legate alla Grande guerra («Clio», «Grande Guerra Fvg» e «Zenobi»). La presentazione del libro si terrà domani alle 17,30, al Tennis Club Parma di Mariano, in Strada Bassa dei Folli. Interverranno, oltre a chi scrive e al figlio di Giulio Bazini (l’avvocato Piero Bazini), il critico letterario Giuseppe Marchetti e il curatore Franco Bottazzi. In queste pagine l’arido (e tragico) vero della guerra attutisce le sue asperità nella fantasia di novelle ricche di umanità, dove tuttavia il fondo, drammatico, di realtà non viene mai meno. Vita e fantasia, infatti, s’intrecciano indissolubilmente in questi racconti. «Gli episodi narrati, - scrive Bottazzi nell’introduzione - denominati dallo stesso autore “Racconti”, non paiono tuttavia frutto della pura immaginazione a chi abbia letto “Da Venezia a... Venezia”, in quanto sono evidenti le contaminazioni di luoghi e situazioni già descritte. Probabilmente si tratta della elaborazione di quanto, visto o udito raccontare all’epoca, non poteva trovare spazio nella già corposa descrizione diaristica del lungo e tormentato percorso bellico di Giulio Bazini». Non solo. «Possiamo con certezza affermare – precisa ancora Bottazzi - che non tutti i nomi di persone sono di fantasia o alterati […]». Tra i racconti legati con maggiore evidenza a episodi e personaggi precisi, «il racconto “Elena”, futura moglie del nostro giovane volontario» e «La gara di nuoto». Amore, amicizia, dolore e altri umanissimi sentimenti sono gli ingredienti di queste tredici novelle, che, spesso arricchite da riflessioni profonde, svelano il mondo vissuto dai ragazzi del primo Novecento. Le storie, narrate sempre dall’autore con un’attenzione puntuale allo sfondo storico e alla psicologia dei personaggi, rimandano ad alcune tappe dolorose della Grande guerra. Ad esempio, nel racconto «Il tenente medico “kriegsgefangen” e la vivandiera», novella dal sapore boccaccesco, emerge, sullo sfondo della prigionia, la relazione clandestina tra una giovane austriaca e il dottor Mauro, un medico italiano nelle mani del nemico. Le conseguenze del loro amore porteranno un frutto indesiderato (almeno dall’uomo) e non pochi imprevisti determineranno la fine della prigionia e, insieme, della relazione. Nel racconto «Ivonne e Jeanne», Bazini narra la storia di due sorelle francesi, che dissipano la loro giovinezza, dandosi infine alla prostituzione, in Albania, al servizio delle truppe. Solo l’incontro con un amico d’infanzia e l’eroico sacrificio nell’assistenza dei soldati della Grande Guerra le redimerà. In «Elena», racconto di chiaro segno autobiografico, emerge il desiderio di vita e romanticismo di un ventenne quotidianamente a contatto con la tragedia e la morte provocata dal conflitto. Nella novella «La beffa» si entra invece nel vivo del conflitto, con una beffa giocata ai nemici austriaci. Ma ogni racconto di questo libro consente al lettore di entrare nel cuore pulsante di un periodo storico che ha segnato in profondità il nostro Paese. Le due opere scritte da Giulio Bazini restano oggi come una sorta di passaggio di testimone alle nuove generazioni, secondo l’auspicio che egli stesso aveva formulato 45 anni fa. «Non celo – scrisse, infatti, l’autore nel 1970 - la mia intima soddisfazione al pensiero che anche quando non sarò più, qualcosa di me resterà a testimonianza della mia disinteressata dedizione alla Patria: alla nostra bella e grande Italia. Resterà “La storia della mia partecipazione alla Grande Guerra (1915-1918)”: di uno studente universitario partito volontario per la guerra nel 1915». E oggi anche questo interessante libro dedicato alle sue novelle.

 Storie di guerra e d’amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso
   di Giulio Bazzini
   Gaspari, pag. 140, € 17,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso

PISCINE

A Campora bagni e tuffi con vista sul Fuso Foto

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

PGN

Siete pronti per il concerto di Sfera Ebbasta?

Lealtrenotizie

Prostitute rapinate durante la notte

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

2commenti

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

3commenti

Sant'Ilario d'Enza

Si appostano in strada con ascia e coltello per un regolamento di conti: denunciati due russi

Ai carabinieri, i due uomini hanno detto "Siamo di passaggio". In realtà, da oltre un'ora si aggiravano per il paese

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

tg parma

Villa Alba, Spi-Cgil e azienda ospedaliera fra le parti civili Video

Bertoletti: "Sugli anziani si è spesso 'distratti', anche in questa città"

PARMA

Incidente in via Rondizzoni

Sul posto il personale del 118 e i vigili del fuoco

Polemica

Scuola, mancano 779 insegnanti di sostegno

Berceto

Lucchi: «Non pagate le spese postali per la bolletta»

oltretorrente

Pacco sospetto in via D'Azeglio: «deflagra» l'allarme bomba

Attivato il protocollo di sicurezza. Il sacco era pieno di immondizia

SERIE B

Niente alibi ma niente processi

1commento

Infarto

Compie 40 anni il palloncino «salva-vite»

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

18commenti

IL CASO

Mezzano Rondani, la stazione-rudere

MESSICO

Niente Mondiali paralimpici, Giulia Ghiretti tornerà a casa: "Scossa fortissima, secondi interminabili"

La manifestazione è stata annullata in seguito al violento terremoto

INCHIESTA

Muti senatore, i sostenitori parmigiani

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

NAPOLI

Chat erotica con una donna: grave 27enne, aggredito dal marito e dal figlio di lei

FOGGIA

E' morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

1commento

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

CALCIO

Michele Uva nominato vicepresidente dell'Uefa

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

1commento

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D