17°

libri

Trincee ricolme di dolore e speranza

«Storie di guerra e d'amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso», volume postumo dell'avvocato Giulio Bazini

Trincee ricolme di dolore e speranza
0

«La fantasia abbellisce gli oggetti cingendoli e quasi irraggiandoli d’immagini care» osservò Luigi Pirandello. Infatti, «nell’oggetto amiamo quel che vi mettiamo di noi». Dopo «Da Venezia a…Venezia», perla della memorialistica della Prima guerra mondiale, firmata dall’avvocato parmigiano Giulio Bazini (1897-1973), è uscita ora, per Gaspari, «Storie di guerra e d’amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso», opera postuma dello stesso autore, realizzata con il sostegno della Fondazione Cariparma e di alcune associazioni e realtà legate alla Grande guerra («Clio», «Grande Guerra Fvg» e «Zenobi»). La presentazione del libro si terrà domani alle 17,30, al Tennis Club Parma di Mariano, in Strada Bassa dei Folli. Interverranno, oltre a chi scrive e al figlio di Giulio Bazini (l’avvocato Piero Bazini), il critico letterario Giuseppe Marchetti e il curatore Franco Bottazzi. In queste pagine l’arido (e tragico) vero della guerra attutisce le sue asperità nella fantasia di novelle ricche di umanità, dove tuttavia il fondo, drammatico, di realtà non viene mai meno. Vita e fantasia, infatti, s’intrecciano indissolubilmente in questi racconti. «Gli episodi narrati, - scrive Bottazzi nell’introduzione - denominati dallo stesso autore “Racconti”, non paiono tuttavia frutto della pura immaginazione a chi abbia letto “Da Venezia a... Venezia”, in quanto sono evidenti le contaminazioni di luoghi e situazioni già descritte. Probabilmente si tratta della elaborazione di quanto, visto o udito raccontare all’epoca, non poteva trovare spazio nella già corposa descrizione diaristica del lungo e tormentato percorso bellico di Giulio Bazini». Non solo. «Possiamo con certezza affermare – precisa ancora Bottazzi - che non tutti i nomi di persone sono di fantasia o alterati […]». Tra i racconti legati con maggiore evidenza a episodi e personaggi precisi, «il racconto “Elena”, futura moglie del nostro giovane volontario» e «La gara di nuoto». Amore, amicizia, dolore e altri umanissimi sentimenti sono gli ingredienti di queste tredici novelle, che, spesso arricchite da riflessioni profonde, svelano il mondo vissuto dai ragazzi del primo Novecento. Le storie, narrate sempre dall’autore con un’attenzione puntuale allo sfondo storico e alla psicologia dei personaggi, rimandano ad alcune tappe dolorose della Grande guerra. Ad esempio, nel racconto «Il tenente medico “kriegsgefangen” e la vivandiera», novella dal sapore boccaccesco, emerge, sullo sfondo della prigionia, la relazione clandestina tra una giovane austriaca e il dottor Mauro, un medico italiano nelle mani del nemico. Le conseguenze del loro amore porteranno un frutto indesiderato (almeno dall’uomo) e non pochi imprevisti determineranno la fine della prigionia e, insieme, della relazione. Nel racconto «Ivonne e Jeanne», Bazini narra la storia di due sorelle francesi, che dissipano la loro giovinezza, dandosi infine alla prostituzione, in Albania, al servizio delle truppe. Solo l’incontro con un amico d’infanzia e l’eroico sacrificio nell’assistenza dei soldati della Grande Guerra le redimerà. In «Elena», racconto di chiaro segno autobiografico, emerge il desiderio di vita e romanticismo di un ventenne quotidianamente a contatto con la tragedia e la morte provocata dal conflitto. Nella novella «La beffa» si entra invece nel vivo del conflitto, con una beffa giocata ai nemici austriaci. Ma ogni racconto di questo libro consente al lettore di entrare nel cuore pulsante di un periodo storico che ha segnato in profondità il nostro Paese. Le due opere scritte da Giulio Bazini restano oggi come una sorta di passaggio di testimone alle nuove generazioni, secondo l’auspicio che egli stesso aveva formulato 45 anni fa. «Non celo – scrisse, infatti, l’autore nel 1970 - la mia intima soddisfazione al pensiero che anche quando non sarò più, qualcosa di me resterà a testimonianza della mia disinteressata dedizione alla Patria: alla nostra bella e grande Italia. Resterà “La storia della mia partecipazione alla Grande Guerra (1915-1918)”: di uno studente universitario partito volontario per la guerra nel 1915». E oggi anche questo interessante libro dedicato alle sue novelle.

 Storie di guerra e d’amore. Racconti di uno studente di Parma dal Pasubio al Carso
   di Giulio Bazzini
   Gaspari, pag. 140, € 17,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La notte degli oscar

culture

No alle scollature: la notte degli oscar censurata in Iran Video

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò

Fotografia

Colori e volti del Nepal: il viaggio di Niccolò Foto

Le spose di Giulia & Jean Louis David

pgn

Le spose di Giulia & Jean Louis David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa

VELLUTO ROSSO

Aspettando la Festa della donna: velluto in rosa Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

ladre operazioni carabinieri

Via Mascagni

Arrestata un mese fa svaligia ancora le case con uno shampoo

Con una complice utilizzavano la confezione in plastica per aprire le porte blindate: le due donne sono state fermate

1commento

Tribunale

Violenza sessuale sulla moglie e maltrattamenti, anche davanti ai bimbi: condannato

Quattro anni e due mesi per un romeno 39enne

anteprima gazzetta

Sifilide e tbc: il ritorno delle malattie scomparse Video

bilancio partecipativo

Ecco gli 11 progetti dai consigli dei cittadini volontari che il Comune finanzierà

1commento

Carabinieri

Folle inseguimento nelle vie di Guastalla: recuperata Bmw rubata a Montechiarugolo

Era una "banda delle ville"?

1commento

Montechiarugolo

Il custode era in realtà il ladro: denunciato moldavo

1commento

Guardia di Finanza

Bancarotta: 165 immobili sequestrati, Parma coinvolta nell'indagine

Sono riconducibili a 25 persone collegate a Mario Di Raffaele, costruttore ed ex presidente del Pomezia Calcio

2commenti

via mazzini

Aggressione al banchetto della Lega: un patteggiamento

Degli altri due aggressori: un'assoluzione e un rinvio a giudizio

Parma

Straniera picchiata in strada, rifiuta l'aiuto di un'anziana e scappa

4commenti

parma

Bassi crociato fino a giugno: primo allenamento

Domani la presentazione del nuovo portiere a Collecchio

CHICHIBIO

Antica Trattoria Il Duomo: la buona tavola di casa

foto dei lettori

Vasche pericolose nella ex-Star di Corcagnano

segnalazione

Sporcizia nei campetti di via Giulio Cesare

Parma

Il Forlì mette a disposizione dei tifosi un pullman gratuito

Lunedì il match al Tardini (ore 20.45)

Parma

Vento in città: chiusi per alcune ore Parco Ducale e Cittadella

2commenti

PARMA

Completata la pista ciclopedonale fra Gaione e il Campus Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quanto affetto per il grande Giorgio Torelli

IL CINEFILO

L'Oscar sbagliato, "la più grande farsa della storia del premio" Video

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

san casciano

Mostro di Firenze: è morto Pucci, ultimo compagno di merende

il caso

Biotestamento, la legge approderà alla Camera il 13 marzo

1commento

SOCIETA'

skatepark

Biker trial fa cadere il figlio in skateboard, la furia del padre

"esperimento"

Scambio di smartphone tra fidanzati: risate e imbarazzo

SPORT

Parma Calcio

Sebastian Frey al Museo del Parma: "E' favoloso" Video

CALCIO

Il Parma riprende l'allenamento. D'Aversa alle prese con gli infortuni Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella del primo Suv del Biscione

PACK

Performance Line: la gamma DS sempre più esclusiva