14°

Mostra

De Nittis, un pugliese dal cuore parigino

Milano, al Gam Manzoni, trentacinque opere di tre grandi pittori italiani che hanno vissuto e respirato l'aria della Belle Époque. Con Boldini e Zandomeneghi esaltò il bel vivere della «Ville Lumière»

De Nittis un pugliese dal cuore parigino
0
 

Boldini, De Nittis, Zandomeneghi e gli altri, Corcos, Mancini, Tofano: sono i protagonisti della pittura italiana dell’Ottocento nella Parigi della Belle Époque, dove l’atmosfera effervescente e modaiola si intreccia con quella più riservata dell’élite internazionale. Di quegli anni ruggenti Giovanni Boldini (Ferrara 1842 – Parigi 1931), Giuseppe De Nittis (Barletta, 1846 - Saint-Germain-en-Laye, 1884), Federico Zandomeneghi (Venezia, 1841 – Parigi, 1917), sono gli interpreti di spicco al centro del nuovo appuntamento espositivo (fino al 21 febbraio) di GAMManzoni, Centro Studi per l’arte Moderna e Contemporanea di Milano. Curata da Francesco Luigi Maspes e da Enzo Savoia, la mostra ripercorre, attraverso una selezione di 35 opere, le tappe fondamentali della carriera dei tre Italiens de Paris, che seppero interpretare i sogni di un mondo in bilico fra Otto e Novecento, e in particolare quello della Parigi nella quale decisero di vivere stabilmente, dove ottennero fama e successo professionale. Le opere dei tre sono messe a confronto con quelli di altri artisti italiani, attivi nella capitale nello stesso periodo, per uno sguardo più ampio su artisti di notevole interesse. Al centro l’opera di Giuseppe De Nittis, pittore della vita moderna, che ha esaltato, nei suoi quadri, il vivere borghese dei salotti parigini. Le tele scelte per la mostra manifestano la qualità di un artista ben noto per aver saputo ritrarre personaggi e delineare luoghi e vedute urbane con grande abilità cogliendo le variazioni cromatiche della luce naturale come emerge nel bel dipinto di sapore impressionista Au jardin (1873), dove una giovane donna – ritratta di spalle – incede con eleganza in un viottolo di campagna baciato dal sole caldo del mattino e punteggiato da fiori dai mille colori. In piena sintonia si inseriscono Tra le spighe di grano (1873), Flirtation (1874), Passeggiata con i cagnolini (1874) e Leontine in canotto (1875), tutti ambientati nell’elegante mondo parigino e caratterizzati da una esecuzione dai tocchi morbidi e leggeri. Anche il pennello di Giovanni Boldini offre uno specchio fedele di una mondanità parigina ossequiosa alle regole di un aristocratico buon gusto: temi che trovano una adeguata espressione nella indiscussa abilità di Boldrini di affrontare il ritratto. Così il ritratto della contessa Gabrielle de Rasty, noto come La lettera mattutina, realizzato nel 1884 con una condotta pittorica rapida ed energica al punto che in alcune zone la pennellata perde la sua funzione descrittiva per acquistare un valore autonomo, sostanzialmente astratto, che accentua la prorompente vitalità del soggetto. Altrettanto rappresentativi sono Nudo di donna dalle calze nere (1885) e Testa bruna (1891) nelle quali è possibile cogliere l’evoluzione di quella danza vertiginosa del pennello sulla tela, tecnica propria del maestro ferrarese. Lo stesso vortice artistico e gestuale che racchiude figure, paesaggi e oggetti è avvalorato anche dalle opere grafiche in mostra, alcune delle quali mai esposte in pubblico. Il mondo dorato di De Nittis e Boldini, sembra invece più lontano a Zandomeneghi che pur aderendo all’impressionismo rimane legato alle caratteristiche linguistiche della pittura veneta, con una visione più intimista. Le sue donne sono schiette, medio-borghesi, spesso madri si muovono in interni privi di eccessi e forzature, in adesione agli equilibri più di un mondo classico che ai conflitti della modernità. Di particolare interesse tematico sono le tele La psyché (1900-1903) e Entre amies (1913) in cui la lezione di Renoir e di Cézanne è interpretata dall’artista veneziano in modo originale, con una tecnica che distilla la luce e precisa la funzione non accessoria, ma ritmica e compositiva, del segno. Pur artefici della pittura in un mondo dai confini definiti e molte amicizie in comune, i tre pittori non si frequentano. Solo Edgar Degas giocherà un ruolo fondamentale: grazie a lui, infatti, i loro percorsi di tanto in tanto si incroceranno offrendo a ciascuno stimoli capaci di indurre a nuove sperimentazioni dai risultati sempre «unici» e tra loro difformi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

1commento

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia