-1°

Mostra

De Nittis, un pugliese dal cuore parigino

Milano, al Gam Manzoni, trentacinque opere di tre grandi pittori italiani che hanno vissuto e respirato l'aria della Belle Époque. Con Boldini e Zandomeneghi esaltò il bel vivere della «Ville Lumière»

De Nittis un pugliese dal cuore parigino
0
 

Boldini, De Nittis, Zandomeneghi e gli altri, Corcos, Mancini, Tofano: sono i protagonisti della pittura italiana dell’Ottocento nella Parigi della Belle Époque, dove l’atmosfera effervescente e modaiola si intreccia con quella più riservata dell’élite internazionale. Di quegli anni ruggenti Giovanni Boldini (Ferrara 1842 – Parigi 1931), Giuseppe De Nittis (Barletta, 1846 - Saint-Germain-en-Laye, 1884), Federico Zandomeneghi (Venezia, 1841 – Parigi, 1917), sono gli interpreti di spicco al centro del nuovo appuntamento espositivo (fino al 21 febbraio) di GAMManzoni, Centro Studi per l’arte Moderna e Contemporanea di Milano. Curata da Francesco Luigi Maspes e da Enzo Savoia, la mostra ripercorre, attraverso una selezione di 35 opere, le tappe fondamentali della carriera dei tre Italiens de Paris, che seppero interpretare i sogni di un mondo in bilico fra Otto e Novecento, e in particolare quello della Parigi nella quale decisero di vivere stabilmente, dove ottennero fama e successo professionale. Le opere dei tre sono messe a confronto con quelli di altri artisti italiani, attivi nella capitale nello stesso periodo, per uno sguardo più ampio su artisti di notevole interesse. Al centro l’opera di Giuseppe De Nittis, pittore della vita moderna, che ha esaltato, nei suoi quadri, il vivere borghese dei salotti parigini. Le tele scelte per la mostra manifestano la qualità di un artista ben noto per aver saputo ritrarre personaggi e delineare luoghi e vedute urbane con grande abilità cogliendo le variazioni cromatiche della luce naturale come emerge nel bel dipinto di sapore impressionista Au jardin (1873), dove una giovane donna – ritratta di spalle – incede con eleganza in un viottolo di campagna baciato dal sole caldo del mattino e punteggiato da fiori dai mille colori. In piena sintonia si inseriscono Tra le spighe di grano (1873), Flirtation (1874), Passeggiata con i cagnolini (1874) e Leontine in canotto (1875), tutti ambientati nell’elegante mondo parigino e caratterizzati da una esecuzione dai tocchi morbidi e leggeri. Anche il pennello di Giovanni Boldini offre uno specchio fedele di una mondanità parigina ossequiosa alle regole di un aristocratico buon gusto: temi che trovano una adeguata espressione nella indiscussa abilità di Boldrini di affrontare il ritratto. Così il ritratto della contessa Gabrielle de Rasty, noto come La lettera mattutina, realizzato nel 1884 con una condotta pittorica rapida ed energica al punto che in alcune zone la pennellata perde la sua funzione descrittiva per acquistare un valore autonomo, sostanzialmente astratto, che accentua la prorompente vitalità del soggetto. Altrettanto rappresentativi sono Nudo di donna dalle calze nere (1885) e Testa bruna (1891) nelle quali è possibile cogliere l’evoluzione di quella danza vertiginosa del pennello sulla tela, tecnica propria del maestro ferrarese. Lo stesso vortice artistico e gestuale che racchiude figure, paesaggi e oggetti è avvalorato anche dalle opere grafiche in mostra, alcune delle quali mai esposte in pubblico. Il mondo dorato di De Nittis e Boldini, sembra invece più lontano a Zandomeneghi che pur aderendo all’impressionismo rimane legato alle caratteristiche linguistiche della pittura veneta, con una visione più intimista. Le sue donne sono schiette, medio-borghesi, spesso madri si muovono in interni privi di eccessi e forzature, in adesione agli equilibri più di un mondo classico che ai conflitti della modernità. Di particolare interesse tematico sono le tele La psyché (1900-1903) e Entre amies (1913) in cui la lezione di Renoir e di Cézanne è interpretata dall’artista veneziano in modo originale, con una tecnica che distilla la luce e precisa la funzione non accessoria, ma ritmica e compositiva, del segno. Pur artefici della pittura in un mondo dai confini definiti e molte amicizie in comune, i tre pittori non si frequentano. Solo Edgar Degas giocherà un ruolo fondamentale: grazie a lui, infatti, i loro percorsi di tanto in tanto si incroceranno offrendo a ciascuno stimoli capaci di indurre a nuove sperimentazioni dai risultati sempre «unici» e tra loro difformi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Patti Smith - A Hard Rain's Gonna Fall - Bob Dylan Nobelprize in literature 10 dec 2016

emozione

La Smith al Nobel (per Dylan) si ferma e riprende a cantare Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

lega pro

Parma-Teramo al Tardini Diretta

Calcio

Reggiana-Parma: c'è chi non si è fatto sfuggire il biglietto...

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Gazzareporter

Nebbia, le foto di un lettore: "Benvenuti a Eia"

inserto

L'Oroscopo 2017 domani con la Gazzetta di Parma

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Parma

“La Bassa di Zavattini” e la sfida degli anolini: le foto di "Mangia come scrivi"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quel che manca per fare un governo

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

governo

Gentiloni ha accettato l'incarico: è lui il presidente del Consiglio designato

fisco

Imu e Tasi: entro venerdì il saldo Come si calcola

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Sport USA

Anche Gallinari nella notte magica dei big

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti