17°

Arte-Cultura

Rondani, scienziato della natura

0

 Da 45 anni, era il 1965, l'attuale istituto tecnico per geometri separandosi dai corsi commerciali dell'Istituto «Melloni» (che sino ad allora costituivano un medesimo istituto tecnico) veniva dedicato a Camillo Rondani che dell'originale istituto unitario fu primo preside dal 1864 sino alla morte.

Per ricordare tale occasione, ma anche per celebrare la figura del Rondani a duecento anni dalla nascita, l'istituto che porta il suo nome ha pubblicato un interessante saggio curato dal prof.Antonio Comi, già  insegnante di fisica nello stesso, dal titolo «L'eredità  di Camillo Rondani nel bicentenario della nascita», che sarà  presentato domani martedì 16 alle ore l0 e 30 a Palazzo Sanvitale.    La pubblicazione vuole essere nel contempo «un significativo contributo per mantenere viva la memoria di uno scienziato del quale Parma deve andare fiera», come scrive il preside prof. Olivati nell'introduzione, ma anche una testimonianza dell'eredità  che l'istituto stesso ha trasmesso e continua a trasmettere alla nostra città  e alla provincia attraverso i numerosi alunni che in esso si sono preparati per affermarsi, molti in modo egregio, nel campo delle costruzioni e nella crescita urbanistica della nostra città .   
 Un omaggio, dunque, al prestigio della scuola ma ancor più al nome e alla figura di Camillo Rondani di cui, forse, molti parmigiani non conoscono granché e un'occasione    per riscoprirne il suo valore e la sua autorevolezza scientifica, soprattutto nel campo degli insetti. 
Camillo Rondani nacque a Parma nel 1808 da cospicua ed antica famiglia cui apparterrà  anche il nipote, ossia il poeta Alberto. Avviato dalla famiglia agli studi ecclesiastici, presto abbandonò tale prospettiva per dedicarsi alla storia naturale e all'agronomia. Nelle biografie scientifiche si parla di lui come di un illustre genio dell'entomologia e «principe dei dipterologi» definito nell'epigrafe che l'Università  di Parma gli ha dedicato, unitamente al busto dello scultore Gaibazzi, e che si può ancora ammirare nei pressi del museo di storia naturale. 
Come detto, fu per tutta la vita,appassionato cultore di entomologia alla quale dedicò approfondite ricerche e decine di pubblicazioni che riscossero il plauso degli scienziati e una stima incontrastata nella sua città . La specialità  per la quale Rondani è  ritenuto uno dei maggiori scienziati a livello mondiale resta tuttavia lo studio della tassonomia dei ditteri, di cui descrisse generi e specie, stabilendone sistemi relazionali culminanti nella sua opera principale «Dipterologia e italicae prodromi» in sei volumi. 
Allievo di Melloni e di Giorgio Jan, nel 1854 venne chiamato alla cattedra di Agronomia dell'università  parmense e fu poi insegnante di Storia Naturale al «Romagnosi» per poi dirigere l'Istituto «Melloni» dal 1864, anno in cui il Consiglio provinciale deliberava l'istituzione di una scuola provinciale di Agronomia e Agrimensura. Vi rimase preside sino alla morte avvenuta il 17 settembre 1879. Lasciò ricchissime collezioni entomologiche che, acquistate dal governo, furono donate, purtroppo per Parma, al museo di Storia Naturale di Firenze.    
Nella pubblicazione che sarà  presentata domani, il prof. Comi tratteggia con dovizia di particolari le tappe che dalla nascita dell'istituto tecnico a Parma hanno portato alla sua costante crescita sino a svilupparsi, nel 1931, in istituto a sé stante divenendo istituto per geometri pur «abitando» nella stessa sede dei ragionieri in via Farini e a raggiungere l'attuale configurazione nei due istituti indipendenti con l'inaugurazione delle due nuove sedi in viale Maria Luigia, ossia nel 1965 il «Melloni» e nel 1971 , appunto, il «Rondani».
 Lasciamo, dunque, l'agile e interessante volumetto alla conoscenza dei concittadini e, soprattutto, all'approfondimento dei numerosi studenti dei due istituti «fratelli» i cui nomi si intrecciano con la loro quotidianità  e il loro futuro.
VALENTINO SANI
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lo "Zoo" di  105,  è morto Leone Di Lernia

spettacoli

Lo "Zoo" di 105, è morto Leone Di Lernia - VIDEO

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia