libri

Kipling, maestro di saggezza

«Il libro della giungla» e «Kim» tra i suoi romanzi più famosi e amati

Kipling, maestro di saggezza
0
 

Il nome di Rudyard Kipling, di cui il 30 dicembre ricorrono i 150 anni dalla nascita, è legato all’India e alla grandezza dell’Impero britannico, di cui fu cantore esaltandone gli ideali ma, è bene dirlo subito, nei suoi libri che contribuirono a creare quell’immaginario non tralasciò mai gli aspetti più negativi o duri del colonialismo. Il «Libro della giungla» (che nel 1907 gli valse il premio Nobel per la letteratura) «Kim» e «Capitani coraggiosi» sono i titoli che lo resero famoso e ne fecero uno dei grandi scrittori per ragazzi, pur se oggi la sua notorietà si lega in parte anche alle sue poesie e in particolare ai versi di «If» (Se) che impazzano sul Web: «Se saprai mantenere la testa quando tutti intorno a te / la perdono, e te ne fanno colpa./ Se saprai avere fiducia in te stesso quando tutti ne dubitano,/ tenendo però considerazione anche del loro dubbio./ Se saprai aspettare senza stancarti di aspettare / (........) / Se saprai riempire ogni inesorabile minuto / Dando valore ad ognuno dei sessanta secondi,/ Tua sarà la Terra e tutto ciò che è in essa,/ E - quel che più conta - sarai un Uomo, figlio mio!». Anche se de «Il libro della Giungla», arriverà un nuovo film ispirato al classico della Disney, diretto da Jon Favreau, e sarà nelle sale italiane il 14 aprile 2016 in un emozionante formato live action.

Kypling, morto a Londra nel 1936 e sepolto nell’Abbazia di Westminter, nato a Bombay da un ufficiale inglese nel 1865, crebbe in Inghilterra lontano dai genitori e quando non fu giudicato intellettualmente all’altezza per essere ammesso a Oxford, il padre lo madò a lavorare in Pakistan da dove, qualche anno dopo, nel 1882 si trasferì in India rimanendovi sette anni, prima di intraprendere un lungo viaggio tra Cina e Giappone che lo avrebbe portato in America, dove si sposò, visse nel Vermont e tornò in Inghilterra nel 1897 con i manoscritti che gli diedero rapidamente un’incredibile popolarità come scrittore. Durante la prima guerra mondiale svolse il lavoro di corrispondente di guerra e corrispondente dall’Europa continuò a scrivere dopo la pace. La sua fama, sino a prima della guerra, era tale che due cittadine del Michigan vennero ribattezzate una Kipling e una Rudyard, mentre Robert Baden-Powell utilizzò come strumenti pedagogici nello scautismo in particolar modo Il libro della giungla, testo che fa da sfondo alle attività svolte dagli scout più piccoli, chiamati lupetti, in riferimento al ragazzo-lupo Mowgli. «Il libro della giungla» del 1894, seguito da un secondo «Libro della giungla» nel 1895 (da cui vennero tratti due fortunati cartoon Disney nel 1967 e nel 2003, da cui ora il film in sala il prossimo 14 aprile), raccontano appunto le avventure dell’orfano Mowgli allevato da una lupa e dei suoi amici, l’orso Baloo e il pitone Kaa, che combattono le scimmie cattive e altri esseri malvagi, finche lui si spinge al di là del bosco, dove vivono i contadini e incontra una ragazza che a un certo punto gli dirà: «Ma tu sei nato uomo!»; cui lui risponde «Ora lo so, perchè il mio cuore è in mano tua». Sono tanti racconti visionari e di forte e coinvolgente immaginazione che si intrecciano tra romanzo d’avventure e apologo, per sostenere, attraverso la vita degli animali (quindi facendone come dei punti di una legge di natura), i valori e i principi della civiltà britannica d’allora, dal rispetto delle gerarchie nella società e in famiglia al rispetto della proprietà, dalla capacità di autocontrollo allo spirito di solidarietà.

Oltre a un bella autobiografia, «Something of myself», Kipling scrisse moltissimo e pubblico tanto, debuttando ventenne con una raccolta di versi e una di racconti, cui seguirono libri di viaggi, di narrativa e una raccolta di ballate dal sapore militare. Durante gli anni americani scrisse i due «Libri della giunga» e «Capitani coraggiosi» cui, in Inghilterra, seguirono il non meno fortunato «Kim» e tante altre opere. Nel 1903 le poesie di «The five nations» celebrano quell’idea imperialistica di cui era il rappresentante più accreditato. La sua fiducia in tali ideali, anche quando con la guerra il mondo cambia e lui professa un blando pacifismo, lo fecero rapidamente passare dalla gloria a una sorta di dimenticatoio, ma i suoi romanzi maggiori continueranno a avere vita propria e ancora oggi sono letti dai ragazzi di tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)