Arte-Cultura

Le Barricate, la Spagna, l'eroismo

Le Barricate, la Spagna, l'eroismo
0

Il tratto che più emerge da «Il guerriero della rivoluzione», il «contributo alla biografia di Guido Picelli» che Fiorenzo Sicuri ha da poco pubblicato da Uni.Nova, è senz'altro quello della cura documentaria: dell’attenzione scrupolosa, minuziosa, alle fonti e al loro valore. Al loro peso. Consultate tutte, le fonti, a costituire una base d’appoggio solidissima per una trattazione che voleva essere in primo luogo la ricostruzione il più possibile dettagliata di una storia personale non priva di zone d’ombra e spesso soggetta a ipotesi diverse nel corso degli anni («il fatto è che Picelli ha lasciato testimonianze di sé piuttosto scarse e di necessità si è obbligati a supposizioni»). Sicuri prova a sgombrare il campo dai «si dice» e dalle congetture ma anche dalla «vulgata», dall’immagine codificata di Picelli: «Presentato [...] come figura epica e leggendaria, Picelli ha raccolto nella storiografia e nella memoria storica della sinistra parmense e italiana, più consensi appassionati e generici che conoscenze puntuali e approfondite. L’identificazione avvenuta fra la sua figura e i fatti che gli procurarono assensi amplissimi nel movimento operaio italiano ha in qualche modo impedito una ricostruzione generale, la più possibile minuziosa, dell’uomo e del personaggio politico, nelle diverse fasi della sua parabola umana; ricostruzione che si rende ormai indispensabile, per uscire da un mito non privo di contraddizioni e lacune». Lo studioso parmigiano cerca di farlo, appunto, servendosi delle fonti: tutte le fonti consultabili. Dai saggi sull'eroe delle Barricate ai casellari politici, dai discorsi parlamentari del deputato Picelli agli interventi sui giornali. I vuoti ci sono, ed è lo stesso Sicuri a denunciarli nel corso della trattazione (il più rilevante è senz'altro quello relativo ai documenti conservati negli archivi ex sovietici, forse parzialmente colmato da un prossimo saggio di Elena Dundovich), ma nel complesso si ha la netta impressione di una grossa mole di documenti, di uno «zoccolo» cospicuo, messo insieme in diversi anni. Di tutte queste fonti Sicuri si serve innanzitutto per fare chiarezza, e per mettere in dubbio ipotesi date fin qui praticamente per certe: dall’iscrizione di un Picelli giovanissimo al Partito socialista al neutralismo sul primo conflitto mondiale, dalla presenza nel Partito comunista prima del 1924 (l'anno dell’adesione ufficiale) e alla nascita della Guardia rossa. Va in fondo, Sicuri: e grazie ai documenti riesce ad esempio a ricostruire in modo abbastanza dettagliato la carriera militare di Picelli, e a tirar fuori procedimenti a suo carico dei quali finora s'era parlato poco o nulla. Per tutto questo, in primo luogo proprio per il suo rigore scientifico, il libro dello studioso parmigiano (da segnalare anche per la  ricca appendice) è un contributo prezioso, al quale d’ora in poi tutta la storiografia dovrà fare necessario riferimento. Storiografia su Picelli ma non solo: il saggio è anche una bella carrellata sulla storia di Parma (e d’Italia) nel primo Novecento, con particolare attenzione al biennio rosso e al progressivo crescere della «guerra civile», fino all’affermazione del fascismo. Se ne respira l’aria, di quegli anni, e questo è un pregio non da poco.In quella realtà, in quel contesto ben ricostruito, Sicuri colloca Picelli e lo segue. Dall’orologiaio all’attore al sindacalista al politico, dall’eroe delle Barricate al combattente in Spagna, con un filo rosso che è la ferma convinzione dell’autore e che è la tesi di fondo del libro: quello dell’uomo armato, del rivoluzionario. Di chi voleva fare la rivoluzione proletaria, e per anni ha lavorato alla costruzione di un «esercito rosso»: «A differenza della maggioranza dei massimalisti, Picelli non si attestò su una predicazione demagogica e inconcludente della rivoluzione; egli cercava, invece, con ogni mezzo pratico, di costruire la rivoluzione comunista in Italia, in cui vedeva indubbiamente come essenziali e determinanti gli aspetti militari. Di fronte al fascismo, ritenne che la manovra politica non fosse sufficiente e nemmeno auspicabile, e pertanto si dedicò ad approntare organizzazioni armate di difesa, nelle quali tuttavia permaneva il compito offensivo e rivoluzionario». Un guerriero della rivoluzione, appunto.
Il guerriero della rivoluzione Uni.Nova, pag. 329, 19,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Palazzo Chigi: Renzi parlerà a mezzanotte

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

polfer

Nel reggiseno 17 dosi di cocaina: arrestata

7commenti

Amatori Rugby Parma

Beppe Carra: "Non ci basta: vogliamo altre vittorie" Intervista

II capitano commenta l'importante successo, il primo casalingo, contro Livorno - Esplode la festa in campo e negli spogliatoi (guarda le foto)

Carabinieri

Quando la vendita dell'iPhone è una truffa

3commenti

Salsomaggiore

"Lorenzo, un ragazzo speciale"

Domani alle 15 il funerale

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

via chiavari

Santa Barbara: i vigili del fuoco festeggiano con i bambini Foto

3737 interventi in un anno

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

13commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)