12°

Arte-Cultura

Picelli, eroe e combattente

Picelli, eroe e combattente
0

 Lisa Oppici

Guido Picelli? Un guerriero. Un guerriero rivoluzionario. È la definizione che più gli si addice secondo Fiorenzo Sicuri, che proprio così ha intitolato il suo ultimo volume (edito da Uni.nova). Con «Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937» lo studioso torna a occuparsi dell’«eroe delle Barricate» dopo oltre vent'anni («Avevo curato un volumetto nel cinquantesimo della morte, nel 1987»), provando a tracciarne un ritratto per molti versi inedito. 
Il libro sarà presentato sabato 13 febbraio alle 17,30 all’Oratorio novo della Biblioteca Civica nell’ambito del Parma Video Film Festival: insieme all’autore ci saranno il direttore del festival Primo Giroldini, Eros Francescangeli dell’Università di Padova, il presidente dell’Istoreco Mirco Carrattieri, lo storico William Gambetta e il presidente dell’Istituzione biblioteche Luciano Mazzoni.
«Negli ultimi anni mi sono dedicato alla storia locale - racconta Sicuri - e mi sono sempre più reso conto che molte cose su Picelli non erano state dette. La rappresentazione che si era data di lui aveva creato un mito: volevo vedere cosa c'era realmente dentro al mito. I motivi che mi hanno spinto a scrivere questo libro sono stati sostanzialmente due: da un lato l’esigenza di dare un contributo scientifico sulla biografia di Picelli, in modo particolare, anche se non esclusivo, per gli anni in cui fu a Parma; dall’altro il fatto che negli ultimi anni su di lui si siano sentite cose che non stanno né in cielo né in terra, che ci sia stato un abbondare di mistificazioni. Era necessaria un messa a punto della sua figura per fare un poco di chiarezza».
Sicuri ha provato a farla servendosi di un mare di fonti: «Ho girato per tantissimi archivi e biblioteche. Sono andato ad esempio alla biblioteca della Camera dei deputati, dove ho trovato tutti i suoi discorsi. E naturalmente ho preso in considerazione anche fonti che non parlano bene di lui: con questo libro Picelli vene riportato alla storia locale e nazionale così come lui si collocava. Penso di averne dato una rappresentazione realistica - sottolinea l’autore - riportando anche cose che nessuno ci aveva mai raccontato, credo non a caso: ad esempio quando nel 1919-20 Picelli costituisce la Guardia rossa ed è arrestato, i motivi dell’arresto sono più numerosi e più complessi di quelli che ci sono sempre stati detti». Nella ricerca sono emersi anche elementi che secondo Sicuri invitano a rileggere la figura di Picelli: «A Piacenza ho trovato il foglio matricolare, e ho scoperto che alla prima visita di leva Picelli è stato riformato. Poi, in seconda battuta, fa il milite della sanità, e diventa ufficiale poco prima della fine della guerra. Ma le medaglie le ha prese come milite della sanità. Già il foglio matricolare, dunque, lo ridimensiona», osserva ancora lo studioso, che riconosce al proprio lavoro un valore di rottura rispetto al passato: «Con questo volume certo cambia il paradigma con cui fino a oggi si è visto Picelli. Fino a oggi per tutti era l’antifascista, qui è il guerriero della rivoluzione. Dire che era antifascista è infatti molto riduttivo: era antifascista ma anche anticapitalista, e antiliberaldemocratico... Era un comunista che voleva la rivoluzione, e nella rivoluzione lui si ritagliava la veste di guerriero. Si proponeva di costituire l’esercito rosso, l’equivalente in Italia dell’Armata Rossa, al punto che i detrattori lo sfottevano chiamandolo il Krylenko dell’Armata rossa parmense; ha costituito una notevole serie di eserciti, tra cui gli Arditi del popolo, e dopo la marcia su Roma si è occupato di Armate militari clandestine...». 
Proprio agli Arditi del popolo è dedicata una parte della ricca appendice. Insieme a un saggio di William Gambetta e a diversi documenti vi si trova infatti un elenco di 330-340 Arditi del popolo: «Finalmente abbiamo nomi e cognomi, fondati sugli elenchi di polizia: dopo novant'anni - dice ancora Fiorenzo Sicuri - diamo la lista degli Arditi».
E la morte, la «misteriosa morte» di Picelli? Sicuri sta alle prove, e le prove parlano di morte in battaglia. «Allo stato delle cose - spiega - la voce secondo la quale Picelli sia stato ucciso dagli stalinisti è solo un sospetto. Anche per questo, per sciogliere questo mistero, quando ero presidente dell’Istituzione biblioteche di Parma ho commissionato a Elena Dundovich un saggio su Picelli partendo dalle fonti sovietiche, dagli archivi di Mosca. Vedremo se dalle sue ricerche, che sono in corso, uscirà qualcosa di interessante. Trovo giusto che l’indagine prosegua, ma allo stato dei fatti lui è morto in battaglia in Spagna, colpito dal nemico». 
«Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937»
Editrice Uni.nova, pag. 332, 19,00
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi antifurto per auto

consigli

Antifurti: come mettere al sicuro la proprio auto

Lealtrenotizie

Duc

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

2commenti

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

2commenti

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

6commenti

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

18commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

1commento

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

7commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

napoli

Furbetti del cartellino: blitz all'ospedale di Napoli, 55 arresti

1commento

india

La donna più pesante del mondo ha perso 50 kg in 12 giorni

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

motori

Formula 1, svelata la nuova Ferrari SF70H Foto

Calcio

Il Leicester ha esonerato Ranieri

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida