19°

30°

Arte-Cultura

Picelli, eroe e combattente

Picelli, eroe e combattente
0

 Lisa Oppici

Guido Picelli? Un guerriero. Un guerriero rivoluzionario. È la definizione che più gli si addice secondo Fiorenzo Sicuri, che proprio così ha intitolato il suo ultimo volume (edito da Uni.nova). Con «Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937» lo studioso torna a occuparsi dell’«eroe delle Barricate» dopo oltre vent'anni («Avevo curato un volumetto nel cinquantesimo della morte, nel 1987»), provando a tracciarne un ritratto per molti versi inedito. 
Il libro sarà presentato sabato 13 febbraio alle 17,30 all’Oratorio novo della Biblioteca Civica nell’ambito del Parma Video Film Festival: insieme all’autore ci saranno il direttore del festival Primo Giroldini, Eros Francescangeli dell’Università di Padova, il presidente dell’Istoreco Mirco Carrattieri, lo storico William Gambetta e il presidente dell’Istituzione biblioteche Luciano Mazzoni.
«Negli ultimi anni mi sono dedicato alla storia locale - racconta Sicuri - e mi sono sempre più reso conto che molte cose su Picelli non erano state dette. La rappresentazione che si era data di lui aveva creato un mito: volevo vedere cosa c'era realmente dentro al mito. I motivi che mi hanno spinto a scrivere questo libro sono stati sostanzialmente due: da un lato l’esigenza di dare un contributo scientifico sulla biografia di Picelli, in modo particolare, anche se non esclusivo, per gli anni in cui fu a Parma; dall’altro il fatto che negli ultimi anni su di lui si siano sentite cose che non stanno né in cielo né in terra, che ci sia stato un abbondare di mistificazioni. Era necessaria un messa a punto della sua figura per fare un poco di chiarezza».
Sicuri ha provato a farla servendosi di un mare di fonti: «Ho girato per tantissimi archivi e biblioteche. Sono andato ad esempio alla biblioteca della Camera dei deputati, dove ho trovato tutti i suoi discorsi. E naturalmente ho preso in considerazione anche fonti che non parlano bene di lui: con questo libro Picelli vene riportato alla storia locale e nazionale così come lui si collocava. Penso di averne dato una rappresentazione realistica - sottolinea l’autore - riportando anche cose che nessuno ci aveva mai raccontato, credo non a caso: ad esempio quando nel 1919-20 Picelli costituisce la Guardia rossa ed è arrestato, i motivi dell’arresto sono più numerosi e più complessi di quelli che ci sono sempre stati detti». Nella ricerca sono emersi anche elementi che secondo Sicuri invitano a rileggere la figura di Picelli: «A Piacenza ho trovato il foglio matricolare, e ho scoperto che alla prima visita di leva Picelli è stato riformato. Poi, in seconda battuta, fa il milite della sanità, e diventa ufficiale poco prima della fine della guerra. Ma le medaglie le ha prese come milite della sanità. Già il foglio matricolare, dunque, lo ridimensiona», osserva ancora lo studioso, che riconosce al proprio lavoro un valore di rottura rispetto al passato: «Con questo volume certo cambia il paradigma con cui fino a oggi si è visto Picelli. Fino a oggi per tutti era l’antifascista, qui è il guerriero della rivoluzione. Dire che era antifascista è infatti molto riduttivo: era antifascista ma anche anticapitalista, e antiliberaldemocratico... Era un comunista che voleva la rivoluzione, e nella rivoluzione lui si ritagliava la veste di guerriero. Si proponeva di costituire l’esercito rosso, l’equivalente in Italia dell’Armata Rossa, al punto che i detrattori lo sfottevano chiamandolo il Krylenko dell’Armata rossa parmense; ha costituito una notevole serie di eserciti, tra cui gli Arditi del popolo, e dopo la marcia su Roma si è occupato di Armate militari clandestine...». 
Proprio agli Arditi del popolo è dedicata una parte della ricca appendice. Insieme a un saggio di William Gambetta e a diversi documenti vi si trova infatti un elenco di 330-340 Arditi del popolo: «Finalmente abbiamo nomi e cognomi, fondati sugli elenchi di polizia: dopo novant'anni - dice ancora Fiorenzo Sicuri - diamo la lista degli Arditi».
E la morte, la «misteriosa morte» di Picelli? Sicuri sta alle prove, e le prove parlano di morte in battaglia. «Allo stato delle cose - spiega - la voce secondo la quale Picelli sia stato ucciso dagli stalinisti è solo un sospetto. Anche per questo, per sciogliere questo mistero, quando ero presidente dell’Istituzione biblioteche di Parma ho commissionato a Elena Dundovich un saggio su Picelli partendo dalle fonti sovietiche, dagli archivi di Mosca. Vedremo se dalle sue ricerche, che sono in corso, uscirà qualcosa di interessante. Trovo giusto che l’indagine prosegua, ma allo stato dei fatti lui è morto in battaglia in Spagna, colpito dal nemico». 
«Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937»
Editrice Uni.nova, pag. 332, 19,00
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Incidente

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una donna

Teatro Regio

L'assemblea dell'Upi. Figna: "Si investa sulle imprese e le infrastrutture"   Diretta TvParma

L'ospite di quest'anno è il ministro Graziano Delrio

meteo

Caldo: (la prossima settimana) ancora temporali al Nord

tg parma

Sicurezza e scuole fra le priorità di Pizzarotti: video-intervista

Nascerà un partito dei sindaci? Pizzarotti è concentrato su Parma ma da Napoli arrivano gli elogi di de Magistris

1commento

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

10commenti

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti La festa (foto)

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

42commenti

Poggio S.Ilario

E' ancora grave la figlia dell'ivoriano che ha appiccato il fuoco alla camera Video

Medesano

Picchia e violenta la ex moglie: 30enne in carcere

2commenti

polizia

Blitz dei ladri nella notte al Palacampus

parma

Furto da "Amor di Patata", all'ombra del duomo: è sparita la cassa

1commento

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

2commenti

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

2commenti

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

scuola

Maturità: oggi la terza e ultima prova scritta

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Poggio di Sant'Ilario

Dà fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

festeggiamenti

La Polfer compie 110 anni: fu voluta da Giolitti

SOCIETA'

colombia

La nave barcolla poi affonda: 6 morti

LA PEPPA

Budino di due colori

SPORT

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

formula 1

Gara pazza. Hamilton e Vettel fanno a botte. E Ricciardo brinda...

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande