17°

Arte-Cultura

Picelli, eroe e combattente

Picelli, eroe e combattente
0

 Lisa Oppici

Guido Picelli? Un guerriero. Un guerriero rivoluzionario. È la definizione che più gli si addice secondo Fiorenzo Sicuri, che proprio così ha intitolato il suo ultimo volume (edito da Uni.nova). Con «Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937» lo studioso torna a occuparsi dell’«eroe delle Barricate» dopo oltre vent'anni («Avevo curato un volumetto nel cinquantesimo della morte, nel 1987»), provando a tracciarne un ritratto per molti versi inedito. 
Il libro sarà presentato sabato 13 febbraio alle 17,30 all’Oratorio novo della Biblioteca Civica nell’ambito del Parma Video Film Festival: insieme all’autore ci saranno il direttore del festival Primo Giroldini, Eros Francescangeli dell’Università di Padova, il presidente dell’Istoreco Mirco Carrattieri, lo storico William Gambetta e il presidente dell’Istituzione biblioteche Luciano Mazzoni.
«Negli ultimi anni mi sono dedicato alla storia locale - racconta Sicuri - e mi sono sempre più reso conto che molte cose su Picelli non erano state dette. La rappresentazione che si era data di lui aveva creato un mito: volevo vedere cosa c'era realmente dentro al mito. I motivi che mi hanno spinto a scrivere questo libro sono stati sostanzialmente due: da un lato l’esigenza di dare un contributo scientifico sulla biografia di Picelli, in modo particolare, anche se non esclusivo, per gli anni in cui fu a Parma; dall’altro il fatto che negli ultimi anni su di lui si siano sentite cose che non stanno né in cielo né in terra, che ci sia stato un abbondare di mistificazioni. Era necessaria un messa a punto della sua figura per fare un poco di chiarezza».
Sicuri ha provato a farla servendosi di un mare di fonti: «Ho girato per tantissimi archivi e biblioteche. Sono andato ad esempio alla biblioteca della Camera dei deputati, dove ho trovato tutti i suoi discorsi. E naturalmente ho preso in considerazione anche fonti che non parlano bene di lui: con questo libro Picelli vene riportato alla storia locale e nazionale così come lui si collocava. Penso di averne dato una rappresentazione realistica - sottolinea l’autore - riportando anche cose che nessuno ci aveva mai raccontato, credo non a caso: ad esempio quando nel 1919-20 Picelli costituisce la Guardia rossa ed è arrestato, i motivi dell’arresto sono più numerosi e più complessi di quelli che ci sono sempre stati detti». Nella ricerca sono emersi anche elementi che secondo Sicuri invitano a rileggere la figura di Picelli: «A Piacenza ho trovato il foglio matricolare, e ho scoperto che alla prima visita di leva Picelli è stato riformato. Poi, in seconda battuta, fa il milite della sanità, e diventa ufficiale poco prima della fine della guerra. Ma le medaglie le ha prese come milite della sanità. Già il foglio matricolare, dunque, lo ridimensiona», osserva ancora lo studioso, che riconosce al proprio lavoro un valore di rottura rispetto al passato: «Con questo volume certo cambia il paradigma con cui fino a oggi si è visto Picelli. Fino a oggi per tutti era l’antifascista, qui è il guerriero della rivoluzione. Dire che era antifascista è infatti molto riduttivo: era antifascista ma anche anticapitalista, e antiliberaldemocratico... Era un comunista che voleva la rivoluzione, e nella rivoluzione lui si ritagliava la veste di guerriero. Si proponeva di costituire l’esercito rosso, l’equivalente in Italia dell’Armata Rossa, al punto che i detrattori lo sfottevano chiamandolo il Krylenko dell’Armata rossa parmense; ha costituito una notevole serie di eserciti, tra cui gli Arditi del popolo, e dopo la marcia su Roma si è occupato di Armate militari clandestine...». 
Proprio agli Arditi del popolo è dedicata una parte della ricca appendice. Insieme a un saggio di William Gambetta e a diversi documenti vi si trova infatti un elenco di 330-340 Arditi del popolo: «Finalmente abbiamo nomi e cognomi, fondati sugli elenchi di polizia: dopo novant'anni - dice ancora Fiorenzo Sicuri - diamo la lista degli Arditi».
E la morte, la «misteriosa morte» di Picelli? Sicuri sta alle prove, e le prove parlano di morte in battaglia. «Allo stato delle cose - spiega - la voce secondo la quale Picelli sia stato ucciso dagli stalinisti è solo un sospetto. Anche per questo, per sciogliere questo mistero, quando ero presidente dell’Istituzione biblioteche di Parma ho commissionato a Elena Dundovich un saggio su Picelli partendo dalle fonti sovietiche, dagli archivi di Mosca. Vedremo se dalle sue ricerche, che sono in corso, uscirà qualcosa di interessante. Trovo giusto che l’indagine prosegua, ma allo stato dei fatti lui è morto in battaglia in Spagna, colpito dal nemico». 
«Il guerriero rivoluzionario. Contributo alla biografia di Guido Picelli 1889-1937»
Editrice Uni.nova, pag. 332, 19,00
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

traversetolo

Schianto contro un camion: gravissimo un motociclista

soragna

Scompare un 50enne: la zona di Diolo setacciata da cinofili ed elicottero Foto

Interrogazione

Jella latitante (e sorridente su Fb): il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

10commenti

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

1commento

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

PENSIONI

Ape social, al via le domande

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

autostrada

Schianto tra Fiorenzuola e Fidenza: ancora due chilometri di coda

Piacenza

A processo capo scout: avrebbe toccato il seno a una 16enne

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

I 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento