21°

33°

Arte-Cultura

Vangelo, sorgente di vita

Vangelo, sorgente di vita
Ricevi gratis le news
0

L'ibero e fedele», vissuto sempre «di cielo e in cielo», «un bambino affascinato dalla contemplazione e dall’amicizia con gli uomini». Questo fu, nelle parole di chi lo conobbe, fratel Carlo Carretto, che il 2 aprile compirebbe un secolo, morto di leucemia nel 1988. Morì nel giorno di San Francesco, il 4 ottobre, questo piemontese assetato di spiritualità e povertà come il Santo di Assisi, che proprio a due passi da Assisi, a Spello, creò nel 1964, al ritorno da un decennio di vita contemplativa nel Sahara, una fraternità di preghiera e lavoro: un pugno di Piccoli Fratelli di Charles de Foucauld che s'insediò in un ex-convento francescano accogliendo da allora in una decina di eremi sparsi sulle colline circostanti - vecchi fienili, stalle e casolari donati dai contadini - folle di gente comune, politici, intellettuali, artisti, coppie, preti e vescovi, tutti in cerca di Dio e di se stessi. Spello era «presa d’assalto dai giovani - scrive il giornalista Gianni Di Santo nella biografia «Carlo Carretto. Il profeta di Spello» (Edizioni San Paolo, 174 pagine, 12 euro) - con una media, nel periodo estivo, di quattrocento a settimana». Attirati dalla «voce fascinosa», dal «volto solare e sorridente (...) e gli occhi colmi di stupore per l’incontro inaspettato» con cui fratel Carlo riceveva ognuno.
Il suo libro è un commosso ricordo di un uomo che per i giovani di allora fu modello di un cristianesimo ravvivato dal Concilio...  
Carlo Carretto è stato un personaggio emblematico del movimento cattolico del Novecento. Un leader sia nella Gioventù italiana di Azione cattolica, dove militò per tanti anni conducendo importanti eventi come la riunione di 300.000 giovani «baschi verdi» in piazza San Pietro nel 1948; sia sul terreno spirituale, in quanto con i suoi libri, tradotti in 34 lingue tra cui l’arabo, uno dei casi letterari più clamorosi dell’editoria cattolica per numero di copie vendute, ha accompagnato parecchie generazioni all’ascolto della Parola. Poi c'è Spello, il vero miracolo di Carretto.
Averlo conosciuto personalmente l’ha aiutata nel suo lavoro?  
Appartengo a quella generazione di giovani che si nutriva dei libri di Carlo. Lo conobbi al convento di San Girolamo a Spello. Avevo vent'anni e ascoltandolo capii tante cose. Da quando ho cominciato le ricerche per raccontare il «mio» Carretto, è come se ci avessi parlato ogni giorno. Ho passato diverso tempo a Spello e all’Abbazia di Sassovivo a Foligno, con i Piccoli Fratelli di Jesus Caritas e il loro priore, Giancarlo Sibilia, esecutore testamentario di Carretto, per renderlo il più possibile vivo attraverso il libro. E c'è la sua tomba, lì al San Girolamo, che racconta più di ogni cosa. Incastonata nel terreno, nel silenzio del vento, la pietra del monte Subasio. Presto il San Girolamo tornerà a vivere: l’Azione cattolica ha deciso di restaurarlo dopo il terremoto e di tornarvi a formare adulti e giovani assetati di Vangelo.  
Giovanni Battista Montini, poi Paolo VI, ebbe molta simpatia per Carretto... La simpatia umana tra i due aveva un retroterra culturale di base. La grande tradizione della filosofia e del personalismo francese, così cara a Paolo VI, era anche il nutrimento di Carlo. Inoltre erano stati insieme a Roma: Montini in Segreteria di Stato e Carretto alla Giac. In due parole: il Concilio. Ecco cosa li univa. La Chiesa che dialoga col mondo.
 Cosa spinse Carretto a decidere, a 44 anni, di farsi Piccolo fratello e di seguire le orme di Charles de Foucauld nel Sahara, che gli ispirò quell'intenso libro che è «Lettere dal deserto»?  
Carretto veniva da una fortissima delusione. Si era appena dimesso da presidente della Giac per contrasti con una parte delle gerarchie cattoliche che vedeva nella mediazione col potere l’impegno primario della Chiesa, mentre lui e altri dirigenti erano per una Chiesa che dalla testimonianza dell’annuncio traesse la linfa per parlare ai popoli. In quel periodo lesse un libretto di René Voillaume, il fondatore dei Piccoli fratelli di Gesù che si richiamano all’insegnamento del beato Charles de Foucauld. Se ne innamorò subito e partì. Preghiera e accoglienza, contemplazione e solidarietà con chi non ha niente: da quel momento questi furono i suoi fondamenti.
Perché «profeta»? E quali le «profezie» di Carlo Carretto? Sono queste a renderlo tanto attuale oggi forse più ancora di ieri? 
Carretto amò fino alla fine la sua Chiesa. E’ il suo più grande insegnamento. Si può anche criticarla la Chiesa, ma sempre da figli che riconoscono il padre. Carretto sa che senza la Chiesa non c'è annuncio del Vangelo, ma proprio questa sua libertà di figlio di Dio lo fa essere sereno e franco con la casa paterna. Questo è il suo più grande messaggio: amare la Chiesa. Anche quando essa sembra addormentarsi su cose che non hanno a che fare col Vangelo. Amarla sempre, da laici obbedienti in piedi. Perché spetta anche ai laici, seguendo l’insegnamento del Concilio, annunciare il Vangelo nelle strade tortuose del mondo odierno. Ho l’impressione che la profezia di Carlo sia oggi una profezia che ci manca. L’amore per una radicalità evangelica e una fede vissuta al passo con gli uomini è una cosa possibile. Ma, ahimé, vedo in giro sempre meno profeti e sempre più profeti di sventura.
Carlo Carretto. Il profeta di Spello San Paolo, pag. 174, 12,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima breve telefonata con mamma (Diana)"

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox: i controlli della settimana

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

2commenti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: "Sui migranti il Governo faccia di più"

MILANO

Sala: "Il Pd ha sbagliato a non dare credito a Pizzarotti. Forse con lui bisognava dialogare prima"

Il sindaco di Parma alla Festa dell'Unità a Milano si schiera con Gori sullìimmigrazione: "Lo Stato faccia di più"

1commento

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Giorno, debutto con gol: "Pronto a dare tutto" Video - Le prossime amichevoli (guarda) 

meteo

Il caldo intenso sta per finire, arriva aria fresca

Piogge e temporali al Nord.Centro-sud,calo termico di 8-10 gradi

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

varano

Incidente a Scarampi: ferito un motociclista

incidenti

Auto contromano in via Capelluti, frontale: ferita una donna

1commento

via Mantova

Ignoti danno fuoco alla rete della casa cantoniera

1commento

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro nella notte

Scontro attorno all'una e trenta

motori

Grande festa al Paletti di Varano per la Formula Sae Italy Gallery

pinzolo

Primo match, D'Aversa: "Bene lo spirito e l'impegno dei nuovi" Video

traffico

Traffico intenso tra gli svincoli Autocisa e A1

coldiretti

Agricoltura: siccità ma anche nubifragi, danni in regione per 150 milioni

1commento

traversetolo

I segreti della trebbiatura a Castione Gallery

Anga

Arare la terra? A Collecchio fanno a gara: foto

1commento

Economia

Rottamazione cartelle entro luglio. Tutte le istruzioni Video

Versamenti in banca, tabaccai, poste, web o sportelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

1commento

AMARCORD/1

Quando c'era "Un disco per l'estate" Video

di Vanni Buttasi

ITALIA/MONDO

venezia

Donna accoltellata dall'ex marito che poi chiama i carabinieri e confessa

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

SPORT

ATLETICA

Under 20, Scotti d'oro nella 4x400

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

SOCIETA'

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

1commento

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori