12°

ARTE

Mostra, Lione celebra Yoko Ono

Mostra, Lione celebra Yoko Ono
0

Una mostra da guardare, ma anche da toccare, con cui interagire, in cui muoversi lasciando il proprio segno. Così il Museo di arte contemporanea di Lione celebra la creatività di Yoko Ono, nella prima retrospettiva monografica a lei dedicata in Francia, aperta al pubblico da domani fino al 10 luglio.

«Non abbiamo voluto una cronologia, nè una separazione tra opere visive e sonore, come si fa di solito - spiega alla stampa il direttore del Museo, Thierry Raspail - abbiamo deciso di scegliere installazioni che invitino il pubblico alla condivisione, e che possano essere partecipate». Perchè l’opera della multiforme artista giapponese non si può presentare «esponendo una scala con a fianco una spiegazione di cosa succederebbe salendoci sopra», bisogna dare al pubblico modo di sperimentare le opere e il loro messaggio. «Salire sopra una scala non sarà un’esperienza esaltante - dice ancora Raspail - ma se è legata a un significato simbolico, di avvicinamento al cielo, allora va provata».

Per dare la scintilla di partenza a questa esperienza interattiva, Yoko Ono avrebbe dovuto partecipare all’inaugurazione e «realizzare o completare alcune opere» performance, tra cui un grande «action painting» di calligrafia. All’ultimo minuto, però, ha dovuto dare forfait. Si sta ancora rimettendo dalla «forte influenza» che l’ha portata al ricovero qualche settimana fa, spiegano gli organizzatori, e il suo medico le ha «vivamente sconsigliato qualsiasi spostamento prima della completa guarigione».

L’artista giapponese ha comunque voluto essere in qualche modo presente, inviando un breve e ispirato messaggio attraverso il curatore della mostra e suo collaboratore di lunga data Jon Hendricks. «Ogni incontro delle anime è un incontro delle menti, e da questo nascono idee a cui non avremmo saputo pensare prima», dice, esprimendo tutto il suo dispiacere per aver mancato questo «istante memorabile». L’assenza fisica non le impedisce però, aggiunge, di «essere presente con voi, passo dopo passo» nell’esplorazione delle sue creazioni.

Visitare la mostra non è un processo passivo, ma obbliga all’interazione. Dai tavoli da scacchi in cui tutti i pezzi sono bianchi, su cui giocare ma senza ostilità verso l’altro, al pavimento cosparso di immagini della «Memoria orizzontale», un modo per riflettere su come ciascuno di noI partecipa all’oppressione dei deboli, dagli elmetti da soldato riempiti di pezzi di puzzle con foto di nuvole, con cui si sfidano i visitatori a «ricostruire il cielo», ai celebri «quadri in cui piantare chiodi». Tutto invita ad agire, a contribuire, perché, come spiega Hendricks, «il bello dell’arte di Yoko Ono è che è aperta a tutte le interpretazioni. Nessuna è giusta e nessuna è sbagliata, tutte la arricchiscono».

In questo spirito, la retrospettiva non si ferma all’interno del museo, ma ne invade gli spazi esterni e sconfina in tutta la città di Lione, con i Bottom, foto di fondoschiena che saranno esposti nei bagni di 365 bar e ristoranti, riproponendo il il concetto dei Toilet thoughts realizzati da Yoko Ono nei primi anni Settanta, e i Wish trees, alberi dei desideri ispirati alla tradizione shintoista a cui «tutti quelli che credono nella pace» sono invitati ad appendere i loro auspici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

6commenti

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

6commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

carabinieri

Spara un razzo fra la folla: era appena uscito dal carcere

Arresto bis, dopo meno di due mesi: 20enne tunisino in via Burla. A dicembre aveva in casa 500grammi di hashish

1commento

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

Parma

Bidoni dei rifiuti a fuoco in viale Mentana

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Jackpot

Superenalotto, c'è il 6: vinti 93 milioni di euro a Padova

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia