ARTE

Mostra, Lione celebra Yoko Ono

Mostra, Lione celebra Yoko Ono
Ricevi gratis le news
0

Una mostra da guardare, ma anche da toccare, con cui interagire, in cui muoversi lasciando il proprio segno. Così il Museo di arte contemporanea di Lione celebra la creatività di Yoko Ono, nella prima retrospettiva monografica a lei dedicata in Francia, aperta al pubblico da domani fino al 10 luglio.

«Non abbiamo voluto una cronologia, nè una separazione tra opere visive e sonore, come si fa di solito - spiega alla stampa il direttore del Museo, Thierry Raspail - abbiamo deciso di scegliere installazioni che invitino il pubblico alla condivisione, e che possano essere partecipate». Perchè l’opera della multiforme artista giapponese non si può presentare «esponendo una scala con a fianco una spiegazione di cosa succederebbe salendoci sopra», bisogna dare al pubblico modo di sperimentare le opere e il loro messaggio. «Salire sopra una scala non sarà un’esperienza esaltante - dice ancora Raspail - ma se è legata a un significato simbolico, di avvicinamento al cielo, allora va provata».

Per dare la scintilla di partenza a questa esperienza interattiva, Yoko Ono avrebbe dovuto partecipare all’inaugurazione e «realizzare o completare alcune opere» performance, tra cui un grande «action painting» di calligrafia. All’ultimo minuto, però, ha dovuto dare forfait. Si sta ancora rimettendo dalla «forte influenza» che l’ha portata al ricovero qualche settimana fa, spiegano gli organizzatori, e il suo medico le ha «vivamente sconsigliato qualsiasi spostamento prima della completa guarigione».

L’artista giapponese ha comunque voluto essere in qualche modo presente, inviando un breve e ispirato messaggio attraverso il curatore della mostra e suo collaboratore di lunga data Jon Hendricks. «Ogni incontro delle anime è un incontro delle menti, e da questo nascono idee a cui non avremmo saputo pensare prima», dice, esprimendo tutto il suo dispiacere per aver mancato questo «istante memorabile». L’assenza fisica non le impedisce però, aggiunge, di «essere presente con voi, passo dopo passo» nell’esplorazione delle sue creazioni.

Visitare la mostra non è un processo passivo, ma obbliga all’interazione. Dai tavoli da scacchi in cui tutti i pezzi sono bianchi, su cui giocare ma senza ostilità verso l’altro, al pavimento cosparso di immagini della «Memoria orizzontale», un modo per riflettere su come ciascuno di noI partecipa all’oppressione dei deboli, dagli elmetti da soldato riempiti di pezzi di puzzle con foto di nuvole, con cui si sfidano i visitatori a «ricostruire il cielo», ai celebri «quadri in cui piantare chiodi». Tutto invita ad agire, a contribuire, perché, come spiega Hendricks, «il bello dell’arte di Yoko Ono è che è aperta a tutte le interpretazioni. Nessuna è giusta e nessuna è sbagliata, tutte la arricchiscono».

In questo spirito, la retrospettiva non si ferma all’interno del museo, ma ne invade gli spazi esterni e sconfina in tutta la città di Lione, con i Bottom, foto di fondoschiena che saranno esposti nei bagni di 365 bar e ristoranti, riproponendo il il concetto dei Toilet thoughts realizzati da Yoko Ono nei primi anni Settanta, e i Wish trees, alberi dei desideri ispirati alla tradizione shintoista a cui «tutti quelli che credono nella pace» sono invitati ad appendere i loro auspici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti