18°

Arte-Cultura

Il repertorio della crudeltà

Il repertorio della crudeltà
0

di Lisa Oppici

 

Dopo il primo volume del monumentale «Libro dei deportati» (in corso di pubblicazione da Mursia), che raccoglieva le schede di 23.826 deportati politici italiani nei lager nazisti delineando una vera e propria «mappa» dell’universo della deportazione politica, è ora in libreria il secondo, altrettanto pregevole: un nuovo tassello di un’opera doc, a continuare un percorso di ricostruzione (di vite, di storie, di vicende personali e collettive) e di analisi che intende porsi come punto di riferimento davvero ineludibile per l’accuratezza, la meticolosità e l’impegno della ricerca. Questo secondo volume va oltre le singole schede biografiche per inquadrare quei nomi e quelle persone nel più generale contesto della deportazione, e per arrivare a «una ricostruzione analitica e localmente articolata di modi, tempi, luoghi della deportazione dall’Italia». Si procede territorio per territorio: dalla provincia di Asti a quella di Cuneo, da Novara all’Oltrepò Pavese, da Vicenza al Bellunese, da Parma a Reggio e a Bologna, dalla Toscana alla Sicilia. A tutto ciò si aggiungono poi tre saggi finali dedicati ai maggiori campi in Italia: i campi di transito di Fossoli e di Bolzano e la Risiera di San Sabba, campo di concentramento a Trieste. Del Parmense si occupa il direttore del nostro Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea Marco Minardi, che ricostruisce dettagliatamente i grandi rastrellamenti e le deportazioni di fine 1943, 1944 e inizio 1945 soffermandosi in particolare sulla «lotta alle bande» da parte dei tedeschi. La triplice operazione «Wallenstein» sui monti emiliani (da Piacenza a Modena) nell’estate del 1944, la campagna antipartigiana di novembre-dicembre, con l’operazione «Regenwetter», nelle zone di Monchio e Corniglio, l’operazione «Totila», nel gennaio 1945, nelle Valli Taro e Ceno, sono raccontate con una cura dovuta in primo luogo a un gran lavoro di ricerca. Minardi riesce a dare concretamente l’idea dell’enorme ondata di rastrellamenti, violenze, morti e deportazioni che caratterizzarono i mesi precedenti la Liberazione: soprattutto il durissimo inverno tra il '44 e il '45, con rastrellamenti a ripetizione («il 66% del totale dei deportati dal Parmense di cui sia nota la data di cattura venne inviato in Konzentrationlager tra il dicembre del 1944 e il gennaio del 1945») e flussi continui di deportati verso il campo di transito di Bolzano e in seguito verso i «Konzentrationlager», soprattutto di Mauthausen e Flossenburg. Flussi che andarono avanti fino all’ultimo; e forse è proprio questo il dato che più sorprende il lettore medio, il «non addetto ai lavori»: il fatto che anche a pochi giorni dalla disfatta i tedeschi continuassero a inviare prigionieri («Ancora il 21 aprile [...] dalle carceri di Parma partì un ultimo carico di 26 prigionieri politici catturati nei due mesi precedenti»).Puntale e attento, il saggio di Minardi è un’ulteriore importante tessera della storia del Parmense negli anni dell’occupazione, a scandagliare un fenomeno, quello della deportazione, che ha colpito pesantemente anche il nostro territorio. È un punto di riferimento, certo, ma anche un monito fondamentale, per tenere memoria di una stagione da non ripetere. Memoria tanto più importante oggi, quando i testimoni diretti vengono meno e il rischio dell’annacquamento della verità, oltre che del negazionismo, è una minaccia concreta. 

Il libro dei deportati - volume II
Mursia, pag. 872,45,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Autobus

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

3commenti

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

Elezioni 2017

Brunetta: "Con Laura Cavandoli possiamo liberare Parma dall'equivoco Pizzarotti"

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

8commenti

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

bologna

Aemilia, 7 imputati parmigiani al processo d'appello. La Procura generale vuole sentire Giglio

Bernini non è in aula 

1commento

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

500 Miles: da Parmala 24 oredelle Harley

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

4commenti

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche