-6°

Arte-Cultura

Il repertorio della crudeltà

Il repertorio della crudeltà
0

di Lisa Oppici

 

Dopo il primo volume del monumentale «Libro dei deportati» (in corso di pubblicazione da Mursia), che raccoglieva le schede di 23.826 deportati politici italiani nei lager nazisti delineando una vera e propria «mappa» dell’universo della deportazione politica, è ora in libreria il secondo, altrettanto pregevole: un nuovo tassello di un’opera doc, a continuare un percorso di ricostruzione (di vite, di storie, di vicende personali e collettive) e di analisi che intende porsi come punto di riferimento davvero ineludibile per l’accuratezza, la meticolosità e l’impegno della ricerca. Questo secondo volume va oltre le singole schede biografiche per inquadrare quei nomi e quelle persone nel più generale contesto della deportazione, e per arrivare a «una ricostruzione analitica e localmente articolata di modi, tempi, luoghi della deportazione dall’Italia». Si procede territorio per territorio: dalla provincia di Asti a quella di Cuneo, da Novara all’Oltrepò Pavese, da Vicenza al Bellunese, da Parma a Reggio e a Bologna, dalla Toscana alla Sicilia. A tutto ciò si aggiungono poi tre saggi finali dedicati ai maggiori campi in Italia: i campi di transito di Fossoli e di Bolzano e la Risiera di San Sabba, campo di concentramento a Trieste. Del Parmense si occupa il direttore del nostro Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea Marco Minardi, che ricostruisce dettagliatamente i grandi rastrellamenti e le deportazioni di fine 1943, 1944 e inizio 1945 soffermandosi in particolare sulla «lotta alle bande» da parte dei tedeschi. La triplice operazione «Wallenstein» sui monti emiliani (da Piacenza a Modena) nell’estate del 1944, la campagna antipartigiana di novembre-dicembre, con l’operazione «Regenwetter», nelle zone di Monchio e Corniglio, l’operazione «Totila», nel gennaio 1945, nelle Valli Taro e Ceno, sono raccontate con una cura dovuta in primo luogo a un gran lavoro di ricerca. Minardi riesce a dare concretamente l’idea dell’enorme ondata di rastrellamenti, violenze, morti e deportazioni che caratterizzarono i mesi precedenti la Liberazione: soprattutto il durissimo inverno tra il '44 e il '45, con rastrellamenti a ripetizione («il 66% del totale dei deportati dal Parmense di cui sia nota la data di cattura venne inviato in Konzentrationlager tra il dicembre del 1944 e il gennaio del 1945») e flussi continui di deportati verso il campo di transito di Bolzano e in seguito verso i «Konzentrationlager», soprattutto di Mauthausen e Flossenburg. Flussi che andarono avanti fino all’ultimo; e forse è proprio questo il dato che più sorprende il lettore medio, il «non addetto ai lavori»: il fatto che anche a pochi giorni dalla disfatta i tedeschi continuassero a inviare prigionieri («Ancora il 21 aprile [...] dalle carceri di Parma partì un ultimo carico di 26 prigionieri politici catturati nei due mesi precedenti»).Puntale e attento, il saggio di Minardi è un’ulteriore importante tessera della storia del Parmense negli anni dell’occupazione, a scandagliare un fenomeno, quello della deportazione, che ha colpito pesantemente anche il nostro territorio. È un punto di riferimento, certo, ma anche un monito fondamentale, per tenere memoria di una stagione da non ripetere. Memoria tanto più importante oggi, quando i testimoni diretti vengono meno e il rischio dell’annacquamento della verità, oltre che del negazionismo, è una minaccia concreta. 

Il libro dei deportati - volume II
Mursia, pag. 872,45,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video