20°

33°

Arte-Cultura

Poesia, il mondo di Franco Loi tra persone e paesaggi interiori

Ricevi gratis le news
0

Paolo Lagazzi
Non so da quanti anni conosco Franco Loi, e potrei dire che tra noi esiste quel qualcosa di impalpabile e prezioso che è l’amicizia. Non lo so, e non mi interessa molto saperlo (fare i conti, verificare date). So soltanto che, in tutti questi anni, ho sempre amato non solo la sua poesia, ma la sua voce di uomo: il suo dialogo tanto profondo quanto pacato, tanto semplice quanto vibrante d’un sentimento radicale delle cose, dell’umano, dell’essere.
 Ascoltare Loi nella quotidianità del conversare è sempre un’esperienza nutriente perché la sua voce - sottile, mite e velata da una garza di naturalezza, da un rifiuto istintivo d’ogni retorica - sa distillare segreti, sa schiudere illuminazioni decisive e insegnamenti sapienziali dal pozzo delle occasioni comuni, dell’esistere arreso alla sua nudità.
 In un mondo frastornato dai riti dell’isteria mediatica, dalla virulenza egocentrica dell’apparire, dalle bandiere dell’ipocrisia ammantata di seduzioni, questa voce ha sempre avuto, per chi ha conosciuto e frequentato il poeta nelle pieghe inappariscenti dei giorni, la dolcezza forte delle occasioni rivelatrici, degli incontri che ti schiudono orizzonti di bellezza, prospettive di conoscenza schietta, autentica. Molte vibrazioni, molte traiettorie di questo parlare tornano ora, sollecitate e fedelmente trascritte da Mauro Raimondi nel corso d’una lunga intervista, in «Da bambino il cielo» (Garzanti), un libro vasto, pullulante e liquido come un mare, scosceso come un paesaggio western e vibratile come un bosco: un libro-summa; un regesto biografico che ripercorre, con una straordinaria larghezza di dati, testimonianze ed esempi, tutta la vita e l’opera di Loi in una specie di cavalcata inesausta, mossa dal vento, dalla febbre, dalla forma senza forma di un destino.
Raimondi osa domande limpide e assolutamente impegnative: «L'infanzia è un mito o una verità?»; «Che rapporto c'è, nella biografia d’un poeta, tra la realtà e i sogni, i luoghi di terra e i luoghi dell’anima?»;  «Cosa significa per un poeta scegliere, come mezzo espressivo, il dialetto?»;  «La voce dei poeti sgorga dalle ragioni dell’esistere o da quelle, ineffabili e sovrane, della musica?».
Loi, muovendosi con pazienza e acribia, accettando di piegarsi al bisogno dell’interlocutore di capire, o gettando improvvise frecce di luce verso il cielo, risponde dipanando la trama complessa dei suoi anni e della sua scrittura, sapiente come sanno esserlo solo i maestri di quella verità fluida e ingovernabile, fiammeggiante e anarchica, priva di confini e regimi che è la poesia.
Mai elusivo riguardo ai temi cruciali, alle verifiche decisive e scottanti che Raimondi gli sottopone, Loi è, in queste pagine, anche un dispensatore di racconti variegati, sorprendenti e fantastici, uno squisito intarsiatore di squarci epici e lirici, ricco d’una memoria di persone (da Sereni a Fortini, da Vittorini a Raffaello Baldini, da Ungaretti a Gatto, da Tomiolo a Renato Curcio) e di luoghi (da Genova a New York, da Colorno alla Grecia alla Cina) degna d’un archivio vivente e insieme di un sovrano dell’affabulazione.
Nato e cresciuto nel rumore dell’esistenza, nell’intreccio più magmatico fra voci dissonanti e consonanti, amori e odi, incantesimi e dissapori, ma insieme chiamato a un’esplorazione tutta personale dei territori del sacro e dell’ineffabile, il poeta sa restituirci, attraverso queste pagine, il retroterra della sua grande opera, il paesaggio storico e d’anima su cui essa è venuta a formarsi.
Malgrado l’immensa dispersione dei fatti, delle occasioni e dei segni, la figura inequivoca - umanissima ma a suo modo implacabile - di una vocazione creativa si disegna pian piano attraverso le partiture del libro. Per Loi, prendere coscienza di questa chiamata ha significato soprattutto capire che scrivere poesie vuol dire assumersi la responsabilità di «conservare la voce profonda della vita».  Corollario di questa presa di coscienza, nel libro brillano episodi struggenti come quello del giovane salvato dal suicidio proprio grazie all’ascolto di alcuni testi del poeta, o come quello di un bambino delle elementari che, mentre Loi leggeva dei suoi versi in classe, guardava un albero fuori dalla finestra; quando la maestra, dopo la lettura, gli chiese un po' irritata un commento, il bambino rispose: «Pensavo che mi sarebbe piaciuto essere l’albero che sta là ad ascoltare il poeta. E ho capito che lui l’intende così la poesia».
Da  bambino il cielo - Garzanti, pag.  379, Euro 29,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

CALCIO

Coppa Italia: il Parma inizia in trasferta con il Bari. Si gioca il 6 agosto Video

Delitto

Solomon incontra il papà: "Non volevo ucciderle"

10commenti

via picasso

"Sosta" al bar Tato nella notte: il ladri svuotano tre slot machine

L'amarezza del proprietario: il video

1commento

Autostrada

Bisarca perde due auto in A1: traffico in tilt per ore. Traffico: code in Autocisa

Traffico sostenuto nel pomeriggio

tg parma

Operato alla testa, il sindaco di Varsi resta in Rianimazione Video

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

Linea dura in Commissione Trasporti

11commenti

PARMENSE

Welfare a Langhirano: Legacoop e Ausl ai ferri corti

E' scontro sul Centro di cure progressive

fisco

Ingrosso di elettronica: maxi-frode da 60 milioni. Anche Parma coinvolta

POLITICA

Bersani: «Il Pd senza identità sta tirando la volata alla destra»

Il leader di Articolo Uno al circolo Inzani ha commentato le sconfitte elettorali

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel