Arte-Cultura

Purezza dello sguardo

Purezza dello sguardo
0
Giuseppe Marchetti
I veri romanzi non danno e non cercano spiegazioni, si sa da secoli. Ma i cosiddetti romanzi gialli ambiscono, invece, a darcene qualcuna, sennò sarebbero prove fallite e romanzi sbagliati. Loriano Macchiavelli non cade nella trappola che il genere gli ha teso e che lui stesso ha fatto scattare tante altre volte, e ha concepito un racconto che, pur conservando l'istinto della propria primaria ispirazione, sfocia in un rigoroso e affascinante altro racconto di conoscenza e di riflessione morale. Il risultato, molto curioso davvero, lo raggiunge in questo «Sarti Antonio. Come cavare un ragno dal buco» che l'editrice Leonardo di Food da poco pubblicato, e che verrà presentato giovedì alle 18 alla Casa della Musica. L'opera è corredata da un magnifico apparato di illustrazioni dovute a Otto Gabos: illustrazioni che non solo arricchiscono la storia narrata, ma la inseriscono in un cammino di luoghi, volti e atteggiamenti che a loro volta determinano una seconda e vivacissima realtà posta ben oltre il mondo del fumetto.
Dire che «Come cavare un ragno dal buco» è un giallo, dunque, è una limitazione che il libro non merita. Esso semmai trae origine dall'intuito giallistico di un raffinato e abile romanziere come Macchiavelli per andare sulle tracce di tre ragazzini misteriosamente scomparsi in una Bologna piena di segreti che alla fine si rivelerà come un mondo infinito tra sopra e sotto la terra. Ma anche questo territorio si dimostra non appropriato per comprendere la sottile magia del romanzo. 
Allora, sarà necessario spostare la nostra attenzione sul côté della narrazione filosofica e più intensamente morale (mai moralistica, però) e lì troveremo le ragioni profonde del libro e quel gioco della «logica spiegazione» cui Macchiavelli fa riferimento tirando le conclusioni dell'opera. Un'opera che ha molti attori: Settepaltò, Francesca, Luca, Elmo, gli Elfi del Vento, Rosas, Alì Babà, Salvatrice, due scimmioni, i poliziotti di Sarti e lo stesso commissario, con i ragazzi d'Africa, i gattini Grazioso e Nero, la Salvatrice, Argo e Forcini. E, in più, alcune presenze di impalpabile suggestione letteraria: Poe, Buzzati e persino Caio Mario console romano. Ma che razza di libro - viene da chiedersi - è mai questo? Ebbene, è un romanzo, così come ce lo spiega Otto Gabos nei suoi disegni a tutta pagina, veri e propri quadri di una memoria visiva del tempo che s'incunea tra i personaggi e le vicende immergendoci nella foresta dei simboli come nella varietà dei volti, nella dolcezza dei profili e nel potere delle ombre e delle luci che s'alternano in bianco e nero. Tale possibilità di lettura accompagna le parole del narratore in questo suo viaggio alla Verne che a tratti s'incunea nei meandri della favola e a tratti, invece, scatta rabbioso e dolente verso l'amara verità della cronaca.  Settepaltò è il genio di queste improvvise mutazioni. Gli Elfi del Vento ora sono ombre mitiche, ora invece gli addetti alla riparazione delle gallerie sotterranee. Luca, Francesca ed Elmo seguono i loro destini e si salveranno; ma si salveranno anche i «giovanotti d'Africa»? E tutti gli altri ragazzi che rischiano di cadere nella spirale dell'accattonaggio, della droga, della pedofilia e del traffico di organi, si salveranno? E  Sarti Antonio sergente come potrà dipanare il groviglio di questa vicenda? Dalle tavole piene di occhi e di oggetti di Gabos, una certa realtà ci spia e la sua «costruzione sotterranea» ci costringe a desiderare l'aria pulita, il cielo, e i profumi delle campagne. Anche questo invito è perentorio, è una specie di invito alla salvezza che i tre ragazzi scesi nelle viscere del sottosuolo ripetono continuamente mentre si allontanano, per fortuna, dal buco del ragno. In realtà, il romanzo li segue, li pedina, li ascolta e li rimette in gioco, e Sarti è veramente la sonda che mette in pratica questa indagine tanto seducente quanto pensosa e riflessiva sulla vita dei nostri anni. 
Sarti Antonio. Come cavare un ragno dal buco
Leonardo Food, pag. 341,18,00
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

4commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

2commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

2commenti

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

1commento

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery