cultura

I santi protettori del Parmense

I santi protettori del Parmense
Ricevi gratis le news
0
 

La croce – scrive Romano Battaglia - deve apparirci in tutta la sua verità. Essa congiunge la terra al cielo, tende le braccia in tutte le direzioni, è il segno misterioso dell’umanità universale, il telaio sul quale viene tessuta la nostra vita».

Non pare certamente un caso che molti Comuni del Parmense conservino da secoli la croce nei loro stemmi: un segno della tradizione (profondamente ancorato alla nostra cultura locale), oltre che della fede. Senza contare che la croce assume significati tanto imprevisti quanto simbolicamente significativi: ad esempio, nel mondo dello sport (i calciatori del Parma non sono definiti appunto «crociati»?).

Ecco proprio il tema della croce, associato a quello dei santi protettori delle nostre terre, è al centro del volume «I Patroni dei Comuni della Croce. La storia tra leggenda, narrazione, poesia, pensieri», un libro scritto da Maria Denis Guidotti e Alice Ramploud, dedicato a Sant’Ilario, a San Donnino, San Bartolomeo, Santa Margherita, San Bernardo. Queste pagine, variamente intessute di prosa e di poesia, di ricostruzioni storiche, riflessioni, preghiere e versi, non soltanto sono dedicate a Parma, ma anche ad altre importanti comunità del Parmense: Fidenza, Busseto, Colorno, Fontevivo, Zibello. Sono così offerti al lettore testi sia delle due autrici, sia di altri scrittori e grandi personaggi, da Madre Teresa di Calcutta a don Primo Mazzolari.

Ne scaturisce un mosaico ricco e composito, in cui ogni tessera assume un valore particolare proprio in relazione all’insieme. Perché dunque un libro di questo genere, non casualmente dedicato «a tutti i nonni e le nonne»? Un libro che sembra quasi controcorrente, in tempi di secolarizzazione imperante? Come scrive Maria Denis Guidotti, rivelando la genesi dell’opera, «tutto nasce da una sentenza che imponeva di togliere la croce dai locali pubblici! Questo per me è assurdo, meglio, proprio non lo accetto! Ho voluto, quindi, trovare il modo per oppormi». E così la protesta è diventata proposta; l’opposizione in questo caso si è trasformata in uno stimolante percorso di ricerca storica e letteraria. Una ricerca, insomma, delle nostre radici profonde. Sempre nel segno di una tradizione che non può dimenticare i semplici ed efficaci racconti narrati ai bambini dai nostri avi: narrazioni costantemente sospese tra ricordo e fantasia, nelle quali s’intendeva «tramandare lezioni di vita e di etica morale che fossero pilastri futuri di una vita affrontata senza compromessi».

Da sottolineare che, nei giorni scorsi, il volume è stato consegnato anche a Papa Francesco, nell’ambito di un’udienza privata. Come scrive monsignor Pietro Ferri nella prefazione, «quest’opera parte dal cuore e parla prima di tutto al cuore. Arriva all’intelligenza e alla volontà. Così la libertà crea uno spazio, riempito dall’amore». Secondo tale prospettiva, in fondo, avevano vissuto i nostri patroni, uomini speciali, esempi di vita e di sapienza.La galleria dei santi comincia con il patrono di Fidenza: San Donnino, il martire decapitato alla fine del III secolo, da cui la città ha a lungo preso il nome.

A lui Alice Ramploud dedica alcuni delicati versi, sospesi tra terra (eventi storici) e cielo (amore divino). E tra l’altro, alla fine scrive: «Il Signore raccolse le tue paure,/ le tue lacrime, il tuo sgomento/ e le trasformò in speranza, preghiera, resurrezione». Quindi, ecco Sant’Ilario di Poitiers, il vescovo francese (315-369 circa), che approdò a Parma: di lui sono ricordate diverse vicende, compreso ovviamente il gustoso aneddoto delle scarpette, da cui anche la cucina parmigiana ha tratto spunto per elaborare un appetitoso dolce. Dopo aver proposto versi e ricostruzione storica circa il protettore di Parma, le autrici svolgono un’accurata riflessione sul tema del rispetto, un termine che pare ormai desueto, ma che ha profondamente a che fare con il riconoscimento della dignità del prossimo.Tra gli altri patroni, particolarmente interessante anche la figura, delicatamente femminile, di Santa Margherita d’Antiochia, patrona di Colorno e protettrice delle partorienti: la ricorrenza si celebra il 20 luglio (secondo le fonti, fu martirizzata nel 290) e anche qui il sacro e il profano s’intrecciano in modo significativo. Le autrici ricordano peraltro il tortello dolce (tortél dóls), la pietanza tornata negli ultimi anni agli onori delle cronache, grazie a una confraternita che ne ha promosso la diffusione. Questo piccolo aneddoto rende ragione dello stratificarsi di significati che accompagnano le figure dei santi e molto spesso vanno ben al di là della loro caratterizzazione storica o letteraria. Come spiega nella conclusione Maria Denis Guidotti, nella religione cristiana «trovo l’accoglienza, il soccorso, la bontà, e la gioia della condivisione. Se sbaglio, mi riprende con affetto materno, se mi smarrisco, m’attende pregando per me». Insomma, questo non è un libro contro, ma un libro per. Per conservare un patrimonio di fede. Per valorizzare un tesoro prezioso di cultura, di storia e di tradizione che deve essere donato a tutti. Da sottolineare anche l’intento benefico alla base di questa iniziativa editoriale. Infatti, l’intero ricavato della vendita del libro (reperibile alla libreria Fiaccadori e al book-shop della Cattedrale) sarà devoluto al Centro di Etica Ambientale di Parma, da anni impegnato a sensibilizzare circa l’importanza della tutela del creato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

cinema

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

64 offerte di lavoro per articolo Gazzetta 20 febbraio 2018

LAVORO

64 nuove offerte

Lealtrenotizie

Preso il rapinatore con roncola della sala scommesse

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

3commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

tgparma

Meteo: da domani rischio neve in città, domenica arriva il gelo

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

15commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

2commenti

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

Parma, in 10 anni 166 medici in pensione. E chi li sostituisce?

fab lab

La stampa 3D "parmigiana" restituisce le dita a Cornelio Nepote Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Una scintilla per le idee. La vera vittoria di Parma 2020

di Marco Magnani

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

2commenti

ITALIA/MONDO

tribunale

Corona, l'ex fotografo esce dal carcere e va in comunità

vandalismi

Imbrattata con svastiche la targa di Moro a Roma Foto

SPORT

guinness

Trainato da una Levante, Barrow sullo snowboard a 151,57 km/h: è record

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

Spettacolo

Gibson, la storia del rock è sommersa dai debiti Video

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day