-1°

14°

Arte-Cultura

La complessa Parma raccontata da Walter Da Col

La complessa Parma raccontata da Walter Da Col
0

di Stefania Provinciali

La visione paesaggistica di Walter Da Col si apre su Parma attraverso un gruppo di lavori presentati fino a fine maggio alla Libreria Battei, di strada Cavour. La mostra, che riprende una tematica legata alle città non nuova al pittore milanese, raccoglie nelle tecniche miste esposte la ricerca da tempo portata avanti dall’autore, di contaminazioni tecniche e formali. Il «ritaglio fotografico» si inserisce negli aspetti più puramente segnici e cromatici, così, da creare una sorta di intreccio visivo fra forma e non forma, ovvero tra quegli aspetti di figurazione ed astrazione che hanno scandito il secolo appena trascorso, uniti in una tensione, messa in campo da molti artisti nella loro ricerca. Sono in particolare gli anni 70 e 80 del Novecento che delineano una preferenza per la pittura «di mezzo», nel senso che l’approccio al figurativo viene «alterato» con l’utilizzo di un colore spesso materico, volto a scavare con erosioni o croste murali nella fantasia e nel sogno. E’ la poetica di un paesaggio che vive delle forme dei luoghi e dei colori delle terre «toccate» con l’animo del viaggiatore e dell’uomo che immagina la vita attraverso i gesti rituali e la sintesi cromatica. E’ il «sogno» di molti che si sono avvicinati all’arte in quei due decenni, di integrare pittura e forma, pittura e non forma in un unicum. Così, singolare e comunque riconoscibile, appare Parma in queste composizioni. Appare città storica e città viva nella scelta dei luoghi, nell’intercalare dei segni che sono colore, trame sottili che inducono a cercare nelle singole opere i significati: un gioco di memoria, un’idea di accostarsi a «cose» conosciute e poi di «inventarsi» quello che sta dietro l’immagine, utilizzando il sogno. Il gioco non è complesso bensì leggibile, si muove attorno alla chiesa della Steccata o a Piazza Garibaldi con le sue forme «recuperate» all’espressione visiva; si snoda lieve, leggero, da guardare senza preclusioni. Walter Da Col approda sul finire degli anni 60 al  circolo artistico «La Ripa» di Milano;  qui frequenta per diverso tempo corsi di perfezionamento in pittura e successivamente partecipa a mostre collettive e personali. Particolare importanza assumono nella formazione del linguaggio pittorico di Da Col i viaggi nel sud dell’Italia, nel Mediterraneo e nei Paesi del nord. Il suo mondo creativo si amplia di «colori» ed emozioni raccontate poi nelle opere e sintetizzate in questo percorso parmigiano.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia