-1°

14°

Arte-Cultura

"Pen, premio senza pressioni"

"Pen, premio senza pressioni"
0

Quest’anno il Premio Pen compie vent'anni. Ne parliamo con lo scrittore Lucio Lami, presidente onorario del Pen e responsabile del premio.
Un premio letterario d’importanza nazionale trapiantato in Val di Taro e coltivato per due decenni dal suo fondatore: non dev’essere stato facile…
E’ stato molto impegnativo, per una serie di ragioni. Ci siamo immessi in un territorio dove, fino a qualche anno fa, il massimo era rappresentato dalla festa della torta fritta. Non è stato facile portare in loco una novità culturale di queste proporzioni. Il mondo delle istituzioni, poi, ha compreso solo in minima parte l’importanza culturale del premio in Italia e in particolare in Emilia. Gli aiuti sono sempre stati centellinati, insufficienti e alternanti. Si parla molto del primato della cultura, ma poi, in realtà poco ci si crede.
Anche quest’anno avete una cinquina diversa da quelle degli altri premi. Come mai?
E’ stato così fin dalla prima edizione. Da noi non c’è una giuria particolare, condannata a subire le pressioni delle case editrici. Ha mai sentito che al Pen ci si accapigli, venga escluso un autore che già era in cinquina, s’improvvisino polemiche basate sul gossip, quelle che riempiono le pagine nei grandi giornali dediti alla sottocultura? Da noi votano con scheda anonima le centinaia di scrittori nostri soci. Le schede le apre il notaio il giorno della premiazione. Neppure io so mai chi vincerà. E i nostri scrittori danno giudizi di merito, non hanno il problema di far vendere più copie del libro prescelto. Noi siamo estranei a quel mondo che usa i premi letterari come operazioni pubblicitarie pagate dal contribuente. Come ha scritto Ferdinando Camon, i premi oggi sono diventati trampolini di vendita al servizio degli editori. Il valore dello scrittore è un optional. Per questo hanno definito il nostro premio, così diverso, «l’antipremio».
E chi c’è, quest’anno, in dirittura finale?
Uno scrittore importante, Cancogni, nato nel 1916, accanto al quale corre una giovane rivelazione, Michela Murgia. Abbiamo un poeta che ha raggiunto la sua maturità, Cucchi. Un narratore ormai sperimentato, Vitali, e un saggista economico che studia l’attualità politica, Luca Ricolfi. La parola Pen è un acronimo, significa Poets, Essayist, Novelist. Premiamo tutti e tre i generi. La novità degli ultimi anni è l’avvento della saggistica politica, inaugurata l’anno scorso dal finalista Rodotà.
Ha pensato a qualche novità che suggelli il ventennale?
Ne avevo molte nel cassetto, rimaste lì per mancanza di denari. Se ne salva una: da quest’anno, al vincitore, oltre all’assegno, consegneremo il nuovo trofeo del premio. Si tratta di un’autentica opera d’arte: una scultura in bronzo e oro, «Calliope e l’alloro», appositamente realizzata per il Premio  dal «maestro di Anghiari», Gianfranco Giorni, lo stesso che esporrà in una mostra al castello di Compiano nel periodo del Premio.
Mi sembra che il problema delle finanze sia sempre vivo, specie da quando c’è la crisi.
Qualche volta penso che quello della crisi sia un alibi: basta andare a spulciare gli elenchi delle sovvenzioni, influenzate dalla politica. Quest’anno ci ha dato un parziale aiuto l’Unione  Parmense degli Industriali. Quel tanto che c’è bastato, con l’aiuto del Comune e dei suoi sostenitori, a garantirci la sopravvivenza. La cultura ringrazia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Scippo in via Farini

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

Degrado

«Strada del Traglione? Uno schifo»

3commenti

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

PONTETARO

Nuovo blitz alla Valtaro Formaggi, ma il colpo fallisce

1commento

Protesta

Strade pericolose e degrado: Gaione alza la voce

3commenti

CHIRURGO

Lasagni, in oltre 20 anni mai un'assenza dal lavoro

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

FISCO

Nel 2016 oltre 450mila liti pendenti per 32 miliardi

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia