-2°

Arte-Cultura

Calixthe Beyala e la voce profonda dell'Africa nera

Calixthe Beyala e la voce profonda dell'Africa nera
0

di Felice Modica 

Non chiamatela «di colore» perché andrebbe su tutte le furie. Lei, che è bella, intelligente, ricca e famosa e ha la pelle di cioccolato, preferisce essere chiamata «negra» e se ne fa un baffo di tutti i politically correct del mondo. «Mi stupivo del fatto che in Francia nessuno osasse dire ''negri'', ma dicessero ''persone di colore''. Del resto certi africani luridi che nessuna negra avrebbe accettato neanche come lustrascarpe, avevano come amanti le ragazze bianche più splendide». Così Calixthe Beyala nel capolavoro «Gli onori perduti» (Epoché), disorientando i moralisti europei. Lei può permetterselo. Nata in una bidonville di Douala, in Camerun, è la sesta di 12 figli. Separata dalla madre a 5 anni, la alleva la sorella maggiore, che le consente di andare a scuola e sopravvivere in condizioni di estrema povertà. A 17 anni parte per la Francia. Si diploma e si sposa con un diplomatico. Segue il marito a Malaga. Torna in Francia, dove si iscrive alla facoltà di Letteratura spagnola. Fa la fiorista e la modella. Diventa scrittrice. Adesso - che ha anche vinto, col suo originalissimo francese, il «Gran Prix du roman de l’Académie française» - parlando della lingua in cui scrive ha dichiarato: «È come se avessi sfornato un figlio all’amante di una notte».
Non ha però dimenticato le origini e, sei mesi all’anno, Calixthe se ne torna in Camerun, dove è ormai un punto di riferimento per la sua gente. La casa editrice Feltrinelli ha pubblicato il romanzo «Gli alberi ne parlano ancora» (traduzione di Rosa Penna e Monica Martignoni), in cui la scrittrice ripete il miracolo di raccontare l’Africa profonda senza moralismo e retorica. Sedici «veglie» della vecchia Edena - quasi cent'anni o forse più, chissà? - altrettanti capitoli a comporre un grande affresco africano: la storia del popolo attraverso la vita di un villaggio ai tempi della colonizzazione. Bianchi e neri sfilano sul palcoscenico della storia scontrandosi  col nuovo che avanza. Calixthe descrive un Continente povero, affamato, depredato dagli invasori ma anche dai capi locali, umiliato dall’ignoranza e dalla superstizione. Ma non giudica: si limita a registrare gli choc culturali derivanti dai contatti reciproci.
Mentre la vita del villaggio scorre lenta coi suoi cerimoniali intrisi di magia e superstizione, arrivano gli occidentali e i colonizzatori, tedeschi e poi francesi. E con essi il Cristianesimo e le guerre dei bianchi, con gli arruolamenti forzati dei giovani  abili. Edena, che si ribella al corso della storia rivendicando la propria autonomia, è una protofemminista in un continente segnato dalla prepotenza maschile e dalla sottomissione femminile; tipici, del resto, di tutte le civiltà contadine. La sua Africa, però, nonostante miseria, prevaricazioni, violenze, resta un luogo colorato, allegro, pieno di suoni, odori, ritmo. Dove perfino 
un'epidemia può trasformarsi in musica e la tragedia si confonde sempre con la farsa. Così, Fondamento di Piacere, seconda moglie del capo villaggio, si consolerà di essere sterile con l’apertura di un «bar-bordello». Mentre il comandante francese Michelangelo di Montparnasse, che «tanto avrebbe desiderato essere sepolto in Africa», farà ritorno a Parigi privo di un braccio, che gli è stato amputato da un giovane contestatore. Adesso entrambi - il braccio e chi lo ha tagliato - riposano in pace sotto la terra africana...
Gli alberi ne parlano ancora 
Feltrinelli,  pag. 285,  8,50
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Ex tronista

Mirante è il nuovo amore di Ludovica Valli?

Scala: con l'inizio della "Butterfly" si placano le proteste

Lirica

Scala: con l'inizio della "Butterfly" si placano le proteste

Il Taro Taro  story al Marisol

Pgn

Il Taro Taro story al Marisol Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Presi spacciatori con la pistola

Foto d'archivio

SQUADRA MOBILE

Presi due spacciatori con la pistola

3commenti

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie. E arriva la replica dell'Ospedale

4commenti

Polizia municipale

Controlli a San Leonardo: 22 multe ad automobilisti, 2 a ciclisti non in regola

Controlli anche sui veicoli: fermate 2 auto senza assicurazione e 5 senza revisione

6commenti

Anteprima Gazzetta

Truffe, ecco come difendersi Video

Un'inchiesta di due pagine sulle truffe più frequenti

Guardia di Finanza

Incassa poco ma solo per il fisco: sequestrati beni a un evasore "seriale" di Sorbolo

3commenti

Parma Calcio

Il ds Faggiano si presenta: "Voglio un rapporto vero con la squadra" Video

1commento

Calcio

LegaPro: Pareggio del Bassano; Venezia primo

Guarda i risultati delle partite e la classifica aggiornata

Calestano

La lite per i confini dell'orto finisce a badilate: condannata intera famiglia

1commento

Incidente

E' ancora gravissimo il rugbista ventenne investito 

SONDAGGIO

La commessa più votata? E' Giorgia

2commenti

Parma

Nuovo percorso ciclabile fra la stazione, via Trento, via San Leonardo e via Paradigna Mappe

Ecco dove passerà la pista ciclabile

7commenti

Parma

Attentato incendiario nella sede dei sindacati di base Video

Rilievi della Scientifica in via Mattei

Alta Velocità

Italo aumenta i collegamenti di Parma con la stazione Mediopadana

3commenti

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

TRASPORTI

Nuovi autobus sulla linea 7. Più grandi e con il wi-fi

I dodici mezzi sono autosnodati, lunghi 18 metri e sono costati circa 3.5 milioni

Appennino

Schia: al via la stagione con una «valanga» di novità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

12commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Sequestrate ville e auto a due famiglie rom

Varese

Per 11 anni abusa delle nipotine: nonno ai domiciliari

SOCIETA'

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

dialetto

"Io parlo parmigiano" lancia un Lunäri... da Ufo Video

SPORT

Colombia

Disastro Chapecoense: primi arresti

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

CURIOSITA'  

Gazzareporter

Lavori in corso sul marciapiedi di viale Mariotti

Tg Parma

A Fidenza la pista di pattinaggio su ghiaccio più grande della provincia Video