13°

23°

Arte-Cultura

Tra i colori dell'altrove e gli odori dell'ignoto

Tra i colori dell'altrove e gli odori dell'ignoto
Ricevi gratis le news
0

 Giancarlo Baroni 

Viaggiare è un bisogno incontenibile, un desiderio avvertito intensamente anche da coloro che preferiscono non spostarsi. Tanto ci muoviamo e altrettanto riflettiamo sulle motivazioni che ci spingono a farlo. Ai numerosi testi che affrontano questo argomento, si aggiunge adesso il libro di Michel Onfray «Filosofia del viaggio». Un approccio e un punto di vista filosofici a volte ci intimidiscono, ne temiamo l’astrazione, ci preoccupa la complessità dei ragionamenti. Una paura e un pregiudizio che, nel caso del volume di Onfray, svapora fin dalle prime pagine caratterizzate da una chiarezza argomentativa encomiabile, dall’affabilità del tono e dalla gradevolezza dell’esposizione. Con ordine e lucidità, l’autore suddivide i vari momenti del viaggio, ne scandisce le fasi e le tappe mettendone in risalto il ritmo cadenzato e il disegno circolare. Fra le cause che ci inducono a partire, individua come prioritaria quell'attitudine da viandante che pulsa, con forza ed energie differenti, dentro ciascuno di noi. Spostamento e radicamento, nomade e sedentario, solo apparentemente formano una dicotomia e una divaricazione inconciliabili, essendo in realtà fra loro complementari, due facce della stessa medaglia: «la continua sedentarietà non mi renderebbe più felice, il nomadismo perenne non mi entusiasmerebbe». Scegliamo una destinazione e contemporaneamente ne veniamo scelti, esiste un impulso almeno in parte irrazionale che ci indirizza proprio verso quel luogo; l’attrazione si nutre di passioni, emozioni, gusti e preferenze: «ogni corpo aspira a ritrovare l’elemento nel quale si trova più a suo agio». Prima di compierlo occorre prepararsi al viaggio, organizzarlo e documentarsi; si trascorrono diverse ore in biblioteca, seduti in una sala a consultare atlanti e guide, a sfogliare volumi illustrati, a leggere diari, romanzi e poesie che parlano, in maniera più o meno dettagliata, dei posti che vogliamo raggiungere. Mentre ci si prepara, cresce la smania di avviarsi. Il viaggio inizia «quando chiudiamo e ci lasciamo alle spalle la nostra casa», da quell'istante si procede, ci si allontana dalle proprie radici e dalla propria rassicurante abitazione per avvicinarsi alla meta ambita e vagheggiata. Grazie alla rapidità degli odierni mezzi di trasporto, ogni destinazione è raggiungibile in tempi ragionevoli, le distanze si accorciano e i sogni si avverano. L’aereo «attraversa gli oceani, sorvola montagne...oltrepassa frontiere» e, dall’alto, «il pianeta diventa visibile, appare minuscolo, ne apprendiamo d’improvviso la totalità in un solo colpo d’occhio». Viaggiare, sottolinea Onfray, coinvolge nella loro pienezza mente e corpo, riflessioni e percezioni, dilata, acuisce ed esalta i cinque sensi: «sentire e comprendere in modo più profondo, guardare e vedere in modo più intenso, assaporare e toccare con maggiore attenzione». Mentre si visitano paesi mai visti prima e si ammirano panorami e paesaggi sconosciuti, è necessario che evitiamo pregiudizi e luoghi comuni, che osserviamo la realtà con uno sguardo il più possibile libero e incontaminato, occorre «rendersi disponibili agli eventi», «mettersi a disposizione del mondo», «aprirsi al reale».  Alla fine eccoci di nuovo pronti per il ritorno, per ricongiungerci con «il luogo lasciato e poi ritrovato». Il viaggio genera ebbrezza, stupore, gioia, soddisfazione, sbalordimento, entusiasmo, ma causa anche tensione, fatica, sforzo, magari amarezza e delusione. Abbiamo bisogno di riposarci e ritemprarci, di recuperare forze ed energie in attesa di altre partenze; sentiamo l’esigenza di decantare e lasciare sedimentare i ricordi, di sistemare il cumulo di impressioni, pensieri, immagini e sensazioni che si agitano, confusi e aggrovigliati, nella nostra mente e dentro la memoria. Da questa «babele di informazioni» prende gradualmente forma un racconto coerente, dotato di un senso e di una trama, che incasella e concatena i frammenti significativi trascurando i dettagli inessenziali. 
 
   Filosofia del viaggio
 Ponte alle Grazie, pag.114, 12,50
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Borgotaro, quattro feriti in uno scontro camion-auto. Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

1commento

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

1commento

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Università

Cambiamento climatico: a Parma + 1,8° dagli anni '60 Video

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery