17°

Arte-Cultura

L'ultimo "giro della morte"

L'ultimo "giro della morte"
0

Lorenzo Sartorio

Quando i luna park, meglio i «baracón» primaverili e estivi,  sbocciavano nel cuore di Parma con  le loro luci, il
loro frastuono, la loro allegria e il loro  profumi  di vaniglia, croccanti e zucchero filato,   d’ogni tanto,  portavano qualche novità per  attrarre   sempre  più la gente. E se  la  «Fèra äd san Giusép», un anno,   fece provare ai parmigiani l'ebbrezza della «ruota panoramica»  allestita  nell’ area ex Gondrand, il luna park estivo  che si accampava in Cittadella,  propose in una lontana estate  anni Sessanta  una sorta di trenino che  ondeggiava  su  tortuose   montagne russe  e,  dopo alcuni giri,  uno spesso  telone copriva   i  vagoni per consentire   ai morosi di scambiarsi   pudibonde  effusioni che un tempo non erano  consentite  in pubblico.
Ma,  fra le varie attrazioni    dei «baracconi parmigiani» una,  in modo particolare,  attraeva  i giovanotti dell’epoca quando,   in occasione della  Fiera  di San Giuseppe,  veniva installata  in via Costituente. Si trattava di un gruppo di  acrobati che effettuavano  il «giro della morte»  su apposite motociclette   all’interno    di una sfera infernale. Un numero davvero  mozzafiato  che faceva stare  tutti,  uomini e donne,  giovani  e anziani,  con un palmo di naso  nell’osservare quei «matti» che,  a cavallo  di   roboanti motociclette,    roteavano  intorno come palline.  Campione di questa specialità  circense  era  una famiglia  parmigiana:  i Boni.
 Il capostipite   fu Giuseppe,   «pramzàn  dal sas» di borog Bartàn,   nato nella  stessa casa  dal grande  poeta dialettale Gigèn Vicini,  il quale  con  il figlio Vittorio, attuale gestore  del trenino  del Parco Ducale, fu uno dei più noti virtuosi  del «Globo della Morte».  Giuseppe  Boni,  «Pippo» per gli amici,  dopo la guerra che lo vide marinaio sull’incrociatore Cadorna,   nel 1946   conosce  tale Musso, piemontese, titolare  del «Globo della Morte»,  viene assunto e in seguito  diventa socio. Nasce così  la «troupe  Boni’s» composta da Giovanni Musso e Ginetto Variotto esperto nei vari trucchi  del globo che insegna  a Boni.
Nell’estate del 1958 Vittorio Boni, figlio di Giuseppe,  si aggrega  alla compagnia, si appassiona  a questa spericolata  arte del brivido,   abbandona   gli studi e diventa acrobata delle moto a tutti gli effetti. I «Boni’s» si esibiscono in tutta Italia  effettuando  tournée  anche all’ estero.  A questo punto,  i ricordi di Vittorio diventano   «amarcord» in bianco e nero come un film neorealista.  La troupe,  a bordo di camion «musoni»,  in  assenza  di  autostrade  e   superstrade,    è  costretta  a percorrere  strade statali  e  passi alpini e appenninici  che fanno  sbuffare  quei vecchi autocarri che tossiscono  come anziani asmatici. Le soste  notturne  non prevedono  pernottamenti   in alberghi  o motel,  ma  solo   sulla  cabina del camion per riposare   qualche ora  mentre  la  rugiada  dell’erba serve   per rinfrescare  il viso  e  riprendere  il cammino.
L’ultimo  «globo della morte», nella nostra città,  fu   installato  nel 1964  in via Costituente,   poi negli anni Settanta  Boni padre e figlio decidono  di  lasciare.   Il  rischio  non paga più. Giuseppe   e Vittorio optano   per l’installazione    di un’ attrazione  meno pericolosa, una  sorta di giostra all’interno della quale,   chi entra,   ha  la ventura di aggirarsi   in un girone  dantesco  con tanto di demoni minacciosi, fiamme (finte) che lambiscono  i vestiti,  forche, grida,  teschi,  trapassati e  fantasmi.  Sì,  insomma,  una sequenza  da Dario Argento  e  famiglia Adams.
Ora Vittorio, all’ombra   dei secolari  tigli   del Parco Ducale,  è il premuroso  gestore del trenino che ogni giorno trasporta  i bambini sulle   rotaie  dei sogni e della spensieratezza.  Il «globo della morte», ormai,  per Vittorio, non è che un lontano, lontanissimo  sogno  di   quando   il mondo  gli ruotava  attorno a velocità impressionante  come gli anni della vita. Di questi  «eroi dei baracconi», però,    è rimasto  il ricordo che profuma  ancora di frittelle,  croccanti e zucchero filato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Autobus

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

3commenti

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

8commenti

elezioni 2017

Pellacini: "Sosterrò Scarpa". Critiche da Effetto Parma: "Vignali-bis"

10commenti

bologna

Aemilia, 7 imputati parmigiani al processo d'appello. La Procura generale vuole sentire Giglio

Bernini non è in aula 

1commento

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

500 Miles: da Parmala 24 oredelle Harley

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

4commenti

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche