-2°

FERRARA

Capolavori del Rinascimento raccontano il mondo dell'Ariosto

Capolavori del Rinascimento raccontano il mondo dell'Ariosto
Ricevi gratis le news
0

Capolavori assoluti di Raffaello, Botticelli, Mantegna, Leonardo, Pisanello, Paolo Uccello, un Tiziano che torna in Italia dopo 460 anni, raccontano fino all'8 gennaio 2017 a Palazzo dei Diamanti di Ferrara il repertorio iconografico che nutriva l’immaginazione di Ludovico Ariosto alle prese con la prima stesura dell’Orlando furioso, di cui si celebra il V centenario della pubblicazione. Allestite circa 90 opere, in un percorso di grande suggestione, dove a meravigliosi dipinti, marmi antichi, disegni straordinari si affiancano manoscritti e libri rarissimi, reperti e oggetti d’arte quali l'Olofante, il corno d’avorio inciso che la leggenda attribuisce allo stesso Orlando o la spada di Francesco I, persa in battaglia.

Con il titolo «Orlando Furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi», l’importante esposizione ha lo scopo di ricostruire una sorta di «filologia dell’immaginazione da cui è scaturito, tra classicità e Medioevo, un sogno cavalleresco in realtà mai esistito». A parlare è Guido Beltramini, curatore della mostra con Adolfo Tura, spiegando un intenso lavoro durato tre anni, che ha portato a una selezione estremamente puntuale di opere di eccezionale qualità, in grado nel loro insieme di creare rimandi e assonanze tra i versi dell’Ariosto e l’arte del suo tempo, fiorita nelle corti italiane, prima fra tutte quella estense.

Il percorso espositivo prende infatti le mosse dal libro pubblicato a Ferrara intorno al 1480, quell'Orlando innamorato del Boiardo, presente nell’esemplare più antico sopravvissuto alla passione dei lettori, di cui il Furioso è il letterale prolungamento, con gli stessi personaggi e il complesso intreccio narrativo. A sottolineare lo snodarsi vertiginoso dei fatti, il «Ritratto di gentiluomo» di Bartolomeo Veneto (1510-15), in cui un cortigiano mostra sulla veste il simbolo del labirinto, dove a ogni bivio si impone una scelta tra bene e male, come per i protagonisti del poema.

In un cammino tra capolavori che procede sviscerando i molteplici aspetti della visione ariostesca, ecco il filo conduttore, quello della battaglia, banco di prova per le virtù dei prodi, identificata con quella di Roncisvalle, in cui eroicamente Orlando perde la vita. In una teca, si può ammirare l'Olifante, proveniente da Tolosa, che la leggenda (ma solo quella) vuole appartenuto al paladino di Carlo Magno. Sempre di grande effetto l’arazzo prestato dal Victoria and Albert Museum, ma soprattutto l’eccezionale disegno di Leonardo dal titolo «Una battaglia fantastica tra cavalli ed elefanti» (dalle Collezioni Reali di Windsor). Proprio il genio rinascimentale aveva affermato che la pittura era in grado di rappresentare le guerre meglio della letteratura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5