-2°

Arte-Cultura

Classicità, vera avanguardia

Classicità, vera avanguardia
Ricevi gratis le news
0

di Mariagrazia Villa

Hanno reinventato il passato per vedere l’armonia del futuro. Hanno risanato i tempi moderni per non ferire l’eternità. O forse, hanno solo appoggiato la guancia sul cuore delle persone. Perché torni a essere irrorato di felicità, accarezzato dalla speranza e custodito nella pace. Sono i neopalladiani, i progettisti che, di fronte a un’architettura sempre più lontana dalla «Lebenswelt», una città sempre più dilaniata tra funzionalità e decoro e una campagna sempre più orfana di qualità, stanno mostrando come l’abitare classico sia la risposta giusta al posto giusto. Non fanno il verso ad Andrea Palladio, naturalmente. Nessuno è un «laudator temporis acti». L’eredità del grande architetto non la raccolgono sotto l’aspetto stilistico, ma umanistico: anche loro vogliono mettere l’uomo al centro. Con una consapevolezza ecologica che, allora, era nella natura delle cose e oggi, invece, va attentamente progettata. Al loro importante e generoso lavoro è dedicato il volume «New palladians. Modernity and Sustainability for 21st Century Architecture» (Artmedia, Londra, 2010), scritto da Alireza Sagharchi e Lucien Steil. Una raccolta di saggi sul tema dell’antico che si fa avanguardia, con una presentazione dei progetti architettonici ed urbanistici più recenti dei 48 architetti classici più interessanti al mondo. Gli stessi autori che furono invitati a esporre, nel 2008, nella mostra organizzata dall’Institute of Architecture del Principe di Galles a Londra, in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Palladio. Tra gli alfieri di questa sensibilità classica e tradizionale che può permetterci di comprendere il presente e renderlo più piacevole ed eticamente responsabile, c'è anche il parmigiano Pier Carlo Bontempi. Poco più di cinquant'anni, uno studio a Ozzano e una fama internazionale. «La tradizione classica, declinata nelle diverse realtà locali, è un fenomeno moderno, studiato e praticato da un ampio numero di professionisti, studiosi, studenti, università e istituzioni», afferma. «Palladio è in assoluto l’architetto più famoso al mondo, perché il suo insegnamento ha potuto essere tradotto ovunque, dall’India alla Scandinavia». Anche il Principe Carlo, nella prefazione, sottolinea la modernità dei new palladians, che mirano a modellare l’ambiente sui principi di bellezza, utilità e sostenibilità, sostituendo alla solidità della triade palladiana «firmitas-utilitas-venustas» l’attenzione all’ecocompatibilità. «La sostenibilità va intesa in senso ampio: non è una mera questione di risparmio energetico o di riduzione dell’inquinamento ambientale, è la capacità di durare nel tempo e, soprattutto, di trasmettere valori. Un edificio che duri mille anni e renda felice la vita delle persone è certamente ecologico...». Non a caso, come sta confermando in questi mesi il Padiglione Italia all’Expo di Shanghai 2010 - al cui ingresso si trova una riproduzione del maestoso Teatro Olimpico di Vicenza di Palladio -, la città dell’uomo, quella dove la qualità della vita non è uno slogan ma un’opportunità concreta, è la città storica. «La maggior parte dei progetti presenti nel libro sono realizzati, a conferma che l’architettura tradizionale è una possibilità reale, e tocca qualsiasi tipologia, dalla villa privata al palazzo pubblico, dall’ospedale alla scuola, dalla chiesa alla casa plurifamiliare». Insomma, il movimento neopalladiano non è il sogno utopico di qualche illuso e, soprattutto, non si rivolge solo a ricchi signori di campagna. Per illustrare l’attività di Bontempi, è stato scelto un progetto nobilmente semplice: il nuovo borgo Fonti di Matilde a Reggio Emilia, progettato con Victor Deupi e Jonathan Weatherill. Quest’ultimo architetto, che compare anche nella rosa dei new palladians con una sua opera, è un quarantenne di talento che collabora da anni con lo studio di Ozzano. «Tra i progettisti classici selezionati nel volume, ci sono anche tanti giovani architetti, come Ben Pentreath o Francis Terry che firma i progetti insieme al padre Quinlan: questo dà un meraviglioso senso di continuità; il nuovo si crea sempre appoggiandoci sulle spalle di chi ci ha preceduto». Anche i giovani architetti, dunque, e in vari Paesi, stanno reagendo alla «società liquida» evocando la certezza dei padri, fatta di durata, serietà, significati. Che, speriamo, ci porterà fuori dal tunnel in cui si è infilata l’architettura contemporanea: sempre più fast, sempre più da intrattenimento, sempre più irritante nel suo essere senza capo né coda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi in centro: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere fuori servizio

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

6commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

OAXACA

Ancora terremoto in Messico: scossa di magnitudo 6.0 nel sud

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa