11°

17°

Arte-Cultura

Classicità, vera avanguardia

Classicità, vera avanguardia
Ricevi gratis le news
0

di Mariagrazia Villa

Hanno reinventato il passato per vedere l’armonia del futuro. Hanno risanato i tempi moderni per non ferire l’eternità. O forse, hanno solo appoggiato la guancia sul cuore delle persone. Perché torni a essere irrorato di felicità, accarezzato dalla speranza e custodito nella pace. Sono i neopalladiani, i progettisti che, di fronte a un’architettura sempre più lontana dalla «Lebenswelt», una città sempre più dilaniata tra funzionalità e decoro e una campagna sempre più orfana di qualità, stanno mostrando come l’abitare classico sia la risposta giusta al posto giusto. Non fanno il verso ad Andrea Palladio, naturalmente. Nessuno è un «laudator temporis acti». L’eredità del grande architetto non la raccolgono sotto l’aspetto stilistico, ma umanistico: anche loro vogliono mettere l’uomo al centro. Con una consapevolezza ecologica che, allora, era nella natura delle cose e oggi, invece, va attentamente progettata. Al loro importante e generoso lavoro è dedicato il volume «New palladians. Modernity and Sustainability for 21st Century Architecture» (Artmedia, Londra, 2010), scritto da Alireza Sagharchi e Lucien Steil. Una raccolta di saggi sul tema dell’antico che si fa avanguardia, con una presentazione dei progetti architettonici ed urbanistici più recenti dei 48 architetti classici più interessanti al mondo. Gli stessi autori che furono invitati a esporre, nel 2008, nella mostra organizzata dall’Institute of Architecture del Principe di Galles a Londra, in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Palladio. Tra gli alfieri di questa sensibilità classica e tradizionale che può permetterci di comprendere il presente e renderlo più piacevole ed eticamente responsabile, c'è anche il parmigiano Pier Carlo Bontempi. Poco più di cinquant'anni, uno studio a Ozzano e una fama internazionale. «La tradizione classica, declinata nelle diverse realtà locali, è un fenomeno moderno, studiato e praticato da un ampio numero di professionisti, studiosi, studenti, università e istituzioni», afferma. «Palladio è in assoluto l’architetto più famoso al mondo, perché il suo insegnamento ha potuto essere tradotto ovunque, dall’India alla Scandinavia». Anche il Principe Carlo, nella prefazione, sottolinea la modernità dei new palladians, che mirano a modellare l’ambiente sui principi di bellezza, utilità e sostenibilità, sostituendo alla solidità della triade palladiana «firmitas-utilitas-venustas» l’attenzione all’ecocompatibilità. «La sostenibilità va intesa in senso ampio: non è una mera questione di risparmio energetico o di riduzione dell’inquinamento ambientale, è la capacità di durare nel tempo e, soprattutto, di trasmettere valori. Un edificio che duri mille anni e renda felice la vita delle persone è certamente ecologico...». Non a caso, come sta confermando in questi mesi il Padiglione Italia all’Expo di Shanghai 2010 - al cui ingresso si trova una riproduzione del maestoso Teatro Olimpico di Vicenza di Palladio -, la città dell’uomo, quella dove la qualità della vita non è uno slogan ma un’opportunità concreta, è la città storica. «La maggior parte dei progetti presenti nel libro sono realizzati, a conferma che l’architettura tradizionale è una possibilità reale, e tocca qualsiasi tipologia, dalla villa privata al palazzo pubblico, dall’ospedale alla scuola, dalla chiesa alla casa plurifamiliare». Insomma, il movimento neopalladiano non è il sogno utopico di qualche illuso e, soprattutto, non si rivolge solo a ricchi signori di campagna. Per illustrare l’attività di Bontempi, è stato scelto un progetto nobilmente semplice: il nuovo borgo Fonti di Matilde a Reggio Emilia, progettato con Victor Deupi e Jonathan Weatherill. Quest’ultimo architetto, che compare anche nella rosa dei new palladians con una sua opera, è un quarantenne di talento che collabora da anni con lo studio di Ozzano. «Tra i progettisti classici selezionati nel volume, ci sono anche tanti giovani architetti, come Ben Pentreath o Francis Terry che firma i progetti insieme al padre Quinlan: questo dà un meraviglioso senso di continuità; il nuovo si crea sempre appoggiandoci sulle spalle di chi ci ha preceduto». Anche i giovani architetti, dunque, e in vari Paesi, stanno reagendo alla «società liquida» evocando la certezza dei padri, fatta di durata, serietà, significati. Che, speriamo, ci porterà fuori dal tunnel in cui si è infilata l’architettura contemporanea: sempre più fast, sempre più da intrattenimento, sempre più irritante nel suo essere senza capo né coda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va