21°

31°

personaggi

Giovannino contro Giovannino

Le autocaricature di Guareschi: lezione di ironia delle più genuine

Giovannino contro Giovannino
0
 

«Adesso vi racconto tutto di me». Così inizia lo straordinario risvolto di copertina di «Don Camillo e il suo gregge», secondo fortunatissimo volume della saga più popolare del ‘900 italiano. E così potrebbe cominciare anche il racconto della lunga serie di autocaricature che Giovannino Guareschi fece di sé stesso, con la medesima ironia che usava per i trinariciuti, le vedovone o gli improbabili sovrani degli «Stati piccolissimi». Caricature spesso fantastiche, a volte impietose o struggenti, ma sempre divertentissime. Nella serie dei disegni emerge il tratto che cambia: la prima immagine è quella di un giovane Guareschi che posa fiero accanto alla fida bicicletta, di fronte al fabbricato di Borgo del Gesso dove ha vissuto la sua «bohème» parmigiana e, parlando di sé, diceva: «Ero giovane e bellissimo e marciavo in knickerbockers». Il segno è forte, diretto, lascia poco spazio all’immaginazione, ma la figura è tenera, quasi ingenua. È il ritratto di un giovanotto che vive le proprie giornate fra le discussioni con Attilio Bertolucci, Cesare Zavattini, don Giovanni Drei, Pietrino Bianchi, Maurizio Alpi e la tristezza del sottotetto dove abita, con la malefica trave dove aveva dovuto appiccicare il cartello con il semplice monito: «calma!» dopo l’ennesima capocciata. Il lavoro alla Gazzetta lo stava per portare lontano, in quella Milano dove conoscerà fortuna e fama. Di qui il passaggio è brusco: arriva il Giovannino fatto di aria e di sogni che cammina, infagottato in un cappottone sdrucito davanti alla torretta del lager. E il segno diventa quasi aspro, secco, sintetico, commosso nel raccontare quella miseria e quel dolore, nella figura curva, stanca, smagrita, dalla quale spiccano solo i grandi baffi ad ala di rondone, tesi verso un futuro incerto, ma comunque puntati, come antenne, verso quella speranza che mai abbandonò Guareschi nei lager nazisti, e i passi vanno nella direzione opposta allo sguardo della sentinella sulla torre, fuori dalla prigionia, diretti a quel luogo dove Giovannino avrebbe ritrovato la sua famiglia ad aspettarlo, riunita come nel disegno che doveva far da copertina a «Le osservazioni di uno qualunque», con Guareschi che, abbarbicata in testa, tira il carretto dove siedono Margherita e Albertino, o nel quadretto col sottotitolo «Fede e avvenire», con tutta la «banda Guareschi» (compreso il cane Amleto) accanto al «verticale» suonato da Giovannino, mentre margherita e cantano e un Albertino piuttosto rabbuiato osserva di nascosto, tutti ritratti con quella dolcezza che solo un padre perdutamente innamorato della propria famiglia sa mettere nel raccontarla. Ma è nel volto di Giovannino che troviamo la nuova mutazione del segno: l’allegria seriosa del giovanotto di Borgo del Gesso e la malinconia del «Kriegsgefangene» lasciano il posto a un volto che si direbbe imbronciato, ma lo è solo fintamente, perché sotto la spessa coltre dei baffi si intuisce il sorriso di un uomo felice, che nel lavoro e nella vita ha saputo trovare un equilibrio interiore che ne farà lo scrittore italiano più letto nel mondo. Di qui in avanti c’è un filo conduttore comune negli autoritratti di Giovannino. Saranno due gli elementi distintivi: i baffi ed il naso, che emergono anche nella firma di Guareschi, a sua volta perenne ed ermetica autocaricatura che diverrà l’emblema stesso dell’intera opera guareschiana. E la serie continua, attraversando tutti i periodi della vita di Guareschi: dalla libertà vigilata nel «carcere delle Roncole», alla passione per i lavori agricoli, agli straordinari biglietti di auguri natalizi, di nuovo alla bicicletta, all’amore per il Grande Fiume, fino alla contesa con Pier Paolo Pasolini nella realizzazione del film «La rabbia». Un’autobiografia per immagini che, a partire dal neonato che ha sullo sfondo la «festa rossa» del primo Maggio 1908, percorre l’intero cammino della vita e dell’opera guareschiane e che potrebbe davvero servire ad illustrare, passo passo, quello straordinario autoritratto narrato che comincia con: «Adesso vi racconto tutto di me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

ballottaggio

Parma al voto per decidere il nuovo sindaco Video: le info

Piazza Dalla Chiesa

Ancora risse davanti alla stazione

1commento

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

METEO

La Protezione civile E-R: "Allerta temporali per domenica"

Previsti forti precipitazioni su pianura, fascia collinare, e rilievi occidentali

corniglio

Signatico: si ribalta con la Jeep, grave un ottantenne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Accoglienza senza limiti. Un rischio per tutti

di Francesco Bandini

2commenti

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

paura

Spaventoso incidente per Baldassari in Moto2: il pilota è cosciente Video

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse