12°

22°

Arte-Cultura

La venerabile «ancella» sarà beata

La venerabile «ancella» sarà beata
0

 Sta per diventare beata la venerabile Anna Maria Adorni, fondatrice delle «Ancelle dell’Immacolata», conosciute anche come suore del Buon Pastore. La data esatta in cui avverrà la beatificazione non è ancora nota, ma è imminente l’approvazione di un suo miracolo da parte del Papa Benedetto XVI. Un passo fondamentale per portarla agli onori degli altari.

Nella casa generalizia delle «Ancelle dell’Immacolata» la superiora, suor Maria Assunta Pedrinzani, si limita a confermare la notizia, ma precisa come «per rispetto verso il Santo Padre, prima di illustrare i particolari legati alla beatificazione, preferiamo attendere l’annuncio ufficiale». La firma del Papa dovrebbe arrivare in tempi brevissimi, sarebbe questione di giorni. Solo in quel momento si  potranno avere informazioni più chiare sull'ormai prossima beata parmigiana. Nel frattempo, tra le suore del Buon Pastore si respira una grande gioia per l’importante notizia, lungamente attesa e sperata.
Il processo di beatificazione di Anna Maria Adorni infatti è iniziato nel 1940, per disposizione del vescovo di Parma. Il 15 dicembre 1977 Papa Paolo VI, considerato il responso della Sacra congregazione per le Cause dei Santi, ha ordinato che si stendesse il decreto sulle virtù eroiche della serva di Dio, dichiarandola venerabile. Originaria della Lunigiana (Fivizzano), Anna Maria Adorni ha trascorso gran parte della propria esistenza a Parma. Nata nel 1805, dopo la morte del padre a 15 anni si trasferisce nella nostra
città con la madre per trovare lavoro. Pur desiderando abbracciare la vita religiosa tra le monache Cappuccine, in ossequio alla madre e al consiglio del confessore, sposa Antonio Domenico Botti, mettendo al mondo sei figli, tutti morti in tenera età, ad eccezione di Leopoldo, poi diventato monaco Benedettino.
Una volta rimasta vedova decide di condurre una vita consacrata a Dio. Pur non entrando in nessun istituto religioso per consiglio del confessore, intraprende un cammino di carità spendendosi a favore delle carcerate. Molte signore, attratte dal suo esempio, decidono di affiancarla. Anna Maria Adorni superando innumerevoli difficoltà, riesce quindi ad avere uno stabile per ospitare le donne che escono dal carcere e per le fanciulle orfane e bisognose.
Per proseguire in maniera più idonea alla propria opera, il primo maggio 1857, fonda la famiglia religiosa delle Ancell dell’Immacolata di Parma, pronunciando poi i voti di castità, obbedienza e povertà assieme ad altre otto compagne. Il 25 marzo 1876 il vescovo di Parma Domenico Villa rende l’Istituto del Buon Pastore una congregazione religiosa; le regole vengono confermate nel 1893 dal suo successore, Andrea Miotti, lo stesso anno in cui si spegne Anna Maria Adorni. A distanza di oltre 150 anni, le Ancelle dell’Immacolata portano avanti instancabilmente l’opera della fondatrice. Le attività, svolte sia in Italia, che in Romania, attraversano diversi campi e situazioni sociali: accoglienza di donne e giovani in difficoltà, accoglienza dei bambini
in stato di abbandono, visita e catechismo nelle carceri, visita ai centri di detenzione temporanei, asili nido, pastorale giovanile e catechistico nelle parrocchie, sostegno alle famiglie povere ed in difficoltà, doposcuola ai bambini bisognosi. L.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

imprese

Polo Industriale Chiesi: sottoscritto l’accordo di programma per l’ampliamento

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

politica

Bilancio di fine mandato, Pizzarotti: "Attuato il 73% del programma" Video

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato per l'infanzia

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

10 anni dal caso Maddie. E ora Scotland Yard segue una nuova pista

INCIDENTI

Scontro tra mezzi ferroviari: due operai morti sulla Bolzano-Brennero Foto

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

1commento

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

36^Giornata

Parma - Sudtirol 0-1: gli highlights del match Video

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport