15°

Arte-Cultura

La venerabile «ancella» sarà beata

La venerabile «ancella» sarà beata
0

 Sta per diventare beata la venerabile Anna Maria Adorni, fondatrice delle «Ancelle dell’Immacolata», conosciute anche come suore del Buon Pastore. La data esatta in cui avverrà la beatificazione non è ancora nota, ma è imminente l’approvazione di un suo miracolo da parte del Papa Benedetto XVI. Un passo fondamentale per portarla agli onori degli altari.

Nella casa generalizia delle «Ancelle dell’Immacolata» la superiora, suor Maria Assunta Pedrinzani, si limita a confermare la notizia, ma precisa come «per rispetto verso il Santo Padre, prima di illustrare i particolari legati alla beatificazione, preferiamo attendere l’annuncio ufficiale». La firma del Papa dovrebbe arrivare in tempi brevissimi, sarebbe questione di giorni. Solo in quel momento si  potranno avere informazioni più chiare sull'ormai prossima beata parmigiana. Nel frattempo, tra le suore del Buon Pastore si respira una grande gioia per l’importante notizia, lungamente attesa e sperata.
Il processo di beatificazione di Anna Maria Adorni infatti è iniziato nel 1940, per disposizione del vescovo di Parma. Il 15 dicembre 1977 Papa Paolo VI, considerato il responso della Sacra congregazione per le Cause dei Santi, ha ordinato che si stendesse il decreto sulle virtù eroiche della serva di Dio, dichiarandola venerabile. Originaria della Lunigiana (Fivizzano), Anna Maria Adorni ha trascorso gran parte della propria esistenza a Parma. Nata nel 1805, dopo la morte del padre a 15 anni si trasferisce nella nostra
città con la madre per trovare lavoro. Pur desiderando abbracciare la vita religiosa tra le monache Cappuccine, in ossequio alla madre e al consiglio del confessore, sposa Antonio Domenico Botti, mettendo al mondo sei figli, tutti morti in tenera età, ad eccezione di Leopoldo, poi diventato monaco Benedettino.
Una volta rimasta vedova decide di condurre una vita consacrata a Dio. Pur non entrando in nessun istituto religioso per consiglio del confessore, intraprende un cammino di carità spendendosi a favore delle carcerate. Molte signore, attratte dal suo esempio, decidono di affiancarla. Anna Maria Adorni superando innumerevoli difficoltà, riesce quindi ad avere uno stabile per ospitare le donne che escono dal carcere e per le fanciulle orfane e bisognose.
Per proseguire in maniera più idonea alla propria opera, il primo maggio 1857, fonda la famiglia religiosa delle Ancell dell’Immacolata di Parma, pronunciando poi i voti di castità, obbedienza e povertà assieme ad altre otto compagne. Il 25 marzo 1876 il vescovo di Parma Domenico Villa rende l’Istituto del Buon Pastore una congregazione religiosa; le regole vengono confermate nel 1893 dal suo successore, Andrea Miotti, lo stesso anno in cui si spegne Anna Maria Adorni. A distanza di oltre 150 anni, le Ancelle dell’Immacolata portano avanti instancabilmente l’opera della fondatrice. Le attività, svolte sia in Italia, che in Romania, attraversano diversi campi e situazioni sociali: accoglienza di donne e giovani in difficoltà, accoglienza dei bambini
in stato di abbandono, visita e catechismo nelle carceri, visita ai centri di detenzione temporanei, asili nido, pastorale giovanile e catechistico nelle parrocchie, sostegno alle famiglie povere ed in difficoltà, doposcuola ai bambini bisognosi. L.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia