Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Incontro con la sirena del Po

0

di Andrea Villani

«Non ci sono serpenti o mostri odiosi che in mimesi non siano graziosi». Ripeteva Audisio che sapeva della storia di Cala Violina e del marinaio innamorato della bella Sirena Molpe. Delle Grazie, delle Meduse e delle Chimere. «Né le orrende chimere, vestite d’alghe e armate di pietre, esistono. Ma neppure donne bellissime con il corpo di pesce. Maledette quelle sere che ti ho raccontato tutte quelle storie per farti stare buono». Gli ripeteva la madre in modo che non si lasciasse prendere da fantasie birichine che lo costringevano a rimanere al Grande Fiume, più di quanto occorresse, per prendere trote troppo magre o carpe troppo grasse. Ma lui sorrideva e scuoteva il capo. Perché almeno una sirena, nella sua vita, l’aveva vista. Altroché. E l’aveva pure baciata. Audisio aveva, si e no, vent’anni quando era finita la guerra. Che si era portata via tutti gli animali prima e suo padre e suo fratello dopo. All’inizio ci furono gli scoppi e i fuochi che arrivavano dall’alto durante la notte. Quindi cominciarono ad arrivare anche da terra. Sempre più vicini a casa. A quelli non si abituò mai. Stava rannicchiato accanto alla sottana di sua madre ad attendere la fine del temporale e poi rimaneva inebetito per ore a battersi la fronte con il palmo delle mani. La madre, che veniva dalla costa del mar Tirreno, gli raccontava della storia di Cala Violina, dalla sabbia bianca e soffice che soffia note di violino. Quelle storie parevano calmare Audisio che sembrava ascoltare davvero il suono di un violino lontano. E così smetteva di battersi la fronte. Audisio rimase solo con la madre anche dopo la guerra. La donna capì che nella testa di suo figlio quelle deflagrazioni sarebbero rimaste per sempre. In paese, Audisio se ne stava per conto suo perché che fosse finita la guerra non era riuscito a convincerlo nessuno. Perché gli sembrava troppo bello e quindi non si fidava . Poi ci fu la storia della Sirena e del bacio. Successe una sera tardi quando il fiume aveva smesso di parlare e si era fatto buio nel pioppeto. Quel volto di donna chiaro, come la luna che lo rifletteva, e quei seni acerbi e bagnati, lo fecero rabbrividire di piacere. Prima avevano incrociato i loro sguardi poi si erano avvicinati i loro corpi. Audisio smise di avere paura per tutto quel tempo. Il tempo di accostarsi e posare le labbra a quel sorriso. Ma quando lei cercò di avvicinarsi di più lui si ritrasse. «Potresti morire uscendo dall’acqua - le disse Audisio - è troppo pericoloso per te». Poi se ne andò. «Ho baciato la sirena del Po» iniziò a ripetere da quel giorno. E da allora smise di tremare. Così che nessuno si sognò mai di raccontargli che aveva baciato Nina, una prostituta di passaggio che aveva fatto il bagno nel Po prima di raggiungere la strada.Neppure a sua madre lo raccontarono per timore che glielo dicesse. Così che quei battibecchi tra i due continuarono per anni. «Le sirene non esistono - ripeteva la vecchia - né a Cala Violina né tantomeno qui nelle acque del Po». Ma Audisio continuava a sorridere ogni volta che lei lo diceva. E ad ogni chiaro di luna seguitava a scrutare tra le quelle acque scure perché sapeva che prima o poi Nina ci si sarebbe fatta trovare ancora. Riordinando il subbuglio di un fluente delirio. Di quel suo fiume interiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

Gara a Bologna, "Scrivi un film per Ambra Angiolini"

cinema

Gara a Bologna: "Scrivi un film per Ambra Angiolini" Video

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

1commento

nuovo allenatore?

D'Aversa in tribuna al Tardini. Annuncio in serata?

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

2commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

12commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

8commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

4commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

tg parma

Referendum costituzionale: domani urne aperte dalle 7 alle 23 Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

cesenatico

Insegnante mortifica e minaccia un alunno, denunciata dai carabinieri

bologna

Agente si spara al pronto soccorso, è gravissimo

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

sesso

E' italiano il primo strumento che misura l'intensità dell'orgasmo

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

1commento