18°

Arte-Cultura

Esce autobiografia di Natascha Kampusch

Esce autobiografia di Natascha Kampusch
0

In un libro di 288 pagine, Natascha Kampusch racconta il martirio della sua prigionia, da quando il 2 marzo 1998 fu sequestrata da un maniaco all’età di 10 anni sulla strada di scuola a Strasshof, presso Vienna, fino a quando riuscì a liberarsi, otto anni e mezzo dopo, il 23 agosto 2006. Un racconto raccapricciante d’una bambina che diventa donna senza mai essere adolescente, segregata in condizioni di schiavitù, vittima di violenze, abusi e vessazioni fisiche e psichiche di ogni genere. «3.096 giorni», è il titolo dell’autobiografia che esce mercoledì presso la casa tedesca List Verlag. Il giorno dopo Natascha lo presenta al pubblico a Vienna e leggerà alcune pagine ma non firmerà le copie: massicce le misure di sicurezza, nessuna domanda sarà autorizzata, nessuna agevolazione per la stampa, come sottolineato dai promotori.
Si preannuncia un successo da bestseller: la prima edizione uscirà in 50.000 copie, un record assoluto. Già oggi era al quarto posto delle ordinazioni sul sito amazon.de. Da giorni la stampa austriaca ne parla e oggi diversi tabloid avevano interviste esclusive. Stasera Natascha sarà ospite della prima rete tedesca Ard al noto talk-show di Reinhold Beckmann. Anche il Daily Mail pubblica oggi dettagli terrificanti del suo inferno: ad esempio che il suo aguzzino – Wolfgang Priklopil, suicidatosi lo stesso giorno della sua fuga – la picchiava fino a 200 volte la settimana, che dormiva ammanettato a lei, o che l'aveva anche costretta a radersi la testa e fare le pulizie di casa seminuda.
Dalla stampa austriaca emerge che Natascha, oggi 22/enne, viveva nel terrore della violenza ma anche di essere abbandonata e di morire dimenticata nella cella: uno spazio di 3x4 metri alto 1,6, sigillato con una porta blindata. Un luogo «freddo, umido, disgustoso». Se il carnerfice fosse scomparso «sarei rimasta sepolta lì come un faraone egiziano», scrive nel libro. A ogni tentativo di liberarsi o di chiamare la polizia seguivano pestaggi brutali e tentativi di strozzarla. Priklopil l'ha violentata innumerevoli volte, le ha fatto patire la fame per fiaccare la sua volontà e le ha cambiato il nome per privarla della sua identità: Bibiana si chiamava nella cella.
Fatto, questo, che però l’ha aiutata a sopravvivere perchè si ripeteva che tutte quelle cose orrende non capitavano a lei, Natascha, ma all’altra, a Bibiana. Priklopil voleva sentirsi onnipotente: le dava ordini col megafono intimandole di «obbedire» e aveva preteso anche che lo chiamasse «maestro» o «padrone», ma lei si rifiutò. Era maniaco dell’igiene: le aveva vietato di piangere perchè non voleva le sporcasse le mattonelle e quando lei ebbe le prime mestruazioni uscì di senno nel terrore che facesse macchie. La faceva pulire sempre: a casa sua e anche in altri tre appartamenti che aveva a Vienna. Nel suo stesso interesse cercava di vedere in lui non solo il carnefice, e che lui non si sentisse troppo criminale nel timore che, altrimenti, la spirale della violenza sarebbe degenerata e uscita da ogni controllo. Col tempo, dai 14-15 anni Natascha si fece sempre più coraggiosa e ribatteva. In una delle uscite per le pulizie, il 23 agosto 2006, doveva pulirgli l’auto in giardino: Natascha, ormai 18.enne, coglie la chance e fugge. «Scappai tanto velocemente quanto i piedi mi consentivano».n Da allora è tornata libera e cerca, anche con l’aiuto dei media e ora del libro, di trovare un pò di normalità. Nel 2012 uscirà anche un film di Bernd Eicheinger ispirato alla sua storia. Dopo la sua liberazione, Natascha aveva annunciato molti progetti umanitari inclusa una sua Fondazione. Finora, a parte una grossa donazione alle vittime di Josef Fritzl, il padre- mostro incestuoso, non è accaduto molto: coi diritti del libro e del film, forse i progetti prenderanno quota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Jella latitante: il caso in Parlamento

Interrogazione

Jella latitante: il caso in Parlamento

Fidenza

Anestesista muore a 37 anni

agenda

Street food, primavera in tavola e... tattoo: l'agenda del sabato

Allarme

Un'altra truffa del gas, occhio ai falsi lettori di contatori

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

RUGBY

L'addio al campo di Pulli

Le grandi firme

Ubaldo Bertoli e la Parma del secondo dopoguerra

PENSIONI

Ape social, al via le domande

Noceto

Noceto senza tangenziale, Fecci alza il tiro

Viabilità

Troppi camion in paese, allarme a Vicofertile

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche