12°

Arte-Cultura

Parma urban center rilancia la sfida

Parma urban center rilancia la sfida
Ricevi gratis le news
0

Una piccola impresa collettiva nata dentro la scuola e affermatasi in città grazie all’impegno ed alla forza di volontà di molti; al sostegno delle istituzioni locali, alla collaborazione di enti pubblici e privati, Ordini e Collegi professionali ed all’entusiasmo di tanti nostri ex studenti neolaureati».

Dario Costi spiega così il  Parma Urban Center, che presiede. Nato due anni fa dall’idea di quattro giovani docenti delle Facoltà di Architettura e Ingegneria e di alcuni loro collaboratori per  proporre a Parma un luogo di riflessione e di dibattito e una serie di momenti di confronto su molti temi oggi cruciali. Una presenza che ha ora anche una sede importante nell'ex chiesa di San Quirino e un ricco calendario di appuntamenti. «Innanzitutto abbiamo avviato una serie di rassegne: Energia è un tavolo permanente di confronto sulla sostenibilità che mette in discussione luoghi comuni e false piste e Architettura italiana contemporanea 2010 è una prima esperienza di incontri sull’architettura contemporanea con progettisti e critici. Gli esiti sono assolutamente incoraggianti e nel 2011 il titolo sarà Architettura della crisi e sarà integrata da una mostra di progetti. Abbiamo poi già dal 2008 avviato due grandi “campagne” di valorizzazione di patrimoni della città poco conosciuti: quella condivisa con lo Csac di studio e di valorizzazione del loro Archivio Nervi e quella su Niccolò Bettoli, architetto di corte che disegna nell’Ottocento i monumenti della città e stabilisce le regole della trasformazione del suo tessuto. «Cantiere Nervi: la costruzione di un identità» è un'iniziativa di ricerca che richiama studiosi da tutto il mondo. I due momenti principali saranno il convegno internazionale che si terrà il prossimo novembre e la seguente mostra sugli stadi che  Nervi ha progettato per tutta la sua carriera. Su Bettoli, l’amico e collega Carlo Mambriani sta coordinando un Comitato scientifico internazionale con il quale svolgere un lavoro sistematico di analisi degli archivi che porterà il Neoclassico della nostra città ad un pubblico ed ad una considerazione storico-critica di livello europeo».
Quanto all'ex oratorio di San Quirino,  Costi parla di «una sfida che ci ha molto appassionato ed una proposta da subito accolta e sostenuta dall’amministrazione comunale. Riaprire alla città un’architettura dimenticata e riattivarla come luogo di confronto e di incontro per la città stessa. Pensiamo che sarà una grande emozione per i parmigiani entrare, magari per la prima volta all’interno di questo straordinario spazio centrale ed al di sotto della sua cupola ellittica. L’autore, Edelberto dalla Nave ha progettato anche, tra l'altro, San Tiburzio e il coro dei cavalieri in Steccata, e dovrebbe essere al pari di Nicolò Bettoli rivalutato o anche solo fatto conoscere alla cultura italiana e europea. Sarebbe un’altra bella occasione per dare valore alla nostra città…. San Quirino è luogo della storia in cui il tempo ha lasciato segni importanti: uno spazio in alcuni punti interrotto e attraversato da crepe che, anche grazie agli affreschi in buone condizioni ed alle statue ancora presenti nelle nicchie, assume uno straordinario fascino di “rovina” che consideriamo assolutamente contemporaneo».
L’allestimento dello spazio espositivo prende atto di questa qualità dell’architettura abbandonata e si limita a prendere una distanza dal perimetro con la disposizione di un diaframma di vetri. che Parma Urban Center ha lavorato a ogni aspetto del cantiere e dell’allestimento gratuitamente e che la collaborazione con il Comune è stata davvero buona se siamo riusciti ad aprire uno spazio espositivo e conferenze in neanche cinque mesi....». La mostra inaugurale è stata  Parma 2020. Un confronto a più voci verso il nuovo Psc.  La mostra riapre, dopo la pausa di Agosto, per tutto il mese di settembre.  «Quando l’Assessore Manfredi ci ha proposto di presentare il nuovo strumento urbanistico in corso di elaborazione abbiamo subito pensato di dare spazio e rafforzare, già dall’impostazione della mostra, un confronto che era già avviato in città. Abbiamo così affiancato all’analisi ed agli indirizzi programmatici dei progettisti del nuovo Psc  alcuni contributi autonomi e coordinati da parte dell’Ordine degli Architetti, da parte dell’Ordine degli Ingegneri e da parte nostra. L’esito è un lavoro collettivo che diventerà lo sfondo per dibattiti e discussioni ai quali invitiamo tutti a partecipare».
 Ma ora fra i nuovi obiettivi ci sono soprattutto le Guide di architettura della città e del territorio:  «E' l'obiettivo che forse sentiamo più necessario per la città.  Uno strumento che Parma, per la vocazione culturale e per il tipo di turismo che attira non può permettersi di non avere. Abbiamo già raccolto applausi e lettere di sostegno. Attendiamo le prime risorse per partire...».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS