21°

31°

Arte-Cultura

Ubaldo Bertoli, narratore partigiano

Ubaldo Bertoli, narratore partigiano
Ricevi gratis le news
0

Giuseppe Marchetti

Sono già trascorsi dieci anni dal giorno della morte di Ubaldo Bertoli, ma a dire il vero l'ombra di Ubaldo è sempre tra noi, la sua figura ci passa a ripassa sempre davanti agli occhi e assai spesso lo ricordiamo. Il suo ricordo però non è mai triste, non ispira solo commozione, ma semmai un sorriso, e sempre siamo costretti a concludere che Bertoli «era davvero un bel tipo!». Sia gloria a lui ovunque la morte l'abbia trascinato, gli sia riconosciuto il merito d'aver molto amato la vita, la sua professione di giornalista e pittore, la sua libertà di uomo e di amico, la sua franchezza e le sue pungenti malignità.
Non si dice nulla di nuovo, del resto, ricordandone l'estrosa e impetuosa baldanza, il gusto del paradosso e la capacità di fissare in poche righe o con un tratto di matita il proprio e l'altrui carattere, pessimo a volte, ma certamente un forte carattere, come diceva di sé Indro Montanelli. Carattere che si manifestava anche in quella solo apparentemente disordinata vita di giornalista e scrittore - la sua vita - sempre tesa a dichiararsi, a confrontarsi con altre esperienze e a ironizzare sul prossimo, un po' con cattiveria e un po' tanto con grazia irosa e burbera. Bertoli, che era nato nel 1909 a Solignano, nacque all'arte come vignettista per i tanti numeri unici che fiorirono a Parma dopo la fine della seconda grande guerra cui aveva partecipato da partigiano combattendo anche con la penna sulle pagine del «Vento del Nord» il suo giornale della Resistenza. Poi arrivò l'esperienza della «Gazzetta di Parma», del «Gatto selvatico» diretto da Bertolucci, e de «Il Giorno». In quegli anni, Bertoli concepisce l'idea del romanzo «La Quarantasettesima» che Guanda pubblica nel '61, passando così da una fase giornalistica di cronaca quotidiana ad un ripensamento più profondo della propria vita e delle proprie idee.
Questo romanzo, giudicato da Franco Fortini «bellissimo, di una semplicità veramente epica», e da Attilio Bertolucci degno di un riferimento a «L'Armata a cavallo» di Babel, rappresenta la maturità dello scrittore e il suo ingresso per la porta grande nella letteratura. Ma Bertoli non fu mai scrittore da porte grandi o porte piccole. Il suo mondo si modificava continuamente e improvvisamente, era iperattivo a volte, e altre volte ozioso e tediato, o disinteressato: ma sempre rapportato al gusto del momento, alla possibilità di comunicare, all'efficacia di un gesto o di una parola. Nei «Racconti partigiani» pubblicati nel 2003 nella collana lanciata dalla «Gazzetta» e dedicata alla «Biblioteca parmigiana del Novecento», i curatori raccolsero quelle sue prove narrative di più breve taglio che su i suoi giornali aveva pubblicato mentre si avvicinava al maggior progetto della «Quarantasettesima», e in quelle pagine i motivi della vita vissuta, gli incanti dei paesaggi, la natura degli incontri, la voce delle persone, il grigiore o la luminosità dei giorni tornano nella lunga teoria dei ricordi non come semplici cronache, bensì come successivi e sicuri passi d'avvicinamento alla realtà dell'esistenza, quella realtà che nei disegni, negli schizzi, nelle caricature e negli olii trasuda poeticamente e ironicamente, fatta di pietà e di umana comprensione anche se fissata in uno sberleffo o in un autosberleffo. Quando, nel 2000, Guanda pubblica «La nave dei sogni perduti», Bertoli se n'è andato da pochi giorni e la sua bicicletta è rimasta là appoggiata al muro freddo di casa,  è una bici da donna grigia quella che sentivamo arrivare ancora prima d'avvertire la sua voce e la sua mano sulla spalla. Il novantenne «Maestro» (ma guai a dirglielo in faccia!) non c'è più, ma forse ha soltanto svoltato l'angolo, è lì dietro, sul marciapiede che ci guarda e ci saluta col braccio alzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Lutto

Morto Maurizio Carra

Teatro

E' morta l'attrice Tania Rochetta

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti